Torna alla versione con immagini del Portale

Salta ai contenuti

Salta al menu di sezione



Discussioni

Apertura il 11.11.13 ore 18.07 - Chiusura il 31.12.13 ore 00.00 - Generale

Aumento del numero dei rappresentanti di quartiere (soluzione A)

Scelta del numero dei rappresentanti del consiglio del quartiere in modo proporzionale alla dimensione del quartiere stesso.

 

Proponente: Vullo Salvatore, Spinelli Antonia (tavolo 34)

Voti: 122

Contenuto: Il Consiglio di cittadini volontari dovrà essere costituito da un numero di componenti proporzionale alla dimensione del quartiere, intesa come estensione territoriale e numeri di abitanti (densità territoriale), al fine di rappresentare la popolazione in modo più omogeneo e coerente.

In tale numero dovrà essere incluso non solo il numero di cittadini che su base volontaria si propongono e verranno sorteggiati/eletti (indipendentemente dal criterio utilizzato), ma anche da eventuali rappresentanti di Associazioni e gruppi di volontariato (Avis, Adas, alpini, Anspi ecc.), presenti ed operanti nel quartiere, in quanto espressione di specifiche realtà e conoscitori di particolari bisogni, grazie alla dettagliata conoscenza del territorio.

Tuttavia si suggerisce un numero massimo di componenti pari a 20 persone.

Fattibilità tecnica: Sì

Possibile formulazione dell'articolo / note:

Aggiungere articolo al Titolo III dello Statuto - Partecipazione:

Al fine di assicurare una più larga ed incidente partecipazione dei cittadini nella gestione di problematiche di rilevante interesse pubblico, il Consiglio Comunale può istituire i Consigli di Cittadini Volontari (CCV) nel rispetto dei principi di pari opportunità.

I CCV esercitano funzioni consultive e di proposta nei confronti del Consiglio Comunale e della Giunta Comunale.

L'istituzione, la composizione, il funzionamento e la durata in carica dei CCV sarà determinata dal Consiglio Comunale mediante apposito regolamento e non dovrà prevedere oneri a carico dell'Ente.

I CCV avranno come ambito territoriale di riferimento i soppressi quartieri.

Lo Statuto vigente prevede la possibilità per la Giunta Comunale di istituire consulte tematiche composte da cittadini (art. 43). L'eventuale istituzione dei CCV andrà essere armonizzata con tale previsione.

NOTE: nella stesura del Regolamento verranno tenute presenti tutte le indicazioni pervenute dai vari tavoli, cercando di armonizzarle fra di loro.


Per poter votare o commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati



Torna all'inizio della pagina

© 2010 Comune di Parma - Strada Repubblica 1, 43121 Parma - Partita IVA 00162210348