Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare, come definita dall’art. 2 del Decreto 14 maggio 2014.

Gli obiettivi dell’iniziativa in oggetto sono volti a facilitare, nell’ambito delle procedure di sfratto, un’intesa tra il locatore e l’affittuario che consenta a quest’ultimo di poter mantenere la disponibilità dell’alloggio locato mediante il pagamento delle morosità accumulate, oppure di poter accedere ad una diversa soluzione abitativa utilizzando i contributi per il pagamento del deposito cauzionale o dei canoni di locazione anticipati previsti dal nuovo contratto di locazione.

Nel mese di febbraio 2020 uscirà il nuovo Bando per la Morosità incolpevole che rimarrà attivo sino ad esaurimento delle risorse disponibili.