Assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)

Assegnazione alloggi ERP

Di cosa si tratta?

Ai sensi dell’Art. 6 della L.R. 24/2001 e S.m.i. , i Comuni esercitano le funzioni di promozione degli interventi per le Politiche Abitative e provvedono, in particolare alla gestione ed all’assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP).
L’assegnazione avviene mediante Bando di concorso generale.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE
(I requisiti devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda e debbono permanere fino al momento dell’assegnazione).

Possono partecipare al presente concorso i richiedenti che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

A) Cittadinanza: (requisito previsto per il solo richiedente)

Può chiedere l’assegnazione di alloggio ERP il richiedente che sia:

A.1 - Cittadino italiano;
A.2 - Cittadino di Stato aderente all’Unione Europea;
A.3 - Familiare di un cittadino dell’Unione Europea non avente la cittadinanza di uno stato membro, in possesso di regolare Permesso di Soggiorno ex Art. 19, del D. Lgs 6/2/2007 n. 30;
A.4 - Titolare di protezione internazionale di cui all’art. 2, del D.lgs 19/11/2007, n. 251 e s.m.i. (status di rifugiato o status di protezione sussidiaria);
A.5 - Cittadino straniero, titolare di permesso di soggiorno UE per  soggiornanti di lungo periodo;
A.6 - Cittadino straniero regolarmente soggiornante in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che eserciti una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo.

B) Residenza o attività lavorativa nel Comune di Parma (requisito previsto per il solo richiedente):

Può chiedere l’assegnazione di alloggio ERP il richiedente che sia in possesso di entrambi i requisiti sottoelencati:

B.1 -  residenza anagrafica o l’attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune di Parma;

B.2 - residenza anagrafica o l’attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nell’ambito della Regione Emilia Romagna da almeno 3 anni.

C) Limiti della titolarità di diritti reali su beni immobili (requisito previsto per l’intero nucleo familiare richiedente)

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente non devono essere titolari, complessivamente, di una quota superiore al 50% di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione sul medesimo alloggio ubicato in qualsiasi comune del territorio nazionale ed adeguato alle esigenze del nucleo familiare ai sensi del D.M. del 5/7/75.

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente non devono mai avere ottenuto precedenti finanziamenti agevolati, in qualunque forma, concessi dallo Stato o da Enti pubblici, al fine di acquistare un alloggio, sempre che l’alloggio non risulti inagibile.

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente non devono mai avere ottenuto l’assegnazione di alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica cui è seguito il riscatto o l’acquisto ai sensi della Legge 513/1977 o della Legge 560/1993 o di altre disposizioni in materia di cessioni di alloggi di edilizia residenziale pubblica, sempre che l’alloggio non risulti inagibile.

L’assegnazione non è preclusa nei seguenti casi:

il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente possono essere titolari di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio dichiarato inagibile da certificato rilasciato dal Comune competente.

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente possono essere titolari, in misura parziale o totale, di nuda proprietà di un alloggio.

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente possono essere proprietari di un alloggio oggetto di procedura di pignoramento, a decorrere dalla data di notifica del provvedimento di rilascio dell’alloggio emesso dal giudice dell’esecuzione ai sensi dell’art. 560 c. 3, C.P.C.

Il cittadino ed i componenti il nucleo familiare richiedente possono essere proprietari di un alloggio assegnato al coniuge per effetto di sentenza di separazione giudiziale o di accordo omologato in caso di separazione consensuale o in base ad altro accordo ai sensi della normativa vigente

D) Limiti di reddito per l’accesso: (requisito previsto per l’intero nucleo familiare richiedente)

Il limite di reddito per l’accesso è calcolato in base all’ISE (Indicatore Situazione Economica), all’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) ed al patrimonio mobiliare, nel seguente modo:

il valore ISE in corso di validità del nucleo familiare richiedente, calcolato ai sensi del DPCM 159/2013, , non deve essere superiore ad Euro 34.380,60.

Il valore ISEE in corso di validità del nucleo familiare richiedente, calcolato ai sensi del DPCM 159/2013, non deve essere superiore ad Euro 17.154,30.

Fatte salve eventuali disposizioni della Regione Emilia Romagna:

• per i nuclei con presenza di un solo reddito derivante da solo lavoro dipendente o da pensione, il valore I.S.E.E. del nucleo familiare risultante dall’attestazione rilasciata dall’INPS è diminuito del 20%;
 
• per i nuclei con reddito da sola pensione e presenza di almeno un componente di età superiore a 65 anni, il valore I.S.E.E. del nucleo familiare risultante dall’attestazione rilasciata dall’INPS è diminuito del 20%.

Il patrimonio mobiliare del nucleo familiare richiedente, (al lordo della franchigia prevista dal D.LGS. 109/98 come modificato dal Dlgs. 130/2000 pari ad Euro 15.493,71) non deve essere superiore ad Euro 35.000,00.
Il patrimonio mobiliare del nucleo familiare richiedente di Euro 35.000,00 (al lordo della franchigia prevista dal Dlgs.109/98 come modificato dal Dlgs. 130/2000 pari ad Euro 15.493,71) è incrementato del 30% nei casi in cui almeno uno dei componenti il nucleo familiare abbia un’età superiore ai 65 anni o abbia un grado di invalidità superiore al 66%, così come previsto dalla Del. G.R n. 468/2007, ovvero non deve essere superiore ad Euro 45.500,00.

Modulistica

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 1 ) Copia fotostatica del documento d’identità del firmatario
    da presentare qualora la firma dell’intestatario non venga apposta alla presenza dell’addetto incaricato a ricevere la pratica

  • 2 ) Copia fotostatica del documento d’identità della persona che consegna la pratica
    da presentare qualora la domanda non venga consegnata dal firmatario

  • 3 ) Copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno
    per cittadini extracomunitari, anche per chi è stato riconosciuto rifugiato politico

  • 1 ) Marca da bollo Euro 16,00 da apporre alla domanda
  • 2 ) Modulo Completo della Dichiarazione Sostitutiva Unica con Attestazione ISEE/ISE in corso di validità e riferita all’anno di imposta 2014
  • 3 ) Certificato del datore di lavoro attestante l’attività lavorativa del richiedente
    in caso di lavoro dipendente

  • 4 ) Certificazione che attesti la condizione di sistemazione precaria del nucleo richiedente
    in caso di sistemazione precaria

  • 5 ) Ordinanza di sgombero
    in caso di sgombero

  • 6 ) Sfratto esecutivo
    in caso di sfratto

  • 7 ) Dichiarazione attestante il rilascio dell'alloggio di servizio
    in caso di rilascio

  • 8 ) Verbale di conciliazione giudiziaria
    in caso di rilascio dell’alloggio o di sistemazione precaria

  • 9 ) Certificato di invalidità
    in caso di invalidità

  • 10 ) Copia del contratto di locazione
    in caso di alloggio in locazione

  • 11 ) Copia delle ricevute di pagamento del canone d'affitto

    in caso di alloggio in locazione


Modalità di presentazione

La domanda, compilata sull'apposito modulo prelevabile presso gli Sportelli Polifunzionali del Centro Direzionale (Piano -1) - Largo Torello de Strada n. 11/a.- o scaricabile tramite Internet all'indirizzo www.comune.parma.it, può essere:
- Inviata a mezzo posta all’indirizzo: Comune di Parma – Settore Sociale - Servizi Amministrativi - S.O. Politiche abitative –  L.go Torello de Strada, 11/a – 43121 Parma
- Presentata presso gli Sportelli Polifunzionali del DUC (Piano -1) – L.go Torello de Strada, 11/a – Parma



 

Data inizio validità : 17/10/2018
Ultimo aggiornamento : 07/12/2018
Numero Unico 0521 40521
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
Logoonline
banner300x250-1
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
Comune di Parma
se studi viaggi-banner
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014