ISCRIZIONI a.s. 2022-2023

 

L’iscrizione alla scuola secondaria di I grado è regolamentata da un meccanismo individuato in accordo con i Dirigenti Scolastici e con l’Ufficio Scolastico Provinciale.

Tale meccanismo prevede per ciascuna scuola primaria frequentata almeno una scuola secondaria di I grado di riferimento. Permane comunque la possibilità di iscrizione presso un’altra scuola nel limite dei posti che questa può offrire e sulla base dei criteri di accoglienza autonomamente stabiliti dai Consigli d'Istituto.

Può essere richiesta l'iscrizione ad una scuola diversa da quella dell’Istituto Comprensivo o da quella di riferimento, ma l'accoglimento della domanda è condizionato dalla capacità ricettiva della scuola scelta e in caso di non accoglimento da parte della scuola scelta non si ha la garanzia di essere accolti nella scuola dell’Istituto Comprensivo o in quella di riferimento.

L'iscrizione alla prima classe dovrà essere effettuata on line al sito www.istruzione.it/iscrizionionline/ dalle ore 8.00 del 4 gennaio 2022 alle ore 20.00 del 4 febbraio 2022.

I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale (affidatari, tutori) accedono al sistema “Iscrizioni on line”, disponibile sul portale del Ministero dell’Istruzione www.istruzione.it/iscrizionionline/ utilizzando le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) già a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021.

Le istituzioni scolastiche destinatarie delle domande, previo appuntamento fissato con la Segreteria, offriranno un servizio di supporto alle famiglie prive di strumentazione informatica.

In subordine, qualora necessario, anche le scuole di provenienza offrono il medesimo servizio.

Per la gestione delle eventuali iscrizioni in eccedenza, ciascuna scuola individuerà specifici criteri di precedenza, mediante delibera del Consiglio di istituto da rendere pubblica prima dell’acquisizione delle iscrizioni stesse. I criteri dovranno essere definiti in base a principi di ragionevolezza come, ad esempio, la viciniorietà della residenza dell’alunno o particolari impegni lavorativi delle famiglie. In subordine rispetto all’istituto scolastico che costituisce la prima scelta, si potranno indicare, all’atto di iscrizione, fino a un massimo di altri due istituti.