Entra in Comune

Progettualità educative per le scuole del primo ciclo

Punto di forza dell’attività progettuale per le Scuole, è lo stretto rapporto con il sistema scolastico. La progettualità educativa viene pertanto condivisa con le scuole: con esse vengono individuati i bisogni e gli ambiti progettuali.

Tavoli principali del confronto con le scuole sono:


• Patto per la Scuola, luogo di confronto e condivisione in primo luogo con i dirigenti scolastici. Tra i suoi principali impegni, proprio le azioni a sostegno e integrazione dell’offerta formativa delle scuole;


• Tavolo Scuola del Piano di Zona Distrettuale, tavolo tecnico dell’Ufficio di Piano preposto all’analisi dei bisogni, all’indirizzo e alla valutazione dei progetti sostenuti dal PdZ stesso;


• Commissioni  tra scuola e territorio o Commissioni per la promozione dell’agio attivate in molte scuole del 1°ciclo di istruzione. Le commissioni, previste dallo stesso Patto per la Scuola, sono luogo del confronto tra scuole, servizi sociali territoriali, servizi educativi e risorse espresse dal contesto locale per la definizione degli interventi di carattere educativo, sociale e sanitario relativi alle situazioni di disagio conclamato e alla prevenzione del disagio stesso.

In questo quadro metodologico, nascono dunque i progetti più significativi:

  • Progetto Teseo
  • Laboratori pomeridiani di approfondimento didattico
  • Scuole e culture del mondo
  • Crescere in armonia, educare al benessere
I Progetti

Progetto Teseo: promuovere il benessere a scuola. Rivolto agli alunni, insegnanti e genitori delle scuole secondarie di primo grado.
Obiettivi: promuovere il benessere, sostenendo la dimensione di relazionalità tra coetanei, tra insegnanti ed alunni,  tra insegnanti e genitori. A questo fine risultano di primaria importanza, gli interventi sul disagio che i ragazzi possono manifestare a scuola, e soprattutto,  potenziare e valorizzare le qualità personali e le competenze dei ragazzi, creando attorno ad essi un ambiente più positivo, accogliente e stimolante sia sul piano umano e relazionale che su quello formativo.

Laboratori pomeridiani di approfondimento didattico. Rivolto agli alunni delle scuole secondarie di 1° grado.
Obiettivi: promuovere il benessere scolastico concorrendo a rimuovere le situazioni che potrebbero dare origine a fenomeni di dispersione scolastica. Migliorare le competenze degli alunni e il contesto relazionale. Fornire supporto all’apprendimento mediante sostegno nelle attività di studio e svolgimento dei compiti assegnati dagli insegnanti di classe. Diffondere le possibili opportunità e servizi offerti dal territorio.

Scuole e culture del mondo: una rete di supporto per la scolarizzazione e l'integrazione degli alunni stranieri.
Obiettivi: sostenere nelle scuole l'accoglienza e l'integrazione scolastica degli alunni stranieri, l'apprendimento dell'italiano come lingua seconda, l'educazione interculturale.
E' un progetto interistituzionale promosso dal Comune di Parma, Settore Educativo-Servizi per la Scuola e dal Centro Studi ParmaInfanzia, in collaborazione con l'Ufficio scolastico provinciale, la Prefettura, l'Università degli Studi di Parma - Dipartimento di Lingue e l'Università di Reggio-Modena - Scienze della Formazione, gli Istituti Comprensivi di Parma e dei 13 Comuni della provincia aderenti al progetto  (Sorbolo-Mezzani, Colorno, Torrile, Langhirano, Felino, Sala Baganza, Collecchio, Noceto, Medesano, Fontevivo, Fontanellato, Sissa, Trecasali)
Un Protocollo d'Intesa, rinnovato periodicamente, ne esplicita i ruoli.

Settore Educativo – Ristorazione ed educazione alimentare

Crescere in armonia, educare al benessere: progetto di educazione alimentare e  per l’adozione di corretti stili di vita
Obiettivi: educare studenti, genitori ed educatori ad  una corretta alimentazione e all’adozione di adeguati stili di vita.
Le Linee di Indirizzo Nazionale per la Ristorazione Scolastica del Ministero della Salute attribuiscono alla  Ristorazione scolastica un ruolo di rilievo nell’educazione alimentare che ha come soggetto il bambino / ragazzo, come luogo privilegiato di socializzazione e conoscenza (voce bibliografica).
Il momento del pasto a scuola, insieme ai compagni e agli insegnanti, porta ad una maggiore socializzazione, allo sviluppo dell’autonomia, all’acquisizione di competenze sulle proprie esigenze nutrizionali, all’ampliamento dei propri orizzonti relazionali e gustativi e ad una maggiore consapevolezza del rispetto del cibo e dell’altro da sé.
Educare a uno stile di vita sano oggi, significa oggi, anche creare consumatori consapevoli e coscienti delle ricchezze e delle tradizioni del territorio

 

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014