Dopo il fortunato successo dello scorso anno torna, con la sua seconda edizione, la rassegna “Superba è la notte. La Poesia italiana del ‘900 incontra la Musica”, voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, Biblioteca Ugo Guanda e organizzata in collaborazione con Fondazione Arturo Toscanini, Società dei Concerti di Parma, Associazione culturale Ermo Colle, Associazione La Musa e con il contributo di Fondazione Cariparma. Con questa iniziativa, curata da Giuseppe Marchetti, che riprende la grande tradizione di impegno e di approfondimento sulla poesia della nostra città, si intende tracciare e sperimentare un percorso, quello tra la grande poesia italiana del '900 e la musica, attraverso un incontro che possa creare rapporti, suggestioni, dialoghi.

Parola cantata e parola recitata, due modi ugualmente intensi di far risuonare la voce umana. Il verso che diviene suono, la parola che si trasforma in ritmo, il suono che galleggia fra le lettere, cucendole in modo che le storie assumano una propria melodia ed armonia. È difficile non pensare al verso poetico come ad una intonazione ritmica in cui la parola si fa colore, dinamica, costruzione di senso attraverso la vocalità.La stessa storia della musica, a partir dal "recitar cantando" per arrivare allo "sprechgesang" espressionista, ci rivela le infinite, possibili potenzialità del verso.

PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA

Lunedì 2 Luglio ore 21

… le voci come un’ombra di luna

Poesie di Pascoli, D’Annunzio, Bacchini, Pavese

Adriano Engelbrecht voce recitante

Coro Storie dai monti

direttore Gianluigi Giacomoni 

Giovedì 12 Luglio ore 21

Il Novecento napoletano

Incontro tra poesia e musica attraverso i grandi poeti partenopei

Poesie di De Curtis, Di Giacomo, Bovio, Russo

Antonio Giordano voce recitante

Baderna

Gabriella Luongo voce

Max Trapani sax tenore, sax soprano

Marcello Pugliese chitarra 

Giovedì 19 Luglio ore 21

Ancora ascolto una rosa...

Poesie di Morante, Luzi, Pecora, Rosselli, Campana, Pavese, Aleramo

Musiche di Gardel, Albéniz, Delibes, Schubert

Paola Gassman voce recitante

Quartetto Spilville

Alice Costamagna, Simona Cazzulani, Ilaria Negrotti, Maria Cristina Mazza 

Lunedì 6 Agosto ore 21

Quando la notte è a svanire...

Poesie di Ungaretti, Penna, Caproni, Soffici

Musiche di Friedman, Bach, Rimskij-Korsakov

Bruno Stori voce recitante

Kalì Trio

Stefano Barbato, Martino Mora

 

Ad anticipare le serate di Superba è la notte la rassegna di videopoesia “Grandi poeti del ‘900” a cura di Giovanni Martinelli e dell'Associazione La Musa, caratterizzata da proiezioni di cortometraggi dedicati ad alcuni poeti della nostra città e a grandi nomi della poesia italiana.

A partire dalle ore 19 presso la Casa del Suono ad ingresso libero, verranno proiettati i cortometraggi:

La Casa di Bernardo, 1995 (10 min.) Il corto è il primo della serie con Bertolucci, nato come idea subalterna ma forte: quella di lasciare Attilio Bertolucci libero di raccontare, senza prefissati schemi cronologici e di argomenti, il suo rapporto con questa terra appenninica. Qui il paesaggio suggerisce al regista una sorta di “elegia” poetica e struggente introdotta dalla voce del poeta Pier Paolo Pasolini, impegnato a rispondere coi versi estrapolati dalla raccolta “Poesia in forma di rosa” all'amico Bertolucci, dopo una sua visita a Casarola.

Alla periferia della gioia, 2012 (15 min.) È la storia della città di Milano raccontata da tre generazioni di poeti: la città dagli anni ’40 ad oggi attraverso i testi di Franco Loi, la periferia nord- Lambrate e dintorni- di Milo de Angelis, quella a sud del giovane Italo Testa.

Sporca poesia, 1998 (26 min) realizzato in occasione dell’incontro tra Alda Merini e il regista, avvenuto nel marzo 1998 a Teatro Due durante il Festival Parma Poesia. Il corto è il diario di una sorta di terzo grado tra un critico ed una poetessa aggressivamente femminile, con intermezzi al pianoforte e reading finale.

Ombra dell’Aquila, 2015 (20 min), tratto dal poema “Le midolla del male” di Emilio Zucchi. La voce recitante, matura e appassionata, è quella di Gigi Dall’Aglio, mentre Emilio Zucchi è il protagonista che passeggia, silenzioso e assorto, nei luoghi disegnati dal suo poema. «Il film, un omaggio alla città in cui tutta l’opera ha visto la luce, è il racconto della scintilla che produce un atto poetico e creativo – ha sottolineato

Luisa Pecchi dell’Associazione La Musa che ha prodotto l’opera – un tributo alla poesia, che salva il mondo anche dagli orrori della storia». La regia e fotografia di tutti i filmati proposti è di Giovanni Martinelli, mentre le musiche originali sono di Luisa Pecchi.

 

Dopo il fortunato successo dello scorso anno, lunedì 2 luglio, alle ore 21, parte la nuova edizione, sempre ad ingresso libero, della rassegna “Superba è la notte. La Poesia italiana del ‘900 incontra la Musica”, voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, Biblioteca Ugo Guanda e organizzata in collaborazione con Fondazione Arturo Toscanini, Società dei Concerti di Parma, Associazione culturale Ermo Colle, Associazione La Musa e con il contributo di Fondazione Cariparma. Con questa iniziativa, curata da Giuseppe Marchetti, che riprende la grande tradizione di impegno e di approfondimento sulla poesia della nostra città, si intende tracciare e sperimentare un percorso, quello tra la grande poesia italiana del '900 e la musica, attraverso un incontro che possa creare rapporti, suggestioni, dialoghi.

 

Parola cantata e parola recitata, due modi ugualmente intensi di far risuonare la voce umana. Il verso che diviene suono, la parola che si trasforma in ritmo, il suono che galleggia fra le lettere, cucendole in modo che le storie assumano una propria melodia ed armonia. È difficile non pensare al verso poetico come ad una intonazione ritmica in cui la parola si fa colore, dinamica, costruzione di senso attraverso la vocalità.La stessa storia della musica, a partir dal "recitar cantando" per arrivare allo "sprechgesang" espressionista, ci rivela le infinite, possibili potenzialità del verso.

 

Nel primo appuntamento, dal titolo “...le voci come un’ombra di luna”, le voci del Coro Storie dai Monti, direttore Gianluigi Giacomoni, incontreranno la parola recitata di Adriano Engelbrecht che interpreteranno poesie e canti del ‘900 italiano per una serata in cui verranno affrontati temi ricchi di suggestioni e di emozioni, tra canto, letteratura e poesia, per rendere omaggio ad alcuni dei grandi nomi della poesia italiana e all’affascinate connubio che si crea tra le parole e le note musicali.

 

Quest’anno s’intende arricchire l’iniziativa con la rassegna di videopoesia “Grandi poeti del ‘900” a cura di Giovanni Martinelli e dell'Associazione La Musa, caratterizzata da proiezioni di cortometraggi dedicati ad alcuni poeti della nostra città e a grandi nomi della poesia italiana.

 

Si alterneranno a partire dalle ore 19 presso la Casa del Suono ad ingresso libero, i seguenti cortometraggi:

 

La Casa di Bernardo, 1995 (10 min.) Il corto è il primo della serie con Bertolucci, nato come idea subalterna ma forte: quella di lasciare Attilio Bertolucci libero di raccontare, senza prefissati schemi cronologici e di argomenti, il suo rapporto con questa terra appenninica. Qui il paesaggio suggerisce al regista una sorta di “elegia” poetica e struggente introdotta dalla voce del poeta Pier Paolo Pasolini, impegnato a rispondere coi versi estrapolati dalla raccolta “Poesia in forma di rosa” all'amico Bertolucci, dopo una sua visita a Casarola.

Alla periferia della gioia, 2012 (15 min.) È la storia della città di Milano raccontata da tre generazioni di poeti: la città dagli anni ’40 ad oggi attraverso i testi di Franco Loi, la periferia nord- Lambrate e dintorni- di Milo de Angelis, quella a sud del giovane Italo Testa.

 

Sporca poesia, 1998 (26 min) realizzato in occasione dell’incontro tra Alda Merini e il regista, avvenuto nel marzo 1998 a Teatro Due durante il Festival Parma Poesia. Il corto è il diario di una sorta di terzo grado tra un critico ed una poetessa aggressivamente femminile, con intermezzi al pianoforte e reading finale.

 

Ombra dell’Aquila, 2015 (20 min), tratto dal poema “Le midolla del male” di Emilio Zucchi. La voce recitante, matura e appassionata, è quella di Gigi Dall’Aglio, mentre Emilio Zucchi è il protagonista che passeggia, silenzioso e assorto, nei luoghi disegnati dal suo poema. «Il film, un omaggio alla città in cui tutta l’opera ha visto la luce, è il racconto della scintilla che produce un atto poetico e creativo – ha sottolineato

 

Luisa Pecchi dell’Associazione La Musa che ha prodotto l’opera – un tributo alla poesia, che salva il mondo anche dagli orrori della storia».

La regia e fotografia di tutti i filmati proposti è di Giovanni Martinelli, mentre le musiche originali sono di Luisa Pecchi.

 

 

Adriano Engelbrecht

E’ nato in Germania nel 1967 e vive a Parma. Poeta, artista, musicista, attore, ha pubblicato “Dittico Gotico” per Cultura Duemila Editrice (1993), “Lungo la vertebrata costa del cuore” per I Quaderni del Battello Ebbro (2003), “La piscina probatica” per Fedelo's Editrice (2006), “Tristano” per Lieto colle (2007). Nel dicembre 2015 è uscita, insieme alla poetessa Ilaria Drago, l'ultima raccolta poetica “Ubicazione Ignota”, sempre per Fedelo's Editrice. Conduce da molti anni un articolato percorso di ricerca sul rapporto tra poesia, arte e teatro. La sua produzione poetica è stata presentata in numerosi teatri, musei e festival, sia in Italia che all'estero, tra cui anche il Festival Internazionale della Poesia di Genova, Parmapoesia Festival, Ricercare di Reggio Emilia e Ermo Colle.

 

Coro  Storie dai monti

In questo nome, abbiamo voluto esprimere il nostro intento principale che è quello di raccontare storie provenienti da un mondo puro e genuino, spesso lontano, il cui silenzio, al pari dei suoni che lo compongono, è in grado di far vibrare tutte le parti del nostro animo. E queste storie, ricolme di mille sentimenti oggi quasi sempre soffocati da fretta e rumori, le proponiamo con una esecuzione vocale un po’ differente dal solito, attraverso tutte le sfumature che la voce umana è in grado di generare. Se vorrete ascoltarci (e meglio se dal vivo), vi proporremo un vero e proprio canto dell’anima, perché anche quella di ciascuno di voi si senta in sintonia con le emozioni che troverete nei nostri racconti. Partecipa abitualmente alle principali Rassegne Corali Nazionali. Il Coro, diretto dal Maestro Gianluigi Giacomoni, è stato fondato nel 2013 e ha la sede in Parma. Dal 2016 organizza e cura, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Parma - Casa della Musica - la Rassegna Internazionale di Canto Corale “Le Voci della Terra”.

 

La Rassegna, tutta ad ingresso gratuito, è realizzata a cura dell' Assessorato alla Cultura  - Settore Casa della Musica del Comune di ParmaGiuseppe Marchetti e Biblioteca Ugo Guanda in collaborazione con Fondazione Arturo ToscaniniSocietà dei Concerti di ParmaAssociazione culturale Ermo Colle, Associazione La Musa. Con il contributo di Fondazione Cariparma.

EVENTI SINGOLI
Da lun 06 agosto 2018 ore 21.00
A lun 06 agosto 2018 ore 23.00
Da gio 12 luglio 2018 ore 21.00
A gio 12 luglio 2018 ore 23.00
Da gio 19 luglio 2018 ore 21.00
A gio 19 luglio 2018 ore 23.00