Ambiente

Antenne Radio-Tv

L’installazione degli impianti per l'emittenza radio-televisiva è disciplinata dalla Legge Regionale n. 30/2000 e s.m.i. e dalla D.G.R. 1138/2008 e deve avvenire nel rispetto del Piano Provinciale di Localizzazione dell’Emittenza Radio e Televisiva (PPLERT).

 

La procedura di approvazione è definita dall’art. 87 del D.lgs 259/03 e s.m.i.

Gli impianti per l'emittenza radio-televisiva sono disciplinati da:

 

Normativa nazionale

  • L. 22 febbraio 2001, n. 36 "Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici"
  • D.Lgs. 1 agosto 2003, n. 259 "Codice delle comunicazioni elettroniche"

 

Normativa regionale

  • L.R. 31 ottobre 2000, n. 30 "Norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico"
  • D. G. R. 20 febbraio 2001, n. 197 - Direttiva per l’applicazione della L.R. 31 ottobre 2000 n. 30 recante norme per la tutela della salute e la salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento elettromagnetico;
  • D. G. R. 17 luglio 2001, n. 1449 - modifiche per l'inserimento di alcuni elementi di semplificazione alla deliberazione 20 febbraio 2001, n.197 'direttive per l'applicazione della L.R. 31/10/2000 n. 30 recante norme per la tutela e la salvaguardia dell'inquinamento elettromagnetico'
  • D. G. R. 13 marzo 2006, n. 335 -Disposizioni per l’installazione di apparati del sistema DVB-H di cui alla L.R. 30/2000.
  • Delibera della Giunta Regionale del 21/7/2008 n. 1138 Modifiche ed integrazioni alla DGR 20/5/2001 n.197 'Direttiva per l'applicazione della legge regionale 31/10/2000 n. 30 recante Norme per la tutela e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico
  • Delibera di Giunta Regionale n. 978 del 2010 - Nuove direttive della Regione Emilia Romagna per la tutela e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico.
  • Delibera di Giunta Regionale n. 751 del 2011 -  Proroga dei termini di adempimento delle disposizioni previste dalla deliberazione di Giunta Regionale N. 978/2010 "Nuove direttive della Regione Emilia-Romagna per la tutela e la salvaguardia dell'ambiente dall'inquinamento elettromagnetico"

 

Normativa provinciale

  • Piano Provinciale di Localizzazione dell’Emittenza Radio e Televisiva (PPLERT)

 

Vedere anche il sito di ARPAE https://www.arpae.it/dettaglio_generale.asp?id=28&idlivello=129 


Documentazione da presentare

La domanda di autorizzazione unica è indicata all’art. 6 punto 6.1) della DGR 1138/2008 e dovrà avere i contenuti di cui al modulo A dell’All. 13 al. D.lgs 259/03. Tale domanda include ed assorbe anche la valutazione di compatibilità urbanistica ed edilizia dell’intervento.

Oltre alla documentazione di cui sopra dovrà essere allegata anche l’eventuale specifica modulistica e documentazione di settore in materia paesaggio e beni culturali, sismica, comprensiva di attestazione di avvenuto versamento dei diritti di segreteria, pena l’improcedibilità dell’istanza.

Per i diritti di segreteria occorre fare riferimento alle tariffe di edilizia e SUAP (link http://www.suei.comune.parma.it/suei/suei.asp?ID=43&page=1&direct=true&IdMenu=64), anche per quanto riguarda autorizzazioni paesaggistiche e rimborso forfettario per pratiche strutturali.

In particolare, le pratiche ex art. 87 del D.lgs 259/03 sono equiparate ai permessi di costruire per quanto riguarda la tariffa da versare.

Si ricorda inoltre di allegare sempre il modulo di “impegno al pagamento della prestazione ARPAE Emilia-Romagna relativa al rilascio di parere tecnico”.


Iter istruttorio

L'iter istruttorio prevede:

  • la pubblicazione per 30 giorni consecutivi, sull'Albo Pretorio on-line del Comune, della notizia di avvenuta presentazione di un progetto di nuova installazione di una antenna Radio-TV;
  • il parere di Arpae relativamente agli aspetti radioelettrici;
  • il parere di Ausl relativamente agli aspetti sanitari;
  • la verifica di conformità al Piano Provinciale di localizzazione dell’emittenza radio e televisiva (PPLERT);
  • il parere di compatibilità a cura degli uffici tecnici comunali (urbanistica, edilizia, sismica, mobilità, patrimonio, ambiente, manutenzione verde);
  • ulteriori autorizzazioni e/o nulla osta dove previsti (es. autorizzazione paesaggistica, autorizzazione/concessione/nulla osta provinciale, autorizzazione alla manomissione stradale, autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico, procedura di verifica ostacolo al volo con ENAC,  etc.);
  • eventuale indizione di Conferenza dei Servizi ex art. 87 D.lgs 259/2003 comma 6.

E’ possibile per il gestore dar corso all’installazione/ modifica dell’impianto solo qualora l’istruttoria abbia esito favorevole.

Tempi istruttori: 90 giorni (fatte salve eventuali interruzioni e sospensioni di legge)

 

Modalità di presentazione delle pratiche

Le pratiche devono essere presentate a Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia (SUAPE) mediante il portale “Accesso Unitario” raggiungibile mediante il seguente link https://au.lepida.it/suaper-fe/#/AreaPersonale – Gruppo A (Ambiente) – telefonia mobile e reti di comunicazione - selezionando la specifica categoria:

  • AUTORIZZAZIONE per installazione nuovo impianto o modifica delle caratteristiche trasmissive di impianto per l’emittenza radio e televisiva ai sensi dell'art.87 del D.Lgs 259/2003
  • Comunicazione dell'inizio dei lavori dell'impianto autorizzato ai sensi art.87 D.Lgs 259/2003
  • Autorizzazione per infrastrutture ai sensi dell'art 88 del D.Lgs 259-2003;
  • Eseguire integrazioni a pratica di telecomunicazioni.

 

QUESTA SCHEDA E' IN FASE DI AGGIORNAMENTO. La riforma di ampio respiro della Pubblica Amministrazione avviata con la L. 124/2015 - c.d. Madia - e, di conseguenza, i numerosi interventi a livello di normativa regionale, hanno inciso sotto vari profili anche su diverse delle attività presenti sulle schede.

Attualmente, stiamo procedendo all'aggiornamento di ogni singola scheda, pertanto, invitiamo l'utenza a rivolgersi al SUAPE comunale per appurare l'eventuale sussistenza di ulteriori - o diversi - adempimenti al fine di avviare/modificare/cessare l'attività di interesse

Numero Unico 0521 40521