Alla scoperta del patrimonio dei musei e degli spazi espositivi del Comune di Parma: ogni weekend visite guidate e attività gratuite per adulti e bambini, realizzati da personale specializzato dei Musei e promossi dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.

 

CALENDARIO ATTIVITÀ  MUSEI CIVICI

SABATO 19 E DOMENICA 20 OTTOBRE

Sabato 19 Ottobre

CASTELLO DEI BURATTINI

ore 11.00: Visita guidata

Un percorso dedicato ad una delle più grandi collezioni di burattini e marionette appartenuti alla Compagnia dei Ferrari e ad altre famiglie di burattinai.

Non è necessaria la prenotazione. Per tutti.

PINACOTECA  STUARD

ore 15.30: Colori e Musica in Pinacoteca!

Nel mese dedicato a Giuseppe Verdi, scopriamo insieme gli strumenti musicali dipinti nelle opere della Pinacoteca: l’organo di Santa Cecilia, patrona dei musicisti, di Alessandro Mari, i tamburi e le trombe nelle opere del Brescianino, la cetra di Gaibazzi e tanti altri, in un viaggio che porterà i bambini a disegnare il loro strumento preferito rappresentandone il suono con segni e colori. Durante il laboratorio i piccoli partecipanti saranno ispirati dalle più celebri musiche del Maestro. Laboratorio per bambini da 4 a 10 anni. Max 20 partecipanti, è richiesta la prenotazione: tel. 0521-508184.

ore 16.30: Visita guidata

La collezione di Giuseppe Stuard e della Congregazione di San Filippo Neri unite ad opere del patrimonio comunale verranno illustrate in un percorso attraverso sei secoli di storia dell’arte, dai “fondi oro” dei maestri toscani del Trecento al grande artista parmigiano del Novecento Amedeo Bocchi. Non è necessaria la prenotazione.

 

Domenica 20 Ottobre

CASTELLO DEI BURATTINI

ore 15.00: Visita guidata 

Un percorso dedicato ad una delle più grandi collezioni di burattini e marionette appartenuti alla Compagnia dei Ferrari e ad altre famiglie di burattinai. Non è necessaria la prenotazione. Per tutti.

PINACOTECA  STUARD

ore 16.30: Visita guidata

La collezione di Giuseppe Stuard e della Congregazione di San Filippo Neri unite ad opere del patrimonio comunale verranno illustrate in un percorso attraverso sei secoli di storia dell’arte, dai “fondi oro” dei maestri toscani del Trecento al grande artista parmigiano del Novecento Amedeo Bocchi. Non è necessaria la prenotazione.

 

Mostre ospitate negli spazi espositivi del Comune di Parma

Palazzo del Governatore – sino al 1° dicembre

COSTELLAZIONI FAMILIARI. DIALOGHI SULLA LIBERTÀ

La grande mostra, curata da Arturo Carlo Quintavalle,  occuperà per intero il Palazzo del Governatore e proporrà un viaggio inedito all'interno della ricerca di Gianluigi Colin, artista visivo, critico e cover editor de “La Lettura”; un percorso costruito sul dialogo con altri autori, artisti, fotografi e poeti contigui a Colin per visione e formazione: accanto a opere storiche e inedite di Colin, alcune delle quali realizzate ad hoc per questa occasione, saranno presentati importanti lavori di autori in forte sintonia cultura 

INGRESSI: 10 € intero e biglietto famiglia (due genitori con fino a due bambini); 6 € ridotto; 4 € ridotto speciale per under 26; 3 € ridotto speciale per scolaresche con prenotazione.

ORARI: da martedì a giovedì 10 - 13 e 15 - 18; da venerdì a domenica 10 -  19.

Casa della Musica, Museo dell’Opera e Casa del Suono – sino al 17 novembre

BOITO LIBRETTISTA E COMPOSITORE - IL NERONE NELL’ARCHIVIO STORICO RICORDI

La mostra racconta l’iter creativo dell’opera Nerone attraverso i documenti e gli oggetti dell’Archivio storico Ricordi: bozzetti, figurini, tavole di attrezzeria, contratti, corrispondenza, partitura, fotografie. Il materiale, arricchito dalle collezioni di Casa della Musica e del Dipartimento di Musicologia di Cremona, è ora a disposizione del pubblico in un percorso espositivo che si snoda tra palazzo Cusani, Museo dell’Opera e Casa del Suono.

ORARI: da mercoledì a domenica dalle 10 alle 18

Ingresso libero

Palazzo Pigorini – sino al 27 ottobre

RESILIENT

In mostra a Palazzo Pigorini le fotografie di Marco Gualazzini, nell’esposizione curata Alessandra Mauro: quaranta immagini dai reportage realizzati in Africa che raccontano in che modo questo continente reagisca alle crisi che lo flagellano con una capacità di resilienza straordinaria e insieme drammatica. Le immagini in mostra sono il frutto di un lungo lavoro che ha portato l’autore ad esplorare l’Africa dal Congo al Mali, dal Sud Sudan alla Somalia, alla ricerca di storie e vicende inedite. Storie che nessuno vorrebbe sentire, ma che è necessario raccontare.

ORARI: mercoledì e giovedì dalle 15 alle 19, da venerdì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Ingresso libero

Tacea la notte placida e Parma - Danza chiuse sabato 31 dicembre e domenica 1° gennaio
 Robert Capa 1943 - 1944, Ferrè Comte – Dettagli, Nel tempio della Duchessa tra reale e virtuale chiuse domenica 1° gennaio