Chi è

L'avvocato difende gli interessi di un singolo individuo o di una società, fornendo consigli legali e pareri in base a leggi e regolamenti in vigore. Se necessario, difende i diritti dei clienti davanti al giudice redigendo atti di citazione, ricorsi, memorie difensive, ecc.

 

Cosa fa

L'avvocato esercita la propria attività nel campo del diritto civile, penale e amministrativo.

Le principali attività di cui si occupa sono:

- Informare il cliente sui suoi diritti e consigliare la soluzione più adatta alla sua tutela.

- Cercare, mediante un confronto con la parte avversa, una soluzione amichevole che permetta di risolvere la controversia, evitando il processo.

- Agire in giudizio, davanti al giudice competente per materia e valore, redigendo l'atto introduttivo, allegando la documentazione necessaria a provare l'esistenza dei fatti posti a fondamento dei propri diritti.

- Assistere e difendere il cliente durante le udienze del processo.

 

Negli ultimi tempi, vista la difficoltà delle questioni di diritto trattate, si sta verificando una tendenza alla specializzazione nei vari settori del diritto: diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto tributario, commerciale, ecc.

 

In ogni caso il livello di autonomia e di responsabilità che possiede è molto elevato, in quanto il cliente delega al professionista la soluzione di questioni giuridiche spesso complesse.

 

La rete di relazioni in cui è quotidianamente coinvolto un avvocato è costituita dal cliente, dall'avvocato di controparte, dai giudici, dai notai e dal personale delle cancellerie dei tribunali e dei vari uffici pubblici.

 

Questo tipo di lavoro può essere impegnativo e stressante. L'avvocato lavora molte ore, andando spesso al di là del normale orario di lavoro, redigendo atti giudiziari, contratti ecc., analizzando casi e tenendosi informato sulle novità legislative e sui nuovi orientamenti della dottrina e della giurisprudenza.

 

Normalmente si avvale del computer per la stesura di atti e di lettere e utilizza spesso CD-Rom per la consultazione di norme e sentenze, banche dati e software specifici per la gestione di documenti.

Per svolgere questa attività dovrai possedere: - Ottime capacità di espressione, sia orali sia scritte. - Buone capacità di raccolta e trattamento degli aggiornamenti normativi e dei principali orientamenti della giurisprudenza e della dottrina. - Capacità di pianificazione e di organizzazione del lavoro. Sarà importante anche: - Saper apportare continuamente dei cambiamenti in vista del risultato da conseguire. - Saper comunicare in maniera efficace ed essere in grado di rapportarti con clienti e colleghi, nonché con giudici e notai. - Possedere un forte senso di responsabilità e far riferimento ad un solido codice deontologico. - Essere molto tollerante e disponibile al confronto. Dovrai inoltre disporre di una serie di conoscenze specifiche: diritto civile; diritto costituzionale; diritto amministrativo; diritto commerciale; diritto del lavoro; diritto processuale civile; diritto penale; diritto processuale penale; diritto ecclesiastico; diritto internazionale privato; diritto tributario; deontologia forense.

 

Per chi

Per chi è appassionato e vuole essere informato su cosa succede nel mondo a livello sociale e politico e vuole capire le leggi e le loro applicazioni

 

Percorso di studio

Per svolgere questa professione può essere utile l'indirizzo Classico o l'indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing. Ma non dimenticare che se vuoi fare questo mestiere è necessaria una formazione universitaria dopo il Diploma