Patto dei Sindaci

Target

A livello generale l’Amministrazione di Parma intende agire sui diversi settori coinvolgendo la pluralità di soggetti che caratterizzano il territorio, ma al fine di rendere il suo operato più efficace ha individuato alcune strategie di carattere prioritario...

I risultati della Baseline delle emissioni al 2004, illustrati nel Capitolo 4 del documento diBaseline, indicano che per il Comune di Parma i settori su cui è prioritario agire al fine diraggiungere l’obiettivo di riduzione delle emissioni di almeno il 20% sono il settore dei trasporti (cui spetta il 29% delle emissioni totali sul territorio comunale al 2004), il settore residenziale (28%) e il produttivo, industria non ETS e agricoltura (24%), seguiti dal terziario(17,5%); in percentuali minori sono presenti emissioni prodotte da edifici, attrezzature e impianti del comune e dall’illuminazione pubblica.

Parma è un capoluogo di provincia il cui territorio si estende dal fiume Po al crinale appenninico compreso tra i torrenti Enza verso Reggio Emilia e il torrente Taro verso Piacenza.

Il territorio comunale risulta estremamente antropizzato per effetto della attività agricola intensiva e delle trasformazioni urbanistiche.

Parma è inoltre caratterizzata dalla presenza di grandi soggetti soprattutto del settore agroalimentare (prodotti alimentari e impiantistica per l’industria alimentare) che operano sulmercato internazionale con esportazioni in tutto il mondo di alcuni prodotti locali d’eccellenza.

Sul territorio comunale sono presenti 11 impianti che aderiscono all’Emission Trading Schemeil sistema comunitario per lo scambio di quote di emissioni di CO2: si tratta di impianti diproduzione del calore per la rete di teleriscaldamento, di impianti a servizio di cartiere e di aziende del settore agroalimentare, di impianti di cogenerazione.

Esso prevede la fissazione diun limite massimo alle emissioni per gli impianti industriali di produzione termica e lo scambiodi quote di emissioni attraverso una borsa e appositi certificati.

I consumi termici dei soggetti ETS, in accordo con quanto indicato dal JRC nelle Linee Guida per la redazione del PAES, vanno esclusi dalla Baseline, in quanto partecipano già ad uno specifico programma europeo diriduzione delle emissioni (Documento di Baseline paragrafo 4.1.5 e 4.2.2).

I consumi elettrici ditali aziende invece rientrano nel bilancio delle emissioni e sono oggetto di azioni del PAES.

Il coinvolgimento dei diversi settori (terziario, residenziale, produttivo e trasporti) potràavvenire con misure e azioni che avranno carattere di tipo diffuso, coinvolgendo la cittadinanzae i diversi operatori economici del mondo del commercio, dei servizi, dell’industria e dell’agricoltura.

Nella sezione 4.4 viene riportato l’obiettivo finale che il Comune di Parma ha deciso diassumere per il proprio PAES, sulla base delle valutazioni e delle azioni che possono essere sviluppate sul territorio e che vengono illustrate in dettaglio nel seguito del presente documento.

A livello generale l’Amministrazione di Parma intende agire sui diversi settori coinvolgendo la pluralità di soggetti che caratterizzano il territorio, ma al fine di rendere il suo operato più efficace ha individuato alcune strategie di carattere prioritario, con orizzonte temporale ridotto, che corrispondono ad una o più azioni specifiche del Piano.

In particolare si tratta di:

1. Strategia progettuale “SCUOLE SOSTENIBILI”: l’Amministrazione comunale intendeprocedere alla riqualificazione energetica dei propri edifici e in particolare delleproprie scuole, in quanto luogo di formazione e partecipazione delle generazionifuture. Pertanto non solo un progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare e diefficienza energetica ed economica, ma che vuole anche fornire ai cittadini luoghi edesempi concreti di riduzione degli sprechi.

2. Strategia progettuale “CONDOMINI SOSTENIBILI”: la volontà è quella di ottenere lariqualificazione energetica, ma anche architettonica, di una parte degli edificicondominiali che caratterizzano in particolare la prima periferia della città.

Attraversol’attivazione di strumenti di finanziamento anche innovativi, l’Amministrazione Comunale intende innescare un processo virtuoso di rinnovo del parco ediliziocittadino con potenziali ricadute sull’occupazione locale.Più in generale verrà coinvolto l’intero settore residenziale attraverso il miglioramentodella performance energetica degli edifici esistenti e degli utilizzatori elettrici in essiimpiegati.

3. Strategia progettuale “EDILIZIA SOCIALE SOSTENIBILE”: in accordo con ACER EmiliaRomagna l’Amministrazione Comunale intende realizzare attività di riqualificazioneenergetica degli edifici di edilizia sociale, consapevole del fatto che abitazioni con altaefficienza energetica ed elevato confort non sono appannaggio dei soli ceti sociali piùabbienti, ma possono trovare adeguate soluzioni soprattutto per l’edilizia sociale.

4. Strategia progettuale “MOBILITA’ SOSTENIBILE”: il Comune di Parma vanta già daalcuni anni l’attivazione di numerosi servizi al cittadino e alle imprese per una mobilitàalternativa a quella tradizionale. L’Amministrazione comunale intende potenziare taliservizi, includendo il trasporto pubblico e la mobilità ciclabile, e pertanto ottenereimportanti risultati di riduzione delle emissioni da traffico locale.

5. Strategia progettuale “AZIENDE SOSTENIBILI: EFFICIENZA ENERGETICA NELPRODUTTIVO E NEL TERZIARIO”: l’Amministrazione Comunale intende mantenere undialogo aperto con le aziende del settore produttivo (industria + agricoltura) e i soggetti del terziario al fine di valorizzare le iniziative di efficienza energetica deiprivati, attivare sinergie e valutare eventuali modalità incentivanti per l’incrementodell’efficienza energetica nei processi produttivi, favorire l’adozione delle tecnologieenergeticamente più efficienti e diffondere gli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

L’Amministrazione Comunale intende rivedere il meccanismo per l’applicazione della perequazione urbanistica, passando da forme contributive di tipo territoriale a Crediti Edilizi Energetici e Sismici.

L’obiettivo è la definizione di un meccanismo strutturale, e non unatantum, che permetta la finanziabilità degli interventi di riqualificazione energetica degli edifici privati (Condomini Sostenibili) e degli edifici pubblici (Scuole Sostenibili).

L’AGENZIA per l’ENERGIA potrà essere individuata come struttura in grado di supportare l’Amministrazione Comunale per la messa in atto di tali strategie e per il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione delle emissioni fissato dal PAES.

Il raggiungimento degli obiettivi di riduzione infatti potrà avvenire solo con il coinvolgimento diretto della cittadinanza e degli stakeholder con la valorizzazione delle esperienze già attuate,la promozione di attività di sensibilizzazione, formazione e partecipazione attiva e condivisa.

 

Numero Unico 0521 40521
Tag Cloud Notizie
  • 70 notizie contengono il tag blocco del traffico
  • 76 notizie contengono il tag Infomobility
  • 124 notizie contengono il tag Iren
  • 64 notizie contengono il tag limitazioni al traffico
  • 160 notizie contengono il tag mobilità sostenibile
  • 92 notizie contengono il tag modifiche alla viabilità
  • 73 notizie contengono il tag polizia municipale
  • 232 notizie contengono il tag raccolta differenziata
  • 125 notizie contengono il tag Raccolta porta a porta
  • 60 notizie contengono il tag Tep