Art Bonus

Monumento alle Barricate

Opera dell’Architetto Luca Monica del 1997, Piazzale Rondani.

Descrizione

Il Monumento alle Barricate del 1922 è costituito da tre telai in legno lamellare che sostengono delle lastre di granito graffite con testi e immagini relativi alla narrazione delle giornate dell'Agosto 1922; venne inaugurato nel 1997, su progetto dell'architetto Luca Monica.

L'insieme delle iscrizioni sono state curate dall’Istituto Storico della Resistenza (sono presenti tra gli altri degli scritti dello storico italiano Gaetano Arfè), mentre alcuni versi della composizione sono del poeta Attilio Bertolucci, su commissione del sindaco di allora Stefano Lavagetto.

Come in una sorta di libro di pietra si ricorda la difesa di Parma del 1922, l'ultima di rilevanza strategica, opera del fronte unito Arditi del Popolo, in cui si erano amalgamate quasi tutte le formazioni di difesa proletaria. Con un grande contrattacco in zona Naviglio, fu diretta contro un assalto combinato e preparato degli squadristi fascisti, comandati prima da Roberto Farinacci e poi da Italo Balbo.  La difesa mise in difficoltà anche l'avvento del fascismo: il fronte unito aveva come comandante del direttorio la figura carismatica di Guido Picelli e l'epica sortita dal Naviglio fu guidata dall'altrettanto figura simbolo dell'antifascismo che fu Antonio Cieri. Assieme al fronte unito Arditi del Popolo, combatteva la Legione Proletaria Filippo Corridoni.

Nel monumento alle barricate un grande ruolo svolge il discorso pedagogico del libro di pietra, insistendo soprattutto sulla lettura dell’evento come reazione unitaria e compatta di un'intera comunità.

Questa la dedica di Bertolucci alle Barricate di Parma:

"Si erano vestiti dalla festa per una vittoria impossibile"..."Vincenti per qualche giorno / vincenti per tutta la vita".

Finalità dell’intervento

Le Barricate sono state e sono un evento storico fondante e costituente della città di Parma: hanno segnato un momento importante di democrazia, lavoro e diritti, valori da tramandare ai giovani anche attraverso il restauro del monumento stesso.

Stato di conservazione

Le superfici in granito presentano un significativo generale ingrigimento causato da depositi di particellato atmosferico annerito dall’inquinamento di origine antropica; a tale deterioramento si deve aggiungere un vistoso degrado biologico caratterizzato dalla presenza di patine algali verdi-nerastre, incrostazioni licheniche, cuscinetti di muschio ed erbe infestanti. Il Monumento in generale presenta diversi cedimenti strutturali, macchie che si espandono sulle lapidi e alcuni versi di Attilio Bertolucci risultano illeggibili.

Descrizione dell’intervento

L’intervento di restauro manutentivo prevede un trattamento disinfestante della microflora (alghe, muschi, licheni); pulitura di tutte le superfici lapidee dall’ingrigimento superficiale e dalle macchie.

Costo indicativo previsto

Totale €. 25.000,00 iva inclusa

 

Intervento coperto interamente dal Comune di Parma

 €. 25.000,00