INDIRIZZI SCOLASTICI
SEDI
- Liceo "Romagnosi"
VLE MARIA LUIGIA N° 1/A
PARMA - 43125
Sito web: vai al sito della scuola
CONTATTI

Tel. 0521/282115
Fax 0521/385159
Mail: prpc010001@istruzione.it

OPZIONI

Il liceo Romagnosi propone l'indirizzo Classico e dall'anno scolastico 2018/19 il nuovo indirizzo linguistico

 

INDIRIZZO CLASSICO

Oltre all'indirizzo tradizionale, è possibile scegliere tra i seguenti percorsi:

  • il percorso Cicerone: potenziamento dell'area umanistica ed artistica inserendo nel piano di studi moduli orari aggiuntivi di materie letterarie (italiano, latino e greco) e storia dell'arte
  • il percorso Archimede: potenziamento delle discipline scientifiche l’aggiunta di 1 ora di matematica e di 1 ora in una delle altre discipline scientifiche (fisica, chimica, biologia - a seconda degli anni di corso)
  • il percorso Erasmo: introduzione seconda lingua straniera scelta tra francese, tedesco o spagnolo. Sono previsti anche interventi di lettori specializzati, in particolare nel triennio

Ore aggiuntive rispetto al Quadro orario generale dell'indirzzo Classico

CICERONE – POTENZIAMENTO AREA UMANISTICA E ARTISTICA

1° anno

2° anno

3° anno 

4° anno 

5° anno 

Arte e civiltà classica

1

1

 

 

 

Laboratorio di lettere

1

1

1

1

1

Corsi tematico-disciplinari

1

1

2

2

2

TOTALE

30

30

34

34

34

 

 

 

 

 

ARCHIMEDE – POTENZIAMENTO AREA SCIENTIFICA

1° anno

2° anno

3° anno 

4° anno 

5° anno 

Potenziamento scientifico

2

2

2

2

2

Corsi tematico-disciplinari

1

1

1

1

1

TOTALE

30

30

34

34

34

 

 

 

 

Percorso Archimede Tecnologico

 

Dall'A.S. 2017-18 il percorso Archimede si arricchisce di una sperimentazione tecnologica (Archimede Tecnologico) che, grazie ad attività laboratoriali e alle possibilità offerte dal digitale, integra ulteriormente la ricchezza della cultura classica con la  realtà contemporanea.

 (Archimede Tecnologico)

1 modulo orario aggiuntivo settimanale di matematica

1 modulo orario aggiuntivo settimanale di scienze

1 modulo orario aggiuntivo settimanale di laboratorio di scienze sperimentali (integrato in matematica)

 

ERASMO – POTENZIAMENTO LINGUA STRANIERA

1° anno

2° anno

3° anno 

4° anno 

5° anno 

Seconda lingua straniera

3

3

3

3

3

TOTALE

30

30

34

34

34

 

 

 

 

INDIRIZZO LINGUISTICO

L’indirizzo di Liceo linguistico prosegue nel solco di una lunga tradizione di attenzione alle lingue europee moderne avviato nel percorso “Erasmo” dell’indirizzo Classico: il francese e il tedesco sono presenti nel piano di studi dal 1999, e recentemente è stato introdotto

anche lo spagnolo. La didattica delle lingue straniere, specialmente nel biennio, si caratterizzerà per aspetti laboratoriali, formalizzando la positiva esperienza del teatro in lingua (già attiva da molti anni nel Liceo Classico), per favorire lo sviluppo di una competenza linguistica che sia soprattutto comunicativa. Le classi del Liceo Linguistico potranno partecipare a tutte le iniziative previste per le classi del percorso “Erasmo” del Liceo Classico:

• “la classe viaggiante”: gli studenti svolgono (di norma nel secondo anno) un mini-stage linguistico

di una settimana in una città straniera, seguono lezioni in lingua in una scuola del luogo e sono

inseriti in famiglie della città scelta come sede dello stage;

• partecipazione a scambi e gemellaggi (ad es. con il Gymnasium di Worms-Germania, città

gemellata con Parma; con il Lycée di Orléans; con la scuola superiore di Gislaved-Svezia, con la

scuola inter-religiosa “San Giuseppe” di Sarajevo-Bosnia).

Studio all’estero: il Liceo favorisce la partecipazione ad un periodo di studio all’estero

(preferibilmente quadrimestrale), di norma nel quarto anno, con progetti, gestiti da enti certificati,

che prevedono l’inserimento familiare e scolastico dei giovani affinché vengano in contatto con la

cultura del paese ospitante. I giovani si integrano negli stati stranieri e spesso anche dopo il Liceo

proseguono gli studi all’estero con successo.

Le classi del Liceo Linguistico potranno partecipare ai Corsi Tematico-Disciplinari (CTD)

previsti per i percorsi Cicerone e Archimede del Liceo classico

I Corsi Tematico-Disciplinari (CTD) sono corsi a classi aperte, presenti nei percorsi Cicerone e

Archimede e nel Liceo Linguistico, che permettono di affrontare temi o discipline nuove, di fare

esperienze teatrali o musicali, di approfondire discipline già presenti nel curricolo: ogni studente può

personalizzare il proprio percorso approfondendo interessi e cogliendo opportunità offerte dalla

scuola. Il numero degli studenti partecipanti ai diversi corsi è variabile, ma non può ovviamente

superare la capienza delle aule e degli spazi dedicati; di norma gli studenti vengono assegnati ad uno

dei corsi che incontrano le propria preferenza ed il proprio interesse.

I CTD hanno carattere prevalentemente laboratoriale per il primo biennio, di approfondimento per il

triennio, e sono corsi proposti dalla scuola come integrazione del percorso scolastico personale.

La frequenza ai corsi è obbligatoria, poiché tali attività vengono a far parte integrante del curriculum

e, anche se la valutazione non compare nella pagella ufficiale, verrà rilasciato un documento attestante

i livelli di apprendimento e di partecipazione.

Vengono attivati sia corsi annuali, che approfondiscono attività teatrali e musicali (coro, musical,

teatro), curati da esperti esterni, sia corsi modulari di diversa durata (7 o 8 settimane), per cui è

possibile frequentare fino a 4 corsi ogni anno.

Per il biennio, la proposta dei CTD è volta all'approfondimento dei vari linguaggi: da corsi di

traduzione e di lingue non curricolari (ad es. Cinese), ai linguaggi visuali delle arti figurative e

cinematografiche (ad es. Laboratorio di video-arte oppure Giovani e scuola nel cinema), ai linguaggi

delle scienze (ad es. Conosci il verde: riconoscere gli alberi della nostra città), del teatro, della

musica e del canto corale.

Per il triennio, invece, la proposta dei CTD è strutturata per aree disciplinari ed è orientata alla

personalizzazione del curricolo, aggiungendo alle competenze specifiche già scelte al momento

dell'iscrizione per un determinato indirizzo (Archimede o Cicerone) quelle che maggiormente

interessano ogni studente, nelle aree letteraria, storico-filosofica, tecnico-scientifica, artistica,

teatrale, sportiva, linguistica ed economico-giuridica.

Sia per il biennio sia per il triennio, il Collegio docenti propone ogni anno i corsi da attivare sulla

base delle risorse e delle professionalità presenti.

Per i periodi in cui i CTD sono sospesi (di norma all’inizio e alla fine dell’anno scolastico, o durante

la “pausa didattica” tra il primo e il secondo periodo), le classi svolgono attività di recupero o di

potenziamento nelle singole discipline. Queste attività sono realizzate con orario flessibile e sono

tenute dai docenti della classe, a seconda delle richieste e delle esigenze didattiche. Nell’ultimo anno

le ore sono utilizzate anche per la preparazione all’esame di stato, per l’orientamento in uscita, per la

preparazione ai test di accesso all’Università.

A partire dall’a.s. 2018/19, in particolare nelle sezioni di Liceo classico del percorso Cicerone

dell’indirizzo classico e nell’indirizzo linguistico, previa adesione degli alunni e delle famiglie, verrà

inserita la disciplina “educazione musicale” come Corso Tematico Disciplinare, di durata

quadrimestrale o annuale, anche per l’intero gruppo-classe, al fine di approfondire il linguaggio

musicale, attraverso l’educazione all’ascolto, la decodificazione del linguaggio musicale, l’approccio

alla storia della musica – in parallelo allo studio della storia e delle letterature, nonché la possibilità

di partecipare ad alcune iniziative presenti nel nostro territorio, musicalmente ricco (festival Verdi,

fondazione Toscanini, teatro Regio, casa della musica e del suono…)

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno:

• avere acquisito in due lingue moderne strutture, modalità e competenze comunicative

corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento;

• avere acquisito in una terza lingua moderna strutture, modalità e competenze

comunicative corrispondenti almeno al Livello B1 del Quadro Comune Europeo di

Riferimento;

• saper comunicare in tre lingue moderne in vari contesti sociali e in situazioni professionali

utilizzando diverse forme testuali;

• riconoscere in un’ottica comparativa gli elementi strutturali caratterizzanti le lingue

studiate ed essere in grado di passare agevolmente da un sistema linguistico all’altro;

• essere in grado di affrontare in lingua diversa dall’italiano specifici contenuti disciplinari;

• conoscere le principali caratteristiche culturali dei paesi di cui si è studiata la lingua,

attraverso lo studio e l’analisi di opere letterarie, estetiche, visive, musicali,

cinematografiche, delle linee fondamentali della loro storia e delle loro tradizioni;

• sapersi confrontare con la cultura degli altri popoli, avvalendosi delle occasioni di contatto

e di scambio.