• Servizio
  • Stampa
  • Servizi OnLine Servizi OnLine Attivi

Scarichi di acque reflue

Rinnovo di autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali assimilabili alle domestiche in pubblica fognatura

Di cosa si tratta?

Rinnovo dell'autorizzazione agli scarichi di acque reflue industriali assimilabili alle domestiche

1. Fermo restando quanto previsto dall’art.124 del dl 152/2006, ai fini del rinnovo dell'autorizzazione il titolare dello scarico, almeno sei mesi prima della scadenza, qualora non si siano verificate modificazioni rispetto ai presupposti della autorizzazione già concessa, presenta all'autorità competente un'istanza corredata di dichiarazione sostitutiva ai sensi dell'art.47 dpr 445/2000, che attesti che sono rimaste immutate:

a) le caratteristiche quali-quantitative dello scarico intese come volume annuo scaricato, massa e tipologia di sostanze scaricate, in relazione a quanto previsto nella precedente autorizzazione o se, non esplicitato in questa ultima, nella relativa istanza;
b) le caratteristiche del ciclo produttivo compresa la capacità di produzione;
c) le sostanze impiegate nel ciclo produttivo e le relative quantità;
d) gli impianti aziendali di trattamento delle acque reflue e le relative caratteristiche tecniche;
e) la localizzazione dello scarico.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Al fine del corretto rilascio dell'autorizzazione allo scarico è necessario essere a conoscenza delle seguenti notizie:
- Titolare dello scarico, ovvero colui che è responsabile dello stesso (abitante dell'immobile, titolare e/o legale rappresentante della ditta)
- Ubicazione dello scarico (deve essere ben chiaro da dove originano le acque reflue e dove recapitano)
- Tipologia dello scarico in termini quali/quantitativi (il titolare deve dichiarare, ai fini della classificazione dello scarico, cosa recapita e quanto recapita nello scarico

Modulistica

  • Modulo di domanda. (60 KiB)
    Integrato con la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, da presentare in duplice copia

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 1 ) Copia fotostatica del documento di identità
    obbligatoria qualora la firma dell'intestatario non venga apposta alla presenza dell'incaricato del servizio di front office o la pratica venga inviata tramite posta

  • 2 ) Copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno
    da presentare in caso di cittadino extracomunitario

  • 01 ) Marca da bollo di Euro 16,00
    per la domanda

  • 02 ) Quietanza di versamento diritti di segreteria

     


  • 03 ) Copia del frontespizio dell'autorizzazione allo scarico di cui si chiede il rinnovo
    n. 2 copie

Modalità di presentazione

La pratica, compilata sull'apposita modulistica prelevabile presso gli sportelli del DUC o scaricabile tramite Internet all'indirizzo www.comune.parma.it, può essere presentata:


- presso gli Sportelli comunali del Duc (Piano -1) - Largo Torello de Strada n. 11/A,

- per posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo suap@pec.comune.parma.it (se sottoscritta digitalmente)

- per posta raccomandata

- online accedendo al sito www.servizi.comune.parma.it 



Qual è la tempistica del procedimento?

Il Comune provvede entro novanta giorni dalla ricezione della domanda completa, al rilascio dell'autorizzazione. Il rinnovo deve essere richiesto un anno prima della scadenza dell'autorizzazione che ha una validità di quattro anni .

Quali oneri e costi bisogna sostenere?

Per la domanda :
- Marca da bollo di Euro 16,00 se non inclusa all'interno di una pratica edilizia per la quale sia già dovuta la marca da bollo;
- Quietanza di versamento dei diritti di segreteria:

Tariffe in vigore dal 01/01/2019

€90,00 se presentata tramite piattaforma (ONLINE),

€120,00 se presentata tramite PEC,

€150,00 se presentata in CARTACEO

Per il ritiro dell'autorizzazione :
- Marca da bollo di Euro 16,00

Modalità di pagamento:

su conto corrente POSTALE (IBAN:  IT58 N 07601 12700  001041902626) intestato a COMUNE DI PARMA.

Nella causale di pagamento devono essere indicati:

o   Tipologia di pratica correlata al versamento

o   Intestatario della pratica

o   Codice identificativo dell’entrata: DSED



La copia dell'atto rilasciato dovrà essere sottoscritta e datata dal ricevente.

Data inizio validità : 31/12/2018
Ultimo aggiornamento : 31/12/2018
Riferimenti normativi
  1. Decreto del Presidente della Repubblica 19 ottobre 2011, n. 227
Numero Unico 0521 40521
BANNER_PORTALE WEBCAM 20140714
Logoonline
banner300x250-1
Box-voto-Portale
Comune di Parma
BANNER PORTALE TUTTE LE APP
PARMA-FUTURO-SMART-BANNER-WEB-HOME-COMUNE
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014