La Consulta dei Popoli è composta da cittadini di origine straniera Extra-UE, compresi coloro che, nel corso della permanenza in Italia, abbiano acquisito la cittadinanza italiana. Ogni Associazione di Volontariato o di Promozione Sociale liberamente costituita da cittadini di origine straniera, presente nel territorio comunale, avrà facoltà di nominare un proprio rappresentante extracomunitario (senza cittadinanza italiana) e uno che abbia acquisito, nel corso della permanenza in Italia, la cittadinanza. Entrambi faranno parte della Consulta.

I rappresentanti scelti devono essere residenti o domiciliati da almeno 3 anni nel Comune di Parma e designati, con apposito atto, dalle singole Associazioni.

L’organo decisionale della Consulta è l’Assemblea dei rappresentanti composta dalla totalità dei nominati. Le riunioni della Consulta dei Popoli sono pubbliche e la partecipazione, in qualità di uditore, è garantita a tutti.

La Consulta potrà essere ampliata con nuovi membri qualora ne facciano richiesta Associazioni neo-costituite, aventi le caratteristiche richieste, non presenti nella stessa.