Mobility management

Il Mobility Manager aziendale è il responsabile della mobilità di una azienda, ha l’incarico di ottimizzare gli spostamenti sistematici dei dipendenti attraverso strumenti come il Piano spostamenti casa - lavoro (PSCL)

ricarica auto elettriche home

L’attività dell’Ufficio del Mobility Management d’Area del Comune di Parma, avviata  nel 2003 grazie ai finanziamenti del Ministero dell’Ambiente che permettono l’elaborazione dei piani spostamento casa – lavoro alle aziende, coinvolge  gli addetti di 32 Enti ed Imprese del territorio comunale. 

 L’obiettivo principale è quello di favorire ed incentivare il cambiamento delle abitudini e dei comportamenti negli spostamenti casa-lavoro compiuti dai dipendenti delle aziende.

In occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, dal 16 al 20 settembre promozione per i dipendenti delle aziende che nell’ultimo anno hanno collaborato attivamente con l’Ufficio del Mobility Management d’area del Comune di Parma 
• Car sharing: €50 di iscrizione annuale per il 1° anno 
• Bike sharing: €20 di iscrizione annuale (15€ abbonamento annuale + 5€ costo tessera + €5 di consumo già incluso) invece dì €25 (vengono dati in omaggio i 5€ di consumo) Durata promozione: fino al 31/12/2014
Le aziende coinvolte sono:
ASL Parma
AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA  Parma
BARILLA
BORMIOLI
CHIESI FARMACEUTICI
OCME
SIDEL
TEP
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PARMA

Le azioni di Mobility Management mirano essenzialmente a:

•   assicurare il soddisfacimento dei bisogni di mobilità delle persone e di trasporto delle merci con il rispetto degli obiettivi di riduzione dei consumi energetici e dei costi ambientali, sociali ed economici oggi legati al sistema dei trasporti
•   migliorare l'accessibilità delle città  con particolare riguardo ai modi "sostenibili" quali il trasporto collettivo, il trasporto ciclo-pedonale e quello combinato (intermodale)
•   influenzare i comportamenti individuali incoraggiando l'utente a soddisfare i bisogni di mobilità usando modi di trasporto da punto di vista ambientale e sociale, sostenibili.
•   ridurre il numero, la lunghezza e i bisogni degli spostamenti individuali con il veicolo privato.

 

Secondo la normativa nazionale, ciascuna Impresa/Ente con più di 300 dipendenti su una singola unità locale o più di 800 addetti su più unità locali deve nominare un Mobility Manager Aziendale e redigere il Piano di Spostamento Casa-Lavoro.

Dal 2004, nel Comune di Parma, tali compiti vengono coordinati dalla figura del Mobility Manager di Area. Per quanto concerne l’attività di Mobility Management svolta nel Comune di Parma fino ad oggi, l’attività svolta dall’Ufficio del Mobility Manager d’Area non si è limitata alla predisposizione dei PSCL e dei relativi Accordi di programma, ma ha portato alla realizzazione di importanti azioniconcrete di mobilità sostenibile quali:

•   bando di cofinanziamento alle imprese;
•   agevolazioni al TPL per i dipendenti;
•   agevolazioni al Bike Sharing e Car Sharing;
•   progetti di Piedibus, Bicibus e navetta interscolastica per alcune  scuole primarie;
•   predisposizione di corsi per Mobility manager aziendali;
•   realizzazione di convegni sul Mobility Management;
•   indicazioni per il miglioramento dell’offerta del trasporto pubblico nei piani di adeguamento del TPL;
•   campagne di incentivazione sull’ utilizzo di mezzi alternativi all’auto.

 

Mobility Manager

 

Il Mobility Manager aziendale è il responsabile della mobilità di una azienda, ha l’incarico di ottimizzare gli spostamenti sistematici dei dipendenti attraverso strumenti come il Piano spostamenti casa - lavoro (PSCL), con cui si favoriscono soluzioni di trasporto alternativo a ridotto impatto ambientale.

 

Il Decreto 27.03.1998 che lo regolamenta (vedi allegato) prevede anche l’istituzione di una struttura di supporto e coordinamento dei responsabili della mobilità aziendale che mantenga i collegamenti tra le aziende coinvolte e le strutture comunali e le aziende di trasporto (Mobility Manager di Area).
Gli obiettivi generali da raggiungere sono correlati alla generale riduzione del traffico veicolare privato e delle sue nocive conseguenze, ovvero:

• riduzione del consumo energetico; 
• riduzione dell’inquinamento;
• atmosferico ed acustico; 
• riduzione delle emissioni di gas serra; 
• trasferimento della domanda dai mezzi individuali a quelli collettivi per la rimodulazione degli spostamenti Casa-Lavoro del personale dipendente.

 

Con il successivo Decreto del 20.12.2000 il Ministero dell’Ambiente ha esteso l’ambito territoriale di riferimento del Mobility Manager d’Area a tutte le zone in cui esiste una elevata concentrazione di spostamenti di persone o cose ed a tutte le aziende, o ad altri attrattori, che fanno parte della stessa area con compiti di supporto e coordinamento dei responsabili della mobilità aziendale. Si evidenzia come il suddetto decreto abbia destinato risorse ai Comuni per cofinanziare progetti indirizzati a:

• promuovere azioni di divulgazione;
• formazione e di indirizzo presso le aziende e gli enti interessati;
• assistere le aziende nella redazione dei PSCL (Piani degli Spostamenti Casa Lavoro);
• favorire l’integrazione tra i PSCL e le politiche dell’Amministrazione Comunale in una logica di rete e di interconnessione modale;
• verificare soluzioni, con il supporto delle aziende che gestiscono i servizi di trasporto locale, su gomma e su ferro, per il miglioramento dei servizi e l’integrazione degli stessi, con sistemi di trasporto complementari ed innovativi, per garantire l’intermodalità e l’interscambio, e l’utilizzo anche della bicicletta e/o di servizi di noleggio di veicoli elettrici e/o a basso impatto ambientale;
• favorire la diffusione e sperimentazione di servizi di taxi collettivo, di car-pooling e di car-sharing;
• promuovere la diffusione di sistemi e mezzi di trasporto a basso impatto ambientale; 
• monitorare gli effetti delle misure attuate in termini di impatto ambientale e decongestione del traffico veicolare.

 
PIEDIBUS E BICIBUS: I SERVIZI PER ANDARE A SCUOLA

Il Piedibus è un “autobus senza ruote” formato da un gruppo di bambini che vanno a scuola a piedi accompagnati da due volontari di Legambiente, uno capofila e l’altro a chiudere il gruppo.

Il BiciBus è un “autobus a due ruote” che, seguendo la stessa modalità dei Piedibus, permette ai bambini di raggiungere la scuola in bicicletta. Come gli autobus anche i percorsi di Piedibus e di BiciBus partono da un capolinea e seguendo un percorso stabilito raccolgono passeggeri alle “fermate” predisposte lungo il cammino, rispettando l’orario prefissato. Tutte le fermate sono facilmente individuabili grazie a cartelli che riportano gli orari di partenza ed il percorso è facilmente riconoscibile grazie alla segnaletica orizzontale realizzata.

Il Piedibus e il Bicibus rientrano nei progetti del Piano della Mobilità Scolastica, realizzato dall’Ufficio del Mobility Manager d’Area nel 2008, che ha visto coinvolti gli istituti scolastici ubicati in zone sensibili, con l’obiettivo di individuare soluzioni di miglioramento della mobilità in prossimità di tali scuole.

Nell’anno scolastico 2009 – 2010 avviene la prima sperimentazione con 3 percorsi prestabiliti e 30 scolari coinvolti:
•  scuola “Maria Luigia”, percorso Piedibus Millepiedi;
•  scuola “Sanvitale”, percorso Piedibus Coccinella;
•  “Scuola per l’Europa”, percorso Bicibus Orso Bianco. 

Da Marzo 2010 a Dicembre 2010
 sono stati attivi i seguenti percorsi:
•  scuola “Jacopo Sanvitale” percorso Piedibus Coccinella;
•  scuola “Don Milani” percorso Piedibus Pinguino;
•  “Scuola per l’Europa” percorso Piedibus Tartaruga;
•  Scuola “Don Milani” percorso Bicibus Cerbiatto.

Da Gennaio a Giugno 2011
 sono stati attivi solo i Piedibus. 

Attualmente entrambi i servizi sono sospesi.

 

Vai al sito Parmacarpooling

 

Contatti

MOBILITY MANAGER DI AREA ARCH. Angela Chiari COMUNE DI PARMA INDIRIZZO: l.go torello de Strada 11/A SETTORE : Pianificazione e sviluppo della Mobilità tel: uff. 0521/218941

a.chiari@comune.parma.it

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014