XX Giornata eliminazione violenza verso le Donne

#25 novembre - Parma prosegue con gli appuntamenti per celebrare e contrastare la violenza verso le donne

violenzafront.jpg

Natalia Aspesi, penna autorevole del giornalismo italiano, femminista antelitteram e il professore scrittore blogger Enrico Galiano hanno aperto il fitto programma dell'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma che coglie il ventennale del 25 novembre. Data internazionale che punta l'attenzione sul fenomeno tragico e persistente della violenza verso le donne.

Oltre 100 le italiane uccise (per il 70% dal marito, convivente o fidanzato) nel 2018. Oltre 100 ogni anno. Una strage, non una scheggia impazzita.

Ecco perchè le istituzioni, le forze dell'ordine, la politica e la società guardano e cercano di agire su questa piaga che ancora va a colpire le donne.

"Io spero che le donne si rendano conto di quanto sia importante per loro la democrazia. Solo la democrazia può rendere le donne libere e per essere libere devono avere l’aiuto degli uomini, da sole non ce la si può fare, quindi abbiamo bisogno di uomini democratici, non maschilisti” ha detto Natalia Aspesi dal Palco dell'Auditorium del Governatore davanti al pubblico delle grandi occasioni. Parma c'è! E ci sono molti uomini impegnanti a realizzare una parità vera. 

L'Associazione tutta parmigiana di "Maschi che si immischiano" sarà stasera, alle 18.30, sotto i Portici del Grano del Municipio per fare un  “25 novembre con le donne”. Un’ora di pensieri, riflessioni, letture degli impegni di uomini contro la violenza a cui invitano tutta la città.

Ma il programma della giornata è molto ricco:

- 25 novembre  dalle 9.00 nell’Aula della Corte d’Assise del Tribunale un incontro con Lucia Russo, Giovanna Ollà, Cecilia Cortesi Venturini, Adriana Nicoletti. Realizzato da Comitato per le Pari opportunità dell’Ordine degli Avvocati e delle Avvocate di Parma e da FIDAPA.

- Sempre lunedì 25 novembre alle 17.00, alla Biblioteca Sociale Roberta Venturini (via Venezia 123 B) si terrà una conferenza all’interno di “Le bambine salvate” la mostra fotografica di Stefano Stranges. Realizzato da Associazione Intesa San Martino e da Terre des hommes.

- #neancheperfinta è il titolo con cui anche il Tempio della lirica partecipa al cartellone. II teatro, l’opera, il melodramma, la danza raccontano (quasi) sempre di protagoniste tragiche, eroine dalla personalità forte, madri, mogli, figlie, sorelle che soccombono alla crudeltà di padri, fratelli, mariti, amanti, violenti, usurpatori, assassini. Quelle storie raccontate ed evocate in musica per finzione sono ancora oggi costantemente sotto i nostri occhi, possiamo anche in questo momento leggerle nelle pagine della cronaca, ogni giorno. Un Paese civile non può accettare che ciò continui ad accadere.

Per questa ragione il Teatro Regio di Parma ha scelto di farsi testimone attivo contro queste violenze, volendo ispirare le giovani generazioni e in particolar modo bambini e ragazzi a farsi primi custodi della libertà e del rispetto verso bambine e ragazze, primi testimoni di una cultura che in ogni gesto e in ogni occasione quotidiana rende viva l’uguaglianza. Tra giovani di oggi per gli uomini e le donne di domani.

Il 25 novembre la facciata del Teatro si illuminerà di rosso, sui suoi gradini scarpe rosse. Due piccoli gesti, concreti, simbolici, che saranno seguiti da altrettante iniziative che punteggeranno tutta l’attività del Teatro Regio per tutta la Stagione 2020. Il Teatro Regio di Parma promuoverà una campagna contro la violenza sulle donne invitando teatri e istituzioni a farsi ugualmente partecipi di questo progetto, raccontandolo sui propri profili con l’hashtag #neancheperfinta, allargando la riflessione, la consapevolezza, coltivando la fiducia che ogni giorno anche grazie alla musica e alla cultura si combatte la violenza contro le donne. Maggiore cultura, vuol dire maggiore coscienza, vuol dire maggiore sensibilità. Per la libertà, la dignità, l’uguaglianza, il rispetto delle donne e di ciascuno di noi.

- La violenza della guerra sarà al centro del reading di lettura “Voci. Poesie e testi del mondo curdo” previsto per mercoledì 27 novembre alle 18.00, alla Libreria Mondadori (Piazza Ghiaia 41). Realizzato da Associazione VocInArte.

- Sarà rivolto alle e agli studenti delle scuole superiori di II grado lo spettacolo “E voi non dite niente?” previsto per sabato 30 novembre, alle 9.00, al Teatro del Convitto Maria Luigia (borgo Lalatta 4). Realizzato da Croce Rossa Italiana, Comitato di Parma.

- Il cartellone d’iniziativa si conclude domenica 1 dicembre, alle 10.00, al Parco della Cittadella, con una bici-staffetta contro la violenza. Ritrovo ore 9.30, ingresso principale. Realizzato da Associazioni Al-Amal e Tuttimondi.