Dal 17 aprile al 12 giugno 2019 tornano i concerti di «Verso Traiettorie…», rassegna primaverile organizzata da Fondazione Prometeo in collaborazione con il settore Casa della Musica del Comune di Parma con lo scopo di avvicinare il pubblico al repertorio musicale contemporaneo, esplorato in maniera approfondita nella più ampia rassegna autunnale «Traiettorie». Se lo spirito di «Verso Traiettorie…» è fin dagli inizi quello di illustrare il percorso storico che ha portato alla musica del nostro tempo, questa nona edizione accentua la presenza della musica contemporanea e di compositori italiani come a fare un punto sulla situazione creativa di questi ultimi anni.

Caratteristica comune di quattro dei cinque concerti di questa edizione è la partecipazione, anche in declinazioni cameristiche, di Ensemble Prometeo, gruppo musicale nato in seno alla Fondazione Prometeo e che quest’anno festeggia il decimo anno della sua costituzione. A questo si affianca il giovane pianista israeliano Imri Talgam.

La rassegna «Verso Traiettorie…», che si svolge presso la Sala dei concerti della Casa della Musica e il Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”, è realizzata grazie al patrocinio e al sostegno di: Comune di Parma - Casa della Musica di Parma, Regione Emilia-Romagna, Fondazione “Arturo Toscanini”, Fondazione Monteparma, Chiesi Farmaceutici, Symbolic, Sina Hotel Palace Maria Luigia e Macrocoop.

Inaugurerà la rassegna – il 17 aprile alla Casa della Musica – il trio formato da Roberta Gottardi (clarinetto), Claude Hauri (violoncello) e Ciro Longobardi (pianoforte) con un programma che unisce alcuni brani italiani degli ultimi trent’anni (tra cui una prima assoluta della compositrice Rosalba Quindici), a esempi della “linea tedesca” che da Schumann porta allo svizzero Klaus Huber e al suo allievo Wolfgang Rihm, accomunati dalla tendenza a proporre uno scarto rispetto alla cultura musicale che li aveva preceduti: il classicismo e le ideologie seriali postbelliche. Un vero e proprio ponte con «Traiettorie» che, nella sua ventinovesima edizione, sarà interamente dedicata alla musica di area austro-tedesca.

Il secondo appuntamento sarà ancora alla Casa della Musica. Martedì 30 aprile un altro trio – Grazia Raimondi, violino, Michele Marco Rossi, violoncello, Alfonso Alberti, pianoforte – proporrà al pubblico un programma tra Otto (Schubert e Brahms), e Novecento: Novecento italiano fra le due guerre (Petrassi), tendenze formalizzatrici europee (Xenakis), giovanissimi italiani (Michele Foresi, Emanuele Palumbo).

Saranno Simone Beneventi (percussioni) e Gabriele Croci (viola) i protagonisti del terzo concerto, in programma il 6 maggio ancora una volta presso la Sala dei Concerti della Casa della Musica. La serata si aprirà con la Passacaglia di Biber, tra i più alti esiti del tardobarocco europeo per viola sola, e si concluderà con Naturale di Luciano Berio, studio sulle problematiche della trascrizione musicale. A conferma della spiccata contemporaneità del programma, i tre pezzi centrali della serata sono datati al nuovo millennio, contemplano il coinvolgimento dell’elettronica e sono firmati tutti da compositrici: Francesca Verunelli, Carla Magnan e Kaija Saariaho. 

La Casa della Musica ospiterà anche il quarto concerto, il 31 maggio: un recital per pianoforte di Imri Talgam, vincitore del primo premio all’undicesimo Concours international de piano d’Orléans – con cui Fondazione Prometeo prosegue una felice collaborazione instaurata da alcuni anni – basato su un programma che dialoga continuamente fra passato e presente, fra il barocco frescobaldiano e le problematiche del Novecento (Ligeti, Berio, Poppe, Sciarrino, Krüger). 

Mercoledì 12 giugno, a conclusione della rassegna, la Sala Gavazzeni del Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini” ospiterà l’Ensemble Prometeo in formazione di sestetto; Giulio Francesconi (flauto), Roberta Gottardi (clarinetto), Grazia Raimondi (violino), Gabriele Croci (viola), Claude Hauri (violoncello) e Ciro Longobardi (pianoforte) saranno diretti dal Maestro Marco Angius in un concerto dall’intenso sapore contemporaneo. Si aprirà con un classico dello studio timbrico delle percezioni, Vortex Temporum di Gérard Grisey, si proseguirà con la seconda delle Domeniche alla periferia dell’impero, dichiarato omaggio di Fausto Romitelli a Grisey, per concludere con due prime esecuzioni: la prima italiana di Et les ondes chantant, meme di Marco Di Bari e la prima assoluta di …Spinnennetzfaden del compositore italo-albanese Lorenc Xhuvani.

Il giorno precedente ogni concerto si terrà un incontro di presentazione: una conversazione aperta al pubblico e volta ad approfondire il repertorio proposto nel corso della rassegna. 

 

L’immagine che accompagna questa nona edizione di «Verso Traiettorie…» è stata creata da Remo Gaibazzi.

 

 

Calendario dei concerti

 

17/04 Casa della Musica, ore 20.30

Ensemble Prometeo – Trio

Roberta Gottardi / Claude Hauri / Ciro Longobardi

Musiche di Bruch, Gurioli, Panfili, Castagnoli, Quindici, Schumann, Rihm, Huber

 

30/04 Casa della Musica, ore 20.30

Ensemble Prometeo – Trio

Grazia Raimondi / Michele Marco Rossi / Alfonso Alberti

Musiche di Foresi, Schubert, Xenakis, Palumbo, Petrassi, Brahms

 

06/05 Casa della Musica, ore 20.30

Ensemble Prometeo – Duo

Gabriele Croci / Simone Beneventi

Musiche di Biber, Saariaho, Verunelli, Magnan, Berio

 

31/05 Casa della Musica, ore 20.30

Imri Talgam

Vincitore dell’11° Concours international de piano d’Orléans

Musiche di Frescobaldi, Berio, Ligeti, Sciarrino, Krüger, Poppe 

 

12/06 Centro di Produzione Musicale “Arturo Toscanini”, ore 20.30

Ensemble Prometeo – Sestetto

Marco Angius, direttore

Musiche di Grisey, Romitelli, Di Bari, Xhuvani

 

 

 

 

EVENTI SINGOLI
Da ven 31 maggio 2019 ore 20.30
A ven 31 maggio 2019 ore 23.00
Da lun 06 maggio 2019 ore 20.30
A lun 06 maggio 2019 ore 22.00
Da mar 30 aprile 2019 ore 20.30
A mar 30 aprile 2019 ore 22.00
Da mer 17 aprile 2019 ore 20.30
A mer 17 aprile 2019 ore 22.00