Salta al contenuto

Tutori volontari a favore di minori stranieri non accompagnati

La figura del Tutori Volontari è stata introdotta dalla Legge n. 47/2017 “Disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati”.

Argomenti
Welfare

I Tutori Volontari (in seguito T.V.) sono privati cittadini disponibili ad esercitare la rappresentanza legale di un minorenne straniero che si trova sul territorio italiano senza adulti di riferimento.

Il T.V. è chiamato, in collaborazione con le istituzioni e le diverse realtà del territorio, ad essere un punto di riferimento per il minore ed un facilitatore nel suo percorso di crescita e d’integrazione nel tessuto sociale.

A chi si rivolge

Ai minori stranieri non accompagnati seguiti dal servizio sociale per i quali il servizio sociale competente ha valutato opportuno proporre all’Autorità Giudiziaria Minorile la nomina di un T.V.

Accedere al servizio

Come si fa

Gli aspiranti T.V. devono prendere contatti con l’Ufficio del Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Emilia-Romagna.

Cosa serve

Per diventare T.V. è necessario aver partecipato ad un corso di formazione organizzato dall’Ufficio del Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’ente locale sul cui territorio di competenza si svolge.

I T.V. disponibili sono inseriti, dal Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, in un elenco istituito presso il Tribunale per i Minorenni della regione di residenza o di domicilio.

Costi e vincoli

Costi

Il progetto non prevede costi a carico dei T.V.

Tempi e scadenze

I T.V. esercitano la rappresentanza legale a favore del minore straniero non accompagnato sino al compimento della maggiore età.

Contenuti correlati

Welfare
Politiche sociali, abitative e assegnazione alloggi, per la famiglia, per l’accoglienza e l’inclusione, sostegno economico, progetti solidali.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16-05-2022 14:05

Questa pagina ti è stata utile?