Interventi di assistenza economica a favore delle persone e famiglie

Reddito di solidarietà Comunale per le persone anziane

Di cosa si tratta?

Nell'anno 2019  per poter accedere al Contributo per lo sconto sui consumi  ed al reddito di solidarietà Comunale indirizzato alle persone anziane, sarà necessario rivolgersi all’assistente sociale che, se aventi diritto, formulerà un progetto personalizzato al fine di erogare quanto dovuto, utilizzando per gli importi i riferimenti espressi nella tabella  dell’art. 10 del regolamento.

Il Reddito di solidarietà Comunale (per i nuclei anziani) è una forma di integrazione al reddito in favore di anziani (65 anni compiuti) che vivono soli o in coppia con altre persone anziane,  privi di figli, o con adulti all’interno dello stesso nucleo familiare, che si trovano in condizione di disagio e/o seguiti dai Servizi.
L’importo del Contributo è determinato scomputando dal reddito del beneficiario le spese sostenute per il canone di locazione (fino ad un massimo di 500 euro mensili) e integrandolo fino a concorrenza dell’importo del Reddito di solidarietà per anziani previsto dal Regolamento. Il reddito del beneficiario comprende qualsiasi tipo di pensione o rendita comprese le relative mensilità aggiuntive e gli eventuali assegni di accompagnamento. L'affitto viene detratto fino ad un importo massimo di € 500,00 mensili se intestato all'anziano richiedente la misura.

Per le persone prive di reddito documentabile, il Contributo viene calcolato attribuendo un reddito minimo presunto, corrispondente all’importo del Reddito di solidarietà previsto nella tabella B) inserita nel nuovo  Regolamento e, fatta salva la possibilità di ulteriori accertamenti.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Il contributo è rivolto:

 

·         alle persone anziane (età uguale o superiore a 65 anni)  che vivano soli o in coppia con altro anziano/a e che siano privi di figli;

·         alle persone anziane (età uguale o superiore a 65 anni)  con adulti presenti all’interno del nucleo familiare  se anche questi ultimi si trovino in condizioni di disagio o siano seguiti dai Servizi;

·         alle persone anziane (età uguale o superiore a 65 anni) che, pur avendo figli non conviventi, si trovino in una situazione caratterizzata da grave conflittualità relazionale non di carattere occasionale certificata da una relazione dell’Assistente Sociale. In tale ipotesi, il Servizio Sociale ha facoltà di rivalersi sul figlio fino a concorrenza delle somme erogate a titolo di minimo vitale.……………………………………………………………………………

I beneficiari devono avere i seguenti requisiti:

1.       Residenza nel Comune di Parma;

2.       I cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, il possesso di un titolo di  soggiorno in corso di validità;

3.       ISEE del nucleo familiare calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013 inferiore o uguale a € 6.000,00;

4.       patrimonio mobiliare del nucleo calcolato ai sensi del DPCM 159/2013 di valore inferiore o uguale ad € 6.000,00 per persona sola, a € 8.000,00 per due persone e a € 10.000,00 per tre o più persone ;

5.       Patrimonio immobiliare, calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013, di valore inferiore o uguale ad € 20.000,00,con esclusione dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, (compresa di una sola pertinenza) in cui risiede il nucleo familiare richiedente e ricompresa in una delle seguenti categorie catastali: A/2,A/3,A/4,A/5,A/;

Motivi di esclusione dal beneficio:
Costituiscono motivi di esclusione e riguardano  tutti i componenti il nucleo familiare (soggetti componenti la famiglia anagrafica art. 3 DPCM n.159/2013 e soggetti tenuti agli alimenti (art. 433 del C.C.):

1.       ISEE superiore alla soglia di accesso € 6.000,00;

2.       patrimonio mobiliare calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013 di valore superiore ad € 6.000,00 per  persona sola a € 8.000,00 per due persone e a € 10.000,00 per tre o più persone;

3.       patrimonio immobiliare calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013  di valore superiore ad € € 20.000,00, con esclusione dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, (compresa di una sola pertinenza) in cui risiede il nucleo familiare richiedente e ricompresa in una delle seguenti categorie catastali: A/2,A/3,A/4,A/5,A/6;

4.       Possesso autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (con esclusione degli autoveicoli e motoveicoli per cui è prevista un’agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);

5.       possesso di camper e unità mobili, ad eccezione di quelli adibiti a uso abitativo;

6.       possesso di uno o più natanti o barche da diporto;

7.       ogni caso di palese inattendibilità della situazione ISEE presentata, verificata da parte del Servizio competente.

8.       mancata collaborazione nella ricostruzione delle capacità economiche dei familiari tenuti agli alimenti (art. 433 del C.C.);

 

Modulistica

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 01 ) Copia fotostatica del documento di identità

    del firmatario - da presentare qualora la firma dell'intestatario non venga apposta alla presenza dell' addetto incaricato a ricevere la pratica


  • 02 ) Copia fotostatica del documento d’identità della persona che consegna la pratica
    da presentare qualora la domanda non venga consegnata dal firmatario

  • 03 ) Copia del Codice IBAN su cui effettuare i versamenti a mezzo bonifico bancario
    da presentare qualora si sia optato per il versamento del Minimo Garantito e/o dello Sconto a mezzo bonifico bancario

Modalità di presentazione

La domanda deve essere presentata entro il 30/11/2018 utilizzando l'apposito modulo interamente compilato:
- presso le sedi dei Poli Sociali Territoriali;

Qual è la tempistica del procedimento?

La domanda è presentata presso le sedi dei Poli territoriali. L’attestazione è immediata se la pratica è completa della dichiarazione del possesso dei requisiti per la concessione da parte del cittadino, con il calcolo del beneficio.

Alla domanda segue le proposta di reddito garantito comunale per anziani redatta dell’Assistente Sociale responsabile del caso. La domanda corredata dalla proposta del Servizio sociale viene trasmessa alla sede centrale S.O. Controllo Istruttorio per l’iter conseguente all’istruttoria.

Data inizio validità : 22/03/2019
Ultimo aggiornamento : 22/03/2019
Numero Unico 0521 40521
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
Logoonline
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
banner_200x203.jpg
banner300x250-1
motoria-over-55.png
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014