Occupazione Temporanea di Spazi ed Aree Pubbliche per Pubblici Esercizi (COSAP Dehors)

Proroga di concessione all'occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche per somministrazione di alimenti e bevande (avente la stessa superficie, le stesse metrature e la stessa disposizione autorizzate in precedenza) - senza interruzione rispetto alla precedente concessione

Di cosa si tratta?

Il titolare di un pubblico esercizio di somministrazione, può richiedere la proroga della concessione qualora intenda ricollocare un "dehors" sullo stesso suolo con la stessa superficie, le stesse metrature e la stessa disposizione autorizzate in precedenza, senza che vi sia alcuna interruzione dell'occupazione e la durata complessiva del periodo (precedente e successivo) sia inferiore a 360 giorni.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

Titolarità di un Pubblico Esercizio

Qual è la documentazione necessaria?

non obbligatorio Non obbligatori obbligatorio Obbligatori condizionale Obbligatori sotto condizione

  • 1 ) Copia fotostatica del documento di identità
    obbligatoria qualora la firma dell'intestatario non venga apposta alla presenza dell'incaricato del servizio di front office o la pratica venga inviata tramite posta

  • 2 ) Copia del permesso di soggiorno
    per cittadino extracomunitario

  • 3 ) Marca da bollo di Euro 16,00

    esclusi il Comune di Parma, le Associazioni ONLUS, associazioni di volontariato e tutte le occupazioni connesse all'esercizio di diritti elettorali, raccolte firme liste, petizioni etc..


  • 4 ) Nulla osta del proprietario o dell'amministratore dell'immobile
    qualora la struttura venga posta a contatto dell'edificio

  • 5 ) Nulla osta dei frontisti interessati
    qualora la struttura venga posta di fronte ad un altro esercizio commerciale

  • 6 ) Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa dal richiedente relativa all'ottenimento dei nulla-osta del proprietario/amministratore dell'immobile e dei frontisti interessati
    qualora non vengano presentati i nulla-osta del proprietario/amministratore dell'immobile e dei frontisti interessati

  • 7 ) Quietanza di versamento diritti di segreteria
    Euro 30,00

  • 01 ) Autodichiarazione ai sensi del DPR del 28 dicembre 2000, n. 445 attestante che le metrature, le strutture, gli arredi e la loro disposizione sono immutati rispetto a quanto riportato nell'autorizzazione immediatamente precedente
    Scarica .doc

Modalità di presentazione

La domanda deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al sito http://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/SUAP-Telematico.aspx



Qual è la tempistica del procedimento?

Rispetto alla data di proroga dell'occupazione, la domanda va presentata almeno 10 giorni prima per consentire la conclusione del procedimento entro i termini previsti dal Regolamento per la disciplina dei procedimenti amministrativi.

Per la domanda:
- marca da bollo di euro 16,00 (esclusi il Comune di Parma, le Associazioni ONLUS, associazioni di volontariato e tutte le occupazioni connesse  all'esercizio di diritti elettorali, raccolte firme liste, petizioni etc..)

Diritti di Segreteria dovuti per Autorizzazione COSAP:
- Euro 30,00

Modalità di versamento dei Diritti di Segreteria:
- bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-58-N-07601-12700-001041902626 (indicando nella causale COM – Intestatario della pratica – Diritti di segreteria COSAP)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

Per il ritiro della concessione:
- marca da bollo di euro 16,00 (esclusi il Comune di Parma, le Associazioni ONLUS, associazioni di volontariato e tutte le occupazioni connesse all'esercizio di diritti elettorali, raccolte firme liste, petizioni etc..)
- ricevuta del versamento del canone di occupazione

Modalità di versamento CANONE COSAP temporanea:
- con bonifico sul c.c.p. n. IBAN IT-34-L-07601-12700-001041901750 (indicando nella causale “COM – Intestatario della pratica – Canone COSAP temporanea)
- direttamente presso gli sportelli di Poste Italiane
- presso le casse automatiche presenti presso il DUC, in Largo Torello De Strada 11/a  Piano -1

Canone COSAP

Gli importi fino a 2.500,00 euro devono essere versati anticipatamente in un'unica soluzione.
Per gli importi superiori  a 2.500 è possibile optare per:

il pagamento in rate mensili anticipate, per mesi interi a partire dalla decorrenza della concessione. All'atto del rilascio della concessione va  corrisposta la prima rata oltre ad eventuali rate maturate in caso di ritiro tardivo della concessioe, senza spostamento della scadenza della rata successiva.   Nei casi di rateizzazione di importo superiore ad €10.000 si prescrive la fideiussione da presentare prima del ritiro della concessione, a garanzia del pagamento dilazionato e con scadenza di almeno 6 mesi oltre la scadenza del piano di rateizzazione;

- il pagamento in unica soluzione: in questo caso verrà applicato uno sconto del 5% sull'importo del canone.

 

Il canone viene conteggiato tenuto conto del coefficiente moltiplicatore di cui all'art. 44 del Regolamento Cosap e con la riduzione del 40% per i giorni eccedenti i primi 30 giorni e dulteriore dimezzametno ap artire dal 91° giorno. Peroccupazioni con dehors di durata complessivamente superiore a 90 giorni consecutivi , la riduzione più favorevole viene applicata fin dal primo giorno di occupazione. Alle tariffe applicate va aggiunto l'importo corrispondente al mancato introito derivante dagli stalli di sosta coperti dall'area della concessionenella misure di € 0,73 al giorno per ogni stallo di sosta e per i 5/7 dei giorni di occupazione. Con la sottoscrizione dell'impegno a rimuovere l'occupazionenegli orari di chiusura per consentire una fruizione pubblica del suolo senza intralci, viene applicata una riduzione del 15% sul canone per la rimozione totale dell'occupazione concessa, ovvero del 10% se la rimozione avviene almeno per il 50%. Tali riduzioni si applicano quando non sussistono lecondizioni per le riduzioni di cui all'art. 47 c. 4 del Regolamento Cosap. Il titolare della concessione può rinunciare alla medesima, con apposita comunicazione formale all'ufficio competente. Se la concesione è già stata rilasciata anche se non ritirata, il richiedente ha l'obbligo di assolvimento del pagamento del canone previsto per il periodo richiesto fino al giorno di rinuncia incluso anche quando la concessione sia stata emessa e non ritirata.

Data inizio validità : 30/08/2019
Ultimo aggiornamento : 31/10/2019
Numero Unico 0521 40521
Logoonline
ci (ri)troviamo domani.jpg
banner generi alimentari 3 sito.png
Lilly.e.il.vagabondo 2.jpg
box-ecoconsigli
limitazioni-traffico-parma-2019-2020.png
ACCESSO2020 (2).jpg
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014