Chi è

 

E’ un tecnico che si occupa del montaggio, della messa in funzione, del controllo, della revisione, manutenzione e riparazione di installazioni di refrigerazione e di climatizzazione, come pure di impianti a termopompa e di recuperatori del calore.

 

Cosa fa

 l lavoro dell'installatore di sistemi di refrigerazione inizia nell’officina dove, in base ai disegni e agli schemi di montaggio, si assemblano i vari componenti: compressore, condensatore ed evaporatore, eseguendo quindi un premontaggio del sistema.

Sul cantiere si  installa l’impianto completo e si collegano i vari componenti tramite tubature, in rame o in ferro, che vengono saldate e piegate perfettamente secondo varie tecniche.
Alla fine si otterrà un circuito chiuso, perfettamente ermetico e si procederà all’evacuazione dell’aria contenuta in esso. L’operazione seguente, molto delicata, consiste nel riempimento con i liquidi frigoriferi. Questi liquidi devono essere manipolati con grande cura e attenzione: una disattenzione può causare incidenti e gravi inquinamenti. Quindi un uso corretto dei liquidi e impianti perfettamente eseguiti, riducono i rischi di danni all'ambiente.
L'installatore di sistemi di refrigerazione si occupa anche del montaggio dei vari dispositivi elettronici di regolazione, di comando, di misura e di sicurezza. Deve essere in grado di dare tutte le necessarie indicazioni sia agli elettricisti sia ai sanitari, affinché procedano all’esatto allacciamento dei vari componenti. Infine esegue il controllo e procede alla messa in funzione e alla regolazione dell’impianto.
Talvolta, specialmente per gli impianti di climatizzazione, la messa in funzione deve essere eseguita con altri specialisti della regolazione. Effettua anche lavori di revisione e manutenzione dell’installazione. In caso di guasti deve essere in grado di localizzare il difetto e di procedere alla sua eliminazione.

 

Per chi 

Per chi è ama costruire e riparare oggetti meccanici e dispositivi elettrici i ed elettronici


Percorso di studio

Si consiglia la frequenza ad un Istituto Professionale - Settore Industria e Artigianato oppure  la frequentazione di uno specifico corso di formazione professionale autorizzato dalla pubblica amministrazione regionale competente.