Chi è

L’Odontotecnico progetta e realizza i dispositivi medici, come protesi dentarie e apparecchi ortodontici, sulla base delle impronte dentali e delle radiografie. L’odontotecnico non può effettuare alcun intervento o semplice manipolazione nella bocca del paziente, come invece fa il dentista.

È un professionista a cui sono richieste conoscenze in anatomia dell’apparato boccale, in biomeccanica, in fisica e in chimica.

Cosa fa

Lavora all’interno di laboratori attrezzati dove, tra i diversi compiti:

  • realizza il calco in gesso dove riprodurre il modello di mascella
  • costruisce i denti “artificiali” del colore, forma e posizione il più possibile simile al dente naturale
  • fabbrica gli apparecchi ortodontici di vario tipo per correggere malformazioni acquisite o congenite della mascella, dei denti o del palato

Vista la particolarità e le dimensioni ridotte dei manufatti su cui lavora, è richiesta precisione, manualità e dimestichezza nell’utilizzo di tecnologie e strumenti per costruire, levigare e rifinire diversi tipi di protesi (provvisoria, fissa e mobile). Trapani, pinze, lime, seghetti, lenti sono alcuni degli attrezzi di cui l’odontotecnico si serve per modellare i diversi materiali (cera, ceramica, leghe nobili, resina, materie plastiche…) impiegati per la fabbricazione di protesi e denti.

Qualunque siano le indicazioni trasmesse del dentista, l’odontotecnico ha il compito di costruire dispositivi medici che restituiscano funzionalità ed estetica al cavo orale, personalizzando le protesi per rispondere alle diverse esigenze dei pazienti. È chiamato, pertanto, ad aggiornarsi costantemente per realizzare manufatti che siano al passo con le innovazioni scientifiche e tecnologiche, utilizzando materiali sempre più sofisticati e moderni che tutelino la salute del paziente.

L’odontotecnico può svolgere l’attività in maniera autonoma dopo aver sostenuto l’esame di abilitazione all’esercizio della professione, oppure lavorare in qualità di dipendente presso strutture sia pubbliche che private.

Per chi

Per chi è interessato a prendersi cura delle persone

Percorso di studio

Si consiglia la frequenza ad un Istituto Professionale - Indirizzo Servizi Socio-Sanitari oppure  la frequentazione di uno specifico corso di formazione professionale autorizzato dalla pubblica amministrazione regionale competente.