In merito all’organizzazione dei centri estivi 2021 si precisa che stante l’emergenza sanitaria da Covid-19,  la Regione Emilia Romagna con Ordinanza n. 83 del 24 maggio 2021 ha approvato il Protocollo per le attività ludico-ricreative nei centri estivi per bambini e adolescenti dai 3 ai 17 anni che fornisce indicazioni operative, finalizzate a incrementare l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento da adottare per contrastare l’epidemia di Covid 19, in relazione alla apertura delle attività dei centri estivi rivolti ai bambini e ai ragazzi in età compresa tra i 3 e i 17 anni a decorrere dal 7 giugno 2021.

Il Protocollo è stato redatto in coerenza con le “Linee guida per la gestione in sicurezza di attività educative non formali e informali, e ricreative volte al benessere dei minori durante l’emergenza COVID-19” previste nell'allegato 8 all’Ordinanza del 21 maggio 2021 sottoscritta dal Ministro della Salute e dal Ministro per le Pari Opportunità e Famiglia.

Pertanto, tutti i soggetti gestori, contestualmente all’apertura dei centri estivi devono (come nel 2020) inoltrare Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà  e  non più la SCIA.

Il fac-simile della  Dichiarazione è allegato all’Ordinanza n.83-2021

La Dichiarazione compilata deve essere inviata al Comune di Parma, tramite PEC -al Settore Servizi Educativi S.O. Servizi per la Scuola- all’indirizzo:

comunediparma@postemailcertificata.it

contestualmente all’inizio dell’attività,

firmata dal Soggetto Gestore o dal Legale Rappresentante che attesta il possesso dei requisiti previsto dal Protocollo sopracitato.

Ai fini dei controlli di pertinenza, il Comune di Parma trasmetterà all’Ausl l’elenco dei centri estivi attivati.

Qualora venisse attivato un centro estivo in assenza di presentazione della dichiarazione da parte del soggetto gestore, il Comune può ordinare la sospensione delle attività.