• Servizio
  • Stampa
  • Servizi OnLine Servizi OnLine Attivi

Abbattimento e capitozzatura di verde privato sottoposto a tutela

Autorizzazione all’abbattimento/capitozzatura di verde privato sottoposto a tutela

Di cosa si tratta?

L’autorizzazione all’abbattimento/capitozzatura di verde privato sottoposto a tutela può essere richiesto ai sensi degli artt. 8, 10, e 13 del vigente regolamento Verde Pubblico e privato del Comune di Parma, come di seguito specificato.

Autorizzazione all’abbattimento delle alberature ai sensi dell’ art. 8
Viene rilasciata nei seguenti casi:
- morte della pianta
- grave patologia o avanzato deperimento della pianta, non altrimenti  trattabili
- pericolo di crollo con rischio di danno a persone, animali o cose dimostrato da un’analisi di stabilità degli alberi, eseguita da un professionista abilitato ( dottore agronomo/forestael – perito agrario/agrotecnico)


Sostituzione degli alberi abbattuti
Nei casi indicati gli alberi sono da considerarsi “non vegeti” per cui ogni albero abbattuto deve essere sostituito – entro sei mesi dall’abbattimento  - da un nuovo esemplare avente una dimensione minima di 16/18 cm di circonferenza del tronco misurata a 1 metro di altezza.
Monetizzazione
Qualora non fosse possibile la sostituzione dell’albero, nella medesima area o in altra area privata nel territorio comunale, il proprietario o l’avente titolo, al rilascio dell’autorizzazione dovranno corrispondere al Comune la somma corrispondente calcolata ai sensi dell’art. 21 del Regolamento comunale del verde pubblico e privato. I Proventi verranno utilizzati dal Comune per la messa a dimora e la cura di nuove alberature nel verde pubblico. Il versamento deve essere presentato al momento rilascio dell’autorizzazione. Per ogni nuovo albero previsto in sostituzione di quelli abbattuti è dovuto un importo di € 179,00 La monetizzazione va eseguita  tramite versamento  sul C/C IBAN IT07 G030  6912 7650 0000 0000 618 intestato a Tesoreria Comune di Parma specificandone la causale Monetizzazione alberature private abbattute. 


Autorizzazione all’abbattimento delle alberature ai sensi dell’art.13
Viene rilasciata nei seguenti casi:
- l’alberatura sia di ostacolo alla realizzazione di intervento edilizio
- l’alberatura determina un danno diretto a strutture edificate
- l’alberatura interferisca con impianti, infrastrutture, sottoservizi
In ogni caso gli alberi di pregio comunale, individuati ai sensi del articolo 26 del Regolamento non possono essere abbattuti per fini edificatori.
Alla richiesta di autorizzazione occorre allegare apposita relazione tecnica sottoscritta da tecnico abilitato ( ingegnere – architetto – geometra ecc. ) contenente:
-   lo stato di fatto con il rilevo puntuale della vegetazione arborea esistente;
-  lo stato di progetto che evidenzi le interferenze del progetto edilizio con le alberature esistenti, private e/o pubbliche;
-   dichiarazione eventuale dell’assenza di altri vincoli dettati da altri regolamenti o da specifiche norme di tutela paesaggistica;
-  la specifica documentazione tecnica che dimostri l'eventuale danno diretto prodotto dagli alberi da abbattere a strutture edificate esistenti o l'eventuale interferenza degli alberi da abbattere con impianti, infrastrutture e/o sottoservizi, non altrimenti ovviabili;
-  la dichiarazione della sostituzione degli alberi abbattuti o l'eventuale richiesta di monetizzazione in alternativa alla sostituzione.

Sostituzione degli alberi abbattuti
In tutti i casi indicati gli alberi da abbattere sono “vegeti” per cui ogni albero abbattuto deve essere sostituito – entro il termine dei lavori – con un numero di alberi tale che la somma delle loro circonferenze del tronco sia equivalente a quella dell’albero abbattuto. Gli alberi in sostituzione devono avere una dimensione minima di 16/18 cm di circonferenza del tronco misurata a 1 metro di altezza. La scelta di sostituire gli alberi nella medesima area d’intervento o in altra area privata nel territorio comunale, deve essere garantita da idonea polizza fideiussoria quantificata sensi dell’art. 21 del Regolamento comunale del verde pubblico e privato, da presentare rilascio dell’autorizzazione.

 

Monetizzazione
Qualora non fosse possibile la sostituzione dell’albero, nella medesima area o in altra area privata nel territorio comunale, il proprietario o l’avente titolo, al rilascio dell’autorizzazione dovranno corrispondere al Comune la somma relativa calcolata sensi dell’art. 21 del Regolamento comunale del verde pubblico e privato. I Proventi verranno utilizzati dal Comune per la messa a dimora e la cura di nuove alberature nel verde pubblico. Il versamento deve essere presentato al momento rilascio dell’autorizzazione. Per ogni nuovo albero previsto in sostituzione di quelli abbattuti è dovuto un importo di € 179,00. La monetizzazione va fatta tramite versamento  sul C/C IBAN IT80 D030 6912 7650 0000 0044 193 intestato a Parma Gestione Entrate specificandone la causale: monetizzazione alberature private abbattute. 

Autorizzazione alla capitozzatura di alberi privati ai sensi dall’art.10
Viene rilasciata nei seguenti casi:
-  pericolosità dell’albero, dimostrata da un analisi di stabilità eseguita da un professionista abilitato, per la cui sicurezza sia necessario un consistente alleggerimento della chioma;
-  necessità di conservazione di alberature coltivate nella forma “a testa di salice” ovvero di alberi allevati fin dai primi anni con tagli di capitozzatura, che modificano in modo permanente la struttura naturale dell'albero (ad esempio, filari di gelsi, salici, etc.);
- presenza di ramificazioni che interferiscono pericolosamente con linee e impianti aerei (linee elettriche, filoviari, ecc. ), con strutture ( edifici, segnaletica, impianti pubblicitari, ecc.) o infrastrutture ( marciapiedi, carreggiate, passi carrai, ecc.).

Modulistica

  • Modello di domanda (228 KiB)
    La domanda deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 1 ) Copia fotostatica del documento d’identità del firmatario
    da presentare qualora la firma dell’intestatario non venga apposta alla presenza dell’addetto incaricato a ricevere la pratica

  • 2 ) Copia del permesso di soggiorno
    per cittadini extracomunitari

  • 01 ) Marca da bollo di Euro 16,00
    da apporre sulla richiesta di abbattimento/capitozzatura

  • 02 ) Quietanza di versamento diritti di segreteria
    di Euro 60,00 presentata tramite PEC

  • 03 ) Documentazione fotografica
    in caso di abbattimento per morte delle piante/grave patologia/avanzato deperimento ai sensi dell' art.8 del Reg.

  • 04 ) Analisi della stabilità degli alberi eseguita da un professionista abilitato, attestante le condizioni di grave pericolosità dell'albero non altrimenti trattabili
    in caso di abbattimento ai sensi dell'art.8 del Reg. o in caso di capitozzatura ai sensi dell'art.10 del Reg. per pericolo per l'incolumità delle persone, di animali o cose

  • 05 ) Relazione tecnica sottoscritta da tecnico abilitato
    ai sensi dell'art.13 comma 5 del Reg.

  • 06 ) Perizia di professionista abilitato attestante che lo spostamento dell'albero non danneggia la pianta, che è tecnicamente realizzabile in relazione alla specie dell'albero e allo stato dei luoghi
    in caso di trapianto di alberature di pregio comunale

  • 07 ) Delega al sottoscrivente
    Quadro B parte integrante del modello - da presentare nel caso in cui ci siano più proprietari della zona di intervento

  • 08 ) Richiesta di occupazione suolo pubblico
    Quadro A parte integrante del modello - da presentare in caso di richiesta di occupazione suolo pubblico

  • 09 ) Planimetria in scala adeguata evidenziante l'ubicazione dell'area con indicazione degli ingombri delle occupazioni e degli spazi viari che restano transitabili da veicoli e pedoni

    in caso di richiesta di occupazione di suolo pubblico e modifica della viabilità - in duplice copia


  • 10 ) Iscrizione all'Albo regionale
    in caso di richiesta di occupazione di suolo pubblico da parte di Associazione di volontariato

  • 11 ) Iscrizione all'anagrafe unica delle ONLUS, istituita presso il Ministero delle Finanze
    in caso di richiesta di occupazione di suolo pubblico da parte di ONLUS

Modalità di presentazione

La domanda, compilata sull'apposito modulo disponibile presso gli uffici del Centro Direzionale (Piano -1) - Largo Torello de Strada n. 11/A - o scaricabile tramite Internet all'indirizzo www.comune.parma.it, completa di tutti gli allegati, può essere presentata:
- firmata digitalmente (allegati compresi) ed inviato all’account del Comune di Parma suap@pec.comune.parma.it utilizzando il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC)

 

Qual è la tempistica del procedimento?

Entro il termine di 30 giorni dalla data di presentazione dell’istanza completa viene rilasciato provvedimento espresso salvo eventuali interruzioni e sospensioni del procedimento. Nel caso di contestuale richiesta di occupazione di suolo pubblico con modifica della viabilità verrà emessa la relativa ordinanza che sarà resa disponibile almeno 48 ore prima.

Quali oneri e costi bisogna sostenere?

Modalità di versamento dei Diritti di Segreteria:
- bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-58-N-07601-12700-001041902626 (indicando nella causale DSED – Intestatario della pratica – Diritti di segreteria)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

Canone Cosap
In caso di occupazione del suolo pubblico, gli uffici competenti provvederanno alla comunicazione dell’importo da versare. Il pagamento dell'importo comunicato può essere effettuato:

- con bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-34-L-07601-12700-001041901750 (indicando nella causale “ Intestatario della pratica – Canone COSAP temporanea)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

Monetizzazione alberi abbattuti:

- Bonifico su  IBAN IT07 G030  6912 7650 0000 0000 618 intestato a Tesoreria Comune di Parma specificandone la causale monetizzazione alberature private abbattute



Al momento di presentazione della domanda:
- marca da bollo di euro 16,00,  escluse le Associazioni ONLUS (se iscritte nell'Anagrafe Unica delle ONLUS), le Associazioni di volontariato (se iscritte nell'apposito Albo Regionale e solo per lo svolgimento di attività statutarie).
L'istanza di Autorizzazione all’abbattimento/capitozzatura di verde privato sottoposto a tutela  è assoggettata al pagamento dei diritti di segreteria nella misura di:

Tariffe in vigore dal 16/04/2018
- € 60,00 presentata tramite PEC

Al momento del ritiro dell'autorizzazione:
- 1 marca da bollo di euro 16,00 da apporre sull'autorizzazione rilasciata
- canone COSAP in caso di richiesta di occupazione suolo pubblico

- versamento oneri di monetizzazione (in caso si scelga di non sostituire la pianta abbattuta)

Data inizio validità : 15/10/2019
Ultimo aggiornamento : 15/10/2019
Numero Unico 0521 40521
limitazioni-traffico-parma-2019-2020.png
Logoonline
Corsi motoria over 55 box banner
banner_200x203.jpg
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014