Polizia Municipale

Il ruolo della Regione Emilia Romagna

La Legge Costituzionale n. 3/2001 ha riformato il Titolo V della Costituzione attribuendo alle Regioni autonomia legislativa, ovvero, la potestà di dettare norme di rango primario in riferimento ad ogni materia non espressamente riservata alla legislazione dello Stato. 

Alle Regioni è stato attribuito dal legislatore costituzionale il potere legislativo in materia di polizia amministrativa locale. 

La Regione Emilia-Romagna ha esercitato tale potere con la Legge Regionale del 4 dicembre 2003 n. 24 "Disciplina della polizia amministrativa locale e promozione di un sistema integrato di sicurezza" attuando, altresì, il coordinamento delle Polizie Municipali e Provinciali attraverso il Servizio Politiche per la sicurezza e la polizia locale.

stemma regione e comune
I contributi regionali nel 2015 e nel 2016

Con DGR 1° luglio 2015, n. 826, in attuazione della DGR 440/2015, è stato ammesso a finanziamento il progetto "La polizia locale entra nei social" che ha consentito l'apertura del profilo twitter istituzionale, l'acquisto di tablet da assegnare agli agenti esterni, la creazione di apposite APP con le banche dati dell'ente nonchè la formazione professionale di circa 80 operatori. 

Con DGR 28 settembre 2015, n. 1406 è stato approvato l'Accordo di Programma tra la Regione Emilia-Romagna e il Comune di Parma per l'assegnazione e la concessione di contributi economici, ai sensi dell'art. 6 comma 1, L.R. 24/2003. Il progetto denominato “Quartieri più sicuri - Aggiornamento ed implementazione del sistema di videosorveglianza del comune di Parma” è finanziato in misura del 70% dalla Regione. Grazie al progetto in zone dove è alta la percezione di insicurezza, oltre ad essere installate nuove telecamere per implementare il sistema di videosorveglianza nelle centrali operative della Polizia Municipale, Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri, sono state coinvolte nel controllo del territorio le associazioni di volontariato, con la collaborazione degli istituti scolastici si è entrati in contatto con i bambini per sensibilizzarli ai temi della sicurezza stradale e del rispetto delle regole, questo al fine di costruire a più livelli un sistema di controllo sociale ispirato all'art. 18 del Codice Europeo di Etica per la Polizia.

Con DGR n. 649/2016, in attuazione della DGR n. 146/2016, è stato ammesso a finanziamento regionale il progetto “Riorganizzazione e Innovazione Tecnologica del Reparto Infortunistica”. Il progetto nasce con l’intento sia di migliorare il servizio per coloro che si trovano coinvolti sempre più spesso in sinistri stradali sia per sgravare la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri da queste incombenze. L’obiettivo è quello di informatizzare le pattuglie esterne in modo da velocizzare le attività di rilievo e semplificare le procedure amministrative. Inoltre, il sw utilizzato permetterà la fatturazione automatica delle spese relative alle richieste di accesso atti e sarà collegato al sistema di ragioneria del Comune per sgravare gli operatori addetti da attività d’ufficio. Il contributo della Regione Emilia Romagna permette di finanziare l’acquisto di dispositivi hardware e di un plotter.

 

 

 

 

Urgenze 0521 218730 oppure 0521 218000
Premere "1" per le urgenze

Numero Unico 0521 40521 Numero Verde 800977994