Protezione Civile

NOTIZIE / 23.04.19

GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE

In data 08 aprile 2019, il Consiglio Comunale con delibera n° 27 ha approvato la costituzione del gruppo comunale di volontari di protezione civile. Questo nuovo gruppo, che entrerà a far parte del comitato provinciale del volontariato di protezione civile...
image

...si propone l'obiettivo di potenziare ulteriormente le possibilità operative della protezione civile locale sia in fase preventiva che di emergenza.

Il gruppo è stato ufficialmente presentato durante un incontro che si è svolto in Sala Rappresentanza del Municipio alla presenza del Sindaco Federico Pizzarotti, di Michele Gadaleta, Dirigente del Settore Protezione Civile del Comune di Parma e di Daniele Fratta, Posizione Organizzativa della Struttura Operativa Protezione Civile del Comune di Parma. 

Il gruppo è aperto a tutti i maggiorenni che hanno il desiderio di impegnarsi attivamente per la città ed il proprio territorio, donando parte del  prezioso tempo libero per il bene comune.

Anche i minorenni, dai 16 anni in su e con liberatoria dei genitori, potranno iscriversi e, benché non impiegabili in attività emergenziali, potranno iniziare a vivere questo meraviglioso mondo, portando tutte le loro capacità ed energie, nell'ambito di un sistema coordinato ed organizzato.

“A valle della delibera di Consiglio Comunale che lo ha istituito, presentiamo e iniziamo oggi, la campagna di adesione a questo nuovo gruppo che vuole inserirsi nel contesto già ricchissimo del volontariato impegnato in azioni di protezione civile del nostro territorio - ha sottolineato il sindaco, Federico Pizzarotti. Il tema dell’autoprotezione è un tema su cui tutti devono investire, il Comune in particolare, a cominciare dai corsi sul saper cosa fare in caso di emergenza. Il nostro territorio è già stato colpito in passato da calamità ed abbiamo visto l’importanza di essere pronti. Questa chiamata parte già dai 16 anni di età”.

Gli iscritti al gruppo saranno impiegati in tutte le attività istituzionali tipiche della protezione civile (previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell'emergenza) e avranno uno stretto coordinamento con il settore protezione civile del comune di Parma che ne ispirerà e supporterà l'azione.

“Un’iniziativa pubblica, dedicata ad illustrare ai cittadini le attività e le possibilità di partecipazione ai gruppi è prevista per il prossimo 25 maggio - hanno spiegato gli ingegneri Fratta e Gadaleta - il titolo dell'iniziativa: "Protezione Civile – Proteggiamoci dai rischi il sistema c’è", allude proprio a maggiori consapevolezze che la popolazione deve acquisire in termini di gestione delle emergenze. Una postazione informativa sarà attiva dalle 10 alle 21 sotto i Portici del Grano appunto di quel sabato”.

I volontari inscritti, potranno accedere a vari tipi di attività formative ed addestrative e collaboreranno con il settore protezione civile del Comunale di Parma anche con attività di sopralluogo, di monitoraggio, di rilievo e di supporto alla pianificazione di emergenza.

 


Numero Unico 0521 40521
Scopri il Piano di Emergenza Comunale Geo-3D

Fasce altimetriche e CTR - x8 Scopri le nuove potenzialità dei sistemi Geo-3D in uso alla Protezione Civile Comunale.

Alert System

BANNER_ALERT-SYSTEM Servizio di avviso telefonico di emergenza per eventi calamitosi

La Protezione Civile spiegata ai più piccoli

Immagine1 Presentazioni per i più piccoli

Cosa fare in caso di alluvione - VIDEO

alluvione1 Il video spiega al cittadino che cos'è un'alluvione e come comportarsi prima, durante e dopo. Una voce narrante racconta quali sono i comportamenti salvavita da adottare. Il video è stato curato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna e realizzato da Lorenzo Castiello e Alessa

Cosa fare in caso di Terremoto - VIDEO

Terremoto Parma ll video spiega al cittadino cosa fare durante e dopo un terremoto. Una voce narrante racconta quali sono i comportamenti salvavita da adottare in caso di terremoto. Il video è stato curato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di un progetto di comunicazione coo


AREA RISERVATA