PARI OPPORTUNITA' E DIRITTI / 03.10.18

Parma città dei diritti

Un calendario di eventi, performance e azioni teatrali, incontri, per incentivare una riflessione sui diritti e i doveri individuali e collettivi. Video

Città dei diritti w

E' stato presentato il ricco programma di “Parma città dei diritti”. Ne hanno parlato Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini; Ines Seletti, Assessora all'Educazione e Alessandro Tassi Carboni, Presidente del Consiglio Comunale. In sala un folto pubblico composto dai rappresentanti delle compagnie teatrali ed associazioni coinvolte, con loro il delegato del sindaco per la disabilità, Mattia Salati; il consigliere aggiunto Marion Gajda ed il consigliere comunale Marco Maria Freddi.

“Nel settantesimo della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo – ha spiegato Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini – abbiamo voluto celebrare questa ricorrenza dando vita ad un ricco programma di iniziative con spettacoli ed eventi che promuovano i diritti fondamentali, ancora oggi molto spesso inattuati, in un programma che si articola da ottobre a dicembre”.

L'Assessora all'Educazione, Ines Seletti, ha ricordato come sia importante la promozione dei diritti politici e civili nelle scuole ed ha parlato di due progetti attivi che coinvolgono diversi studenti: il progetto “ Cittadinanza attiva”, volto a promuovere una conoscenza concreta delle istituzioni e del loro funzionamento in rapporto al ruolo della cittadinanza ed il progetto di educazione alla legalità ed alle responsabilità civili “Concittadini con legalità” con particolare riferimento al tema della mafia.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Alessandro Tassi Carboni, ha ricordato l'adesione del Comune di Parma alla Marcia per la Pace Perugia – Assisi, in programma il prossimo 7 ottobre, una marcia che ha al centro proprio il tema della dei Diritti dell'Uomo ed una riflessione a tutto campo su di essi.

Il consigliere Marco Maria Freddi ha fatto riferimento al valore storico della Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo ed il suo valore nel mondo attuale.

I rappresentanti delle compagnie teatrali coinvolte e delle associazioni hanno illustrato il programma degli eventi da loro promossi e presenti nel calendario.

 

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”. 10 dicembre 1948 – 10 dicembre 2018

A settant’anni dalla firma della Dichiarazione Universale dei diritti umani l’Assessorato alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini del Comune di Parma, in collaborazione con realtà teatrali e associative di Parma, organizza un calendario d’iniziative per riflettere e interrogarci su diritti ancora negati, già acquisiti ma messi in discussione, ancora da raggiungere.

Sono 30 gli articoli della Dichiarazione e, seppure stilati nel 1948, rimangono attuali nell’intensità dei propositi espressi: si va dal diritto agli spostamenti e alla libertà di movimento (art. 13) al diritto d’asilo (art. 14); dal diritto alla cittadinanza e all’accoglienza (art. 15) al diritto all’autodeterminazione (art. 16); dal diritto al lavoro (artt. 23, 24,25) al diritto all’istruzione (art. 26).

Partiamo dalla Marcia della Pace Perugia-Assisi a cui partecipano assessori e consiglieri comunali, passando poi al coinvolgimento degli studenti proprio nella Giornata del 10 dicembre che, in Consiglio comunale, racconteranno gli articoli della Dichiarazione.

Si prosegue con la rassegna Viva i diritti! Performance e azioni teatrali dedicate ai diritti umani organizzata in collaborazione con Teatro Del Cerchio, cooperativa Giolli, Teatro del Tempo, Festina Lente Teatro e Vagamonde, Teatro delle Briciole, Compagnia Era Acquario, Teatro Necessario, Zona Franca, Fa.Ce.

Si tratta di flash mob che saranno sotto i Portici del Grano, in Piazza Garibaldi, in Piazzale Lubiana, in alcuni caffè della città, in Piazza Ghiaia, al Ponte Romano, sotto i Portici dell’Ospedale Vecchio: attrici, narratori, mimi e una giostra per raccontare l’importanza dello sviluppo e della coesione sociale attraverso l’affermazione e la difesa dei diritti. Molte delle azioni teatrali sono all’aperto per coinvolgere tutta la cittadinanza, per aumentare la partecipazione, per raccontare e narrare del nostro tempo. Previsto l’evento conclusivo mercoledì 12 dicembre 2018 al Teatro al Parco alle 14 e alle 20.30: ogni associazione coinvolta metterà in scena una pillola della sua performance realizzata all’aperto, brevi video realizzati dall’ufficio comunicazione del Comune di Parma racconteranno le reazioni della gente. Sarà un attore a condurre e a narrare quanto accaduto nelle piazze nei mesi di ottobre e novembre.

Inoltre l’Assessorato alle Politiche Scolastiche del Comune di Parma da novembre 2018 ad aprile 2019 propone progetti di educazione ai diritti nelle scuole secondarie di primo grado come i laboratori di “Attiva la Cittadinanza” per educare all’esercizio dei diritti di cittadinanza e per favorire l’impegno e la partecipazione e i laboratori “Concittadini Conlegalità” con incontri con testimoni di familiari vittime di mafia per educare alla legalità e alla responsabilità civile.

 

Calendario delle iniziative

5-6-7 ottobre 2018 Marcia per la Pace Perugia-Assisi. Rimettiamoci in cammino sulla via della pace. Assessori e Consiglieri comunali del Comune di Parma partecipano alla marcia

Viva i diritti! Performance e azioni teatrali dedicate ai diritti umani


6 ottobre 2018 Teatro Del Cerchio presenta

Classe aperta, Piazza Garibaldi - dalle 16 alle 18

Piccole performance della durata di 10 minuti, intese come flash mob, in cui gruppi di attori si posizionano in uno spazio dando vita a una classe scolastica improvvisata con una lavagna. Così viene messo in evidenza il diritto all’istruzione. Un modo per riflettere sull’opportunità riservata a noi occidentali di poter accedere a un ciclo d’istruzione completo.

 

20 ottobre 2018 Giolli presenta

Confini, Portici del Grano - dalle 9.30 alle 12.30

Un’azione di teatro in strada concepita come un’azione teatrale con la partecipazione attiva del pubblico.

L'intento è quello di “fermare il tempo”, intercettando i/le passanti per stabilire un dialogo sul tema dei diritti universali, in modo particolare quelli relativi al lavoro. L’azione vuole far uscire per un poco dalla frenesia, dalla solitudine, dalla concentrazione esclusiva al proprio sé, per allargare lo sguardo e riflettere sul mondo e sul proprio ruolo del mondo.

 

27 ottobre 2018 Il Teatro del Tempo presenta

Compagni di classe, Portici dell’Ospedale Vecchio - dalle 16 alle 18

Azione teatrale sull’articolo 26 della Dichiarazione dei diritti umani dove si afferma che tutti hanno il diritto di studiare. E anche il dovere! urla il vecchio professore dalla vecchia cattedra. In tanti anni di insegnamento ne ha viste di tutti i colori, da quando a scuola ci andavano solo i ricchi alla scuola per i poveri di don Milani, dal 6 politico all’antipolitica, dalla lavagna coi gessi alla lavagna elettronica. La scuola è cambiata molto. Ma una cosa non è mai cambiata: i compagni di scuola.

 

10 novembre 2018 Festina Lente Teatro e Vagamonde presentano

Liberi D, bar della città - dalle 9 alle 13

Un’azione di teatro urbano per tavolini da bar. Il teatro esce dai luoghi tradizionali e incontra casualmente un pubblico non organizzato, creando e ampliando spazi e occasioni d’incontro. Sei donne faranno piccole e gentili incursioni, azioni teatrali a sorpresa, entreranno inaspettatamente nei bar, si siederanno ai tavolini con gli avventori e parleranno di diritti.

 

10 novembre 2018 Teatro delle Briciole presenta

A voi piace viaggiare? Art.13 Libertà di movimento, Ponte Romano – alle 17

Orazione sul diritto ad avere diritti. L’azione scenica avviene su due piani al Ponte Romano: un’attrice leggerà attirando il pubblico che passa: mentre l’attore, Piergiorgio Gallicani, leggerà nel piano sotterraneo e il pubblico potrà vederlo affacciandosi alla balaustra.

 

17 novembre 2018 Compagnia Era Acquario presenta

Raggiungere, Piazza Ghiaia - dalle 16.30 alle 19

Esito finale del laboratorio realizzato con un gruppo di adolescenti che frequentano la scuola di danza e il centro Giovani Federale: il progetto è dedicato al diritto allo svago, alla comprensione, alla tolleranza, al mantenimento della pace e al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e della libertà. Il laboratorio

a Lucia Nicolussi Perego.

 

24 novembre Teatro Necessario presenta

La dinamica del controvento, Portici del Grano - dalle 11 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17

Una giostra è in continuo movimento, sarà un grande bilanciere che suona grazie al contributo del pubblico. Un’attrice- narratrice racconta fiabe e storie di altri tempi, focalizzandosi sul tema dei diritti dando luogo a piccole riflessioni. Intanto un pianista inizia la sua sinfonia e, magicamente, il carosello dei diritti ha inizio.

 

30 novembre Zona Franca presenta

In alto mare, Piazzale Lubiana - dalle 9.30 alle 13

Una performance teatrale per sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’accoglienza e favorire la diffusione dei concetti di dignità sociale e di inclusione. Il racconto è tratto da testimonianze dirette di donne e uomini fuggiti/e da paesi in guerra richiedenti asilo.

 

1 dicembre Fa.Ce. presenta

Lavorare stanca? Verso la realizzazione di un film, Portici del Grano - dalle 15.30 alle 17.30

Proiezione del video con esperienze di lavoro con persone disabili: raccolte di interviste a persone con disabilità, familiari e cittadinanza, utili alla realizzazione di un docu-film

 

12 dicembre 2018

Viva i diritti! Evento conclusivo della rassegna, Teatro al Parco alle 14 e alle 20.30

 

Eventi in collaborazione con associazioni di Parma

 

Festa Internazionale della Storia Parma

10 dicembre 2018, Sala del Consiglio Comunale Municipio di Parma alle 10

70° della Dichiarazione Onu dei diritti dell’uomo

Le scuole presentano al Consiglio Comunale alcuni articoli della Dichiarazione.

 

Svoltare Onlus

22 dicembre 2018, Teatro al Parco alle 20.30

Per non dimenticare: ripasso collettivo per i 70 anni della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo