Chi è

Si tratta della figura professionale che, all’interno delle aziende (alimentari, chimiche, farmaceutiche) garantisce gli standard di qualità nei singoli cicli di produzione. Si tratta di una figura che verifica e controlla il processo di produzione e lr msterie prime che vengono acquistate, contribuisce all’ottimizzazione dei processi e dei prodotti in termini di migliore gestione dei costi, rispondenza agli standard qualitativi internazionali, compressione dei tempi di produzione e consegna.

Che cosa fa

I suoi compiti prevedono:

- effettuare le prove di laboratorio e il controllo qualitativo dei semilavorati e dei prodotti finiti per valutarne e classificarne le eventuali difettosità;

– verificare la corrispondenza delle caratteristiche del prodotto a quelle richieste dalla normativa. In base alle difettosità riscontrate propone le soluzioni per rimuoverle;

– controllare le caratteristiche dei materiali acquistati e, contemporaneamente, la rispondenza del prodotto finito alle specifiche richieste dal cliente;

– eseguire il controllo qualità degli approvvigionamenti, dei processi di lavoro, delle attività post-produzione.

Il tecnico controllo si occupa della redazione di tutta la documentazione necessaria all’implementazione della qualità di sistema. 

Per chi

Per chi è interessato agli esperimenti scientifici e alle osservazioni al microscopio

Percorso di studio

Si consiglia la frequenza ad un Istituto Tecnico-Indirizzo Agraria, agroalimentare, agroindustria o Indirizzo Chimica, materiali e biotecnologie