La Regione Emilia-Romagna lo scorso novembre 2019, ha approvato i criteri attuativi del Fondo Sociale per l’Affitto e le specifiche direttive per il suo funzionamento e l’erogazione, permettendo di sbloccare le risorse che erano state destinate dal 2014 al 2018 al Fondo inquilini morosi incolpevoli.

Tra i requisiti necessari per ottenere il contributo, il risiedere in uno dei Comuni del Distretto di Parma, nonché nell’alloggio oggetto del contratto di locazione, dichiarare un reddito Isee compreso tra 3.000 e 17.154 euro e avere un contratto di affitto regolarmente registrato.

Il Comune di Parma, nell’ottica di sostenere le famiglie che stentano a pagare il canone di locazione, ha scelto di erogare il massimo del contributo previsto dalla delibera regionale, ossia sino a sei mensilità per un importo massimo di 3.000 euro.

Dal 24 febbraio al 10 aprile 2020 è aperto il Bando per il Distretto di Parma, per la domanda di ammissione al fondo sociale per la locazione per l’anno 2019, in attuazione della delibera di Giunta Regionale n. 1815 del 28/10/2019 e della deliberazione di Giunta del Comune di Parma n. 45 del 19/02/2020.

Al Bando possono partecipare i cittadini interessati ad un contributo integrativo per il pagamento dei canoni di locazione dell’anno 2019 dovuti ai proprietari degli immobili adibiti ad uso abitativo, che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei requisiti richiesti.

L’azienda Casa Emilia Romagna di Parma è l’ente strumentale individuato dai comuni del Distretto di Parma per la gestione del presente bando.

Per informazioni dettagliate sul bando, consultare la pagina informativa del sito di ACER PARMA, sezione Bandi:

Pagina Informativa di ACER PARMA - Bando Fondo Affitto Distretto di Parma