NOTIZIE / 15.10.14 / LAVORI PUBBLICI

Le opportunità legate ai fondi europei

Ne ha parlato Morena Dazzi, direttore generale regionale attività produttive nell'ambito del workshop urbano in corso all'Ospedale Vecchio.

ospedalevecchiofe

Nell’ambito del workshop in corso nella crociera dell’Ospedale Vecchio e incentrato sul progetto di rigenerazione urbana del centro storico, denominato Mastertown, finanziato da Fondazione Monte Parma con il coinvolgimento di Università e Comune, si è svolto l’incontro con il Direttore Generale regionale Attività produttive Morena Diazzi  che ha presentato il Por Fesr 2014-2020, Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale. Ammontano ad oltre 480 milioni di euro i fondi contemplati nel Programma operativo del Fondo Europeo di sviluppo per il periodo 2014 – 2020.

Un piatto ricco in cui Parma potrà fare la sua parte ed il progetto Masertown è stato pensato proprio in questo senso: attingere a fonti di finanziamento europei, nazionali e regionali. 

L’incontro si è aperto con i saluti dell’assessore all’urbanistica ed edilizia Michele Alinovi, alla presenza del rettore dell’Università degli Studi di Pama Loris Borghi, del professor Carlo Quintelli responsabile scientifico per l’università del progetto di ricerca.

 La città è ferita e sconvolta per i gravi danni prodotti dall’esondazione del torrente Baganza. “Bisogna guardare avanti, senza dimenticare quanto è successo – ha detto Alinovi – e nell’ambito del progetto Mastertown sarà necessario riflettere anche sul tema dei fiumi che attraversano la città alla luce di quanto accaduto. L’obiettivo è quello di migliorare attrattività e accessibilità del centro storico e il progetto Mastertown va in questo senso”. 

Le opportunità del Fondo europeo di sviluppo regionale per lo sviluppo del territorio per i prossimi sette anni sono diverse e insistono su ambiti variegati. Dei circa 480 milioni di euro che verranno stanziati, circa 144 milioni sono destinati a ricerca ed innovazione, per lo sviluppo dell’information and communication technology i fondi sono di circa 24 milioni, altri 120 milioni sono finalizzati a competitività e attrattività. A questi si aggiungo 94 milioni per la promozione della low carbon economy, 48 milioni per la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, 28 milioni per favorire città intelligenti e sostenibili e 19 milioni in assistenza tecnica.

“Il novo Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014 – 2020 – ha spiegato Morena Diazzi  - è stato inviato alla Commissione Europea e verrà approvato nei prossimi mesi dalla Regione”.

I Fondi strutturali sono lo strumento di attuazione della politica di coesione europea, coesione economica, sociale e territoriale in linea con le priorità della strategia Europa 2020. Grazie alla programmazione 2014-2020 la Regione incentiverà le azioni rivolte ad una crescita sostenibile, intelligente e inclusiva, attraverso l’investimento su alcuni assi strategici, quali la ricerca e l’innovazione, l’attuazione dell’agenda digitale, la competitività del nostro sistema produttivo, la promozione di un’economia sempre sostenibile dal punto di vista ambientale ed energetico e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico, culturale e naturale.

Partecipano | Alinovi Michele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014