L’assegno di natalità (anche detto "bonus bebè") è un bonus destinato alle famiglie corrisposto mensilmente dall’Inps e spetta al genitore richiedente, dove sia presente un figlio nato, adottato o in affido preadottivo, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

A differenza di quanto avvenuto negli anni precedenti, dal 2015 al 2019,  a partire dal 1° gennaio 2020 per presentare la domanda non è più necessario possedere un valore Isee del nucleo familiare inferiore a 25.000 euro.

Il bonus diviene, pertanto, una misura di sostegno universale, anche se l’importo del contributo varia in relazione al reddito familiare prevedendo un’erogazione di 160 euro, 120 euro o 80 euro mensili.

Nel caso di un figlio successivo al primo nato o adottato entro il 2020, gli assegni vengono aumentati del 20%.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’INPS direttamente al richiedente.

La domanda va presentata ad INPS entro 90 gg dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia per adozione o affido preadottivo, con le seguenti modalità:

- on line presso il Sito di INPS, portale dell’Istituto (www.inps.it - Servizi on line);
- presso Patronati, Caf, ecc., attraverso i servizi offerti dagli stessi, che trasmettono online la domanda all’INPS;
- tramite il Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante).

Per infomazioni dettagliate sulla misura, consultare le pagine informative di Inps e di Stdi Camera - Affari Sociali Welfare:

Pagina Informativa di Inps - Bonus Bebè

Pagina Informativa di Studi Camera - Affari Sociali Welfare - Bonus Bebè