Comunicati Stampa

23.03.19 / PARMA CITY OF GASTRONOMY UNESCO

Parma UNESCO city of Gastronomy trova casa.

La sede definitiva sarà nel Complesso di San Paolo, ora provvisoriamente, apre nei rinnovati spazi dell’ex Palazzo della Provincia il laboratorio aperto sulla cultura eccellenza agro-alimentare.


Due giorni di iniziative pensate anche per i più piccoli nel nome dell’educazione alimentare e dei corretti stili di vita per inaugurare i nuovi spazi dedicati alla Città creativa Unesco della gastronomia. Palazzo del Governatore un convegno sul Food Design.

Parma nel 2015 è stata nominata prima Città italiana Creativa Unesco per la Gastronomia ed oggi è in corso il cantiere per riqualificare gli spazi del Complesso di San Paolo che circondano il chiostro della fontana, per creare una “città della gastronomia” parmigiana che ospiterà la sede della Fondazione Parma Unesco Creative City of Gastronomy e il Laboratorio Aperto dedicato all’innovazione e alla sperimentazione nell’ambito della cultura dell’eccellenza agroalimentare, azione finanziata con i fondi del POR FESR Asse 6 per complessivi 2.920.000 €.

In attesa del completamento dei lavori, previsto per il 2020, grazie al sostegno della Regione Emilia Romagna, il Comune di Parma ha rinnovato e attrezzato il piano nobile dell’ex sede della Provincia, in Piazzale della Pace, e qui troveranno spazio attività formative, seminari, laboratori e attività di promozione dedicate alla cultura gastronomica del territorio.

Nei prestigiosi spazi dell’ex Palazzo della Provincia troverà sede provvisoria anche la Fondazione Parma Unesco City of Gastronomy, il soggetto costituito da Comune di Parma, Università degli Studi, Camera di Commercio, Fiere di Parma e Unione Parmense degli Industriali, per realizzare gli obiettivi del dossier Unesco.

La Cabina di regia ideata e diretta dall’Assessore Cristiano Casa e composta da tutti i rappresentanti delle filiere dell’economia agro-alimentare del territorio parmense, i consorzi di tutela delle produzioni tipiche e le associazioni legate al food, è un esempio unico in Italia di governance partecipata tra pubblico e privato, ed è stata decisiva per il raggiungimento di questo traguardo.Una importante partnership è stata avviata con l’Università di Parma che ha individuato nel Laboratorio aperto la sede per la Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione e per tutta l’offerta formativa nell’ambito agroalimentare.

A partire da aprile le lezioni del master universitario COMET - Cultura Organizzazione Marketing dell’Enogastronomia territoriale si terranno nella ex sala consiliare, mentre i bimbi della scuola primaria potranno frequentare i laboratori organizzati dai Maestri del Gusto insieme ai Servizi Educativi del Comune.
Anche l’Associazione Musei del Cibo ha sottoscritto una convenzione per porre la propria sede nei locali di Piazzale della Pace, impegnandosi a collaborare con il Comune di Parma per attività di promozione delle produzioni tipiche del territorio e per la valorizzazione delle sedi museali.

Ma una “città della gastronomia” non potrebbe essere tale senza uno spazio di degustazione. Con il sostegno di Scic, brand internazionale per l’arredamento in cucina, la ex Sala Savani diventerà uno spazio dedicato alla promozione dei prodotti del territorio, grazie ad un moderno e funzionale allestimento per attività di cooking show e didattica del cibo.
La presentazione ufficiale della sede ha dato il via ad un ricco calendario di iniziative per adulti e bambini, anticipato venerdì 22 marzo alle 17.45 da un convegno a palazzo del Governatore dedicato al Food design.

Pedro Reissig, esperto di Food Design, e di percorsi strategici per il mondo accademico, Membro dell’International Food Design Society e docente dell’ateneo di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, sarà a Parma per un seminario organizzato in collaborazione con Filippo Arfini del Dipartimento di Economia dell’Università di Parma. Reissig da sempre integra, nella sua carriera, il rigore accademico con la pratica del design, con frequenti pubblicazioni sia in ambito specialistico sia culturale e mediatico.

I suoi progetti hanno ricevuto riconoscimenti internazionali e sono rappresentati in oltre 30 paesi ed istituzioni culturali, come il MoMA di New York e il Mori Art Museum di Tokyo.
La presentazione alla stampa della sede di Piazzale della Pace sarà seguita dall’intervento di Gloria Bianchino, docente di Storia dell’Arte contemporanea, che illustrerà gli affreschi di Armando Pizzinato nell’ex sala del Consiglio Provinciale.
Poi via ai laboratori, realizzati nell’ambito di I Like Parma, settimana dedicata alla scoperta del patrimonio cittadino.

 Contest, laboratori, performance art, ma anche informatica: bambini ed adulti avranno a disposizione 48 ore di full immersion fra l’arte del cibo e il senso del gusto per crescere in consapevolezza e conoscere la tradizione della terra da cui provengono, la gustosa e ricca Food 

Valley d’Italia. Le iniziative, sotto l’egida della Fondazione Unesco, portano la firma del Comune, in collaborazione, fra gli altri, con I Musei del Cibo, Madegus e Giocampus, da sempre impegnate nell’educazione alimentare e per la diffusione di corretti stili di vita fin dalla più tenera età. 

IL CALENDARIO DELLE ATTIVITA’

 SABATO 23 MARZO 

ORE 10 e 11.30 

Alla scoperta del gusto  

Laboratorio per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni, in collaborazione con i Musei del cibo. Massimo 20 partecipanti, prenotazione obbligatoria sia per i bambini sia per gli adulti. Si fa il bis anche domenica 24 marzo, alle stesse ore. Info 0521/218889 turismo@comune.parma.it

ORE 15

Coderdojo ParmaUn laboratorio a tutta informatica per bambini dai 7 ai 13 anni. Si impara ad usare creativamente il computer.Massimo 30 partecipanti. Prenotazione su www.coderdojoparma.it. info@coderdojoparma.it

ORE 15.30 e 17 

La casa ecologica: dieta mediterranea e stili di vita sostenibili

Possiamo alimentarci in modo corretto e rispettare l’ambiente allo stesso tempo? Giocando e sperimentando nella Casa Ecologica, i bambini, dai 6 agli 11 anni, saranno chiamati a scalare la piramide alimentare della dieta mediterranea fino a conquistarla, comprendendo che un’alimentazione bilanciata non esclude alcun alimento e può avere un impatto positivo sull'ambiente. Il laboratorio è organizzato da Madegus - Maestri del Gusto, in collaborazione con Giocampus.  Massimo 20 partecipanti. Prenotazione: 0521/218889 turismo@comune.parma.it 

DOMENICA 24 MARZO

DALLE 10 ALLE 19

Gastrograffiti contest ’19. 

Performance di arte urbana e cultura gastronomicaUn contest, in collaborazione con l’Associazione Culturale McLuc Culture, prevede la sfida fra un gruppo di giovani writer nella realizzazione di opere sul tema “Gastronomia e Graffiti”. Le tre opere vincitrici saranno esposte al Gastronomy Hub, laboratorio del Comune di Parma, sul tema della cultura e dell’eccellenza gastronomica. Dalle 14.30 sarà possibile votare il graffito preferito, il verdetto alle 18.30.

ORE 11

Il Parmigiano più famoso nel mondo

L’affascinante storia di un formaggio che nasce dal territorio nel Medioevo e che ancor oggi si realizza con le stesse tecniche. A raccontare questo lungo percorso Giancarlo Gonizzi, coordinatore de I Musei del Cibo. L’arte di distinguerne i sapori attraverso un assaggio di differenti stagionature è, invece, affidata ad Igino Morini del Consorzio del Parmigiano Reggiano.Massimo 25 partecipanti.  Info e prenotazioni: 0521/218855 turismo@comune.parma.it 

ORE 15 E ORE 17 

Mani in pasta … frolla: oggi la crostata la prepariamo noi! 

Un laboratorio di cucina in cui i piccoli chef, dai 5 anni, insieme ad un adulto che li accompagni, impareranno a impastare la pasta frolla, a stenderla e a creare e decorare da soli la propria crostata con la marmellata. Massimo 15 bambini. Prenotazione: 0521/218889  tìturismo@comune.parma.it. 

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014