Le Notizie In Primo Piano

27.02.17 / ISTITUZIONE
Duc: si riapre questa mattina

Per problemi tecnici gli uffici del Duc sono stati chiusi venerdi e sabato scorso. Le operazioni di ripristino sono terminate e da questa mattina si torna alla normale attività con i consueti orari di sportelli ed uffici.

>> Leggi tutto
23.02.17 / CULTURA
Uto Ughi, a Parma il 3 aprile

Il 3 aprile il concerto all'Auditorium Paganini del grande Maestro Uto Ughi.

>> Leggi tutto
24.02.17 / FAMIGLIA E PERSONA
Legionella - relazione finale

Presentati durante un’assemblea pubblica gli esiti delle indagini epidemiologiche e ambientali condotte per individuare il ceppo di Legionella.

>> Leggi tutto
>> Leggi tutte le Notizie

Entra in Comune

Fatturazione elettronica

Dal 31 marzo 2015 è esteso a tutte le Pubbliche Amministrazioni l’obbligo di ricevere, emettere, trasmettere, gestire e conservare le fatture esclusivamente in formato elettronico, secondo la normativa vigente.

La fattura elettronica è un documento in formato digitale la cui autenticità e integrità sono garantite:

  • dalla presenza della firma elettronica di chi emette la fattura;
  • dalla trasmissione della fattura ad uno specifico Sistema di Interscambio (SDI).

Un Sistema di Interscambio è la piattaforma che:

  • trasmette la fattura elettronica dal fornitore alla Pubblica Amministrazione;
  • trasmette le notifiche relative alle attività svolte alla Pubblica Amministrazione e al fornitore; 
  • consente al Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) il Monitoraggio della Finanza Pubblica. 

Le caratteristiche tecniche di un file di fattura elettronica sono regolamentate dagli standard FatturaPA (Agenzia delle Entrate). 

Il 9 marzo 2015, il Dipartimento Finanze del Ministero dell’ Economia e delle Finanze e il Dipartimento della Funzione Pubblica del Ministero per la pubblica amministrazione e semplificazione, hanno pubblicato una circolare interpretativa che definisce nel dettaglio le scadenze per il passaggio alla fatturazione elettronica delle diverse amministrazioni.

Dal 31 marzo 2015 il Comune di Parma, come tutte amministrazione pubbliche italiane, può ricevere solo fatture emesse in formato elettronico secondo gli standard stabiliti dalla normativa vigente.

Specifiche per l'invio al Comune di Parma delle fatture elettroniche

Per il Comune di Parma, il pagamento verrà effettuato, a fornitura conclusa entro i termini previsti dalla norma, previa trasmissione in forma elettronica di regolare fattura in ottemperanza al Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, che dovrà contenere obbligatoriamente (pena il rigetto della fattura) le seguenti informazioni:

  • codice univoco del Comune di Parma: 1.1.4  <CodiceDestinatario>: UFQSY8
     
  • settore o l'ufficio comunale cui la fattura è diretta, che ha ordinato la  spesa 1.4 <CessionarioCommittente> 1.4.1.3.1  <Denominazione>: il settore o l'ufficio comunale cui la fattura è diretta, che ha ordinato la spesa
     
  • il numero della determina di impegno 2.1.2 <DatiOrdineAcquisto> 2.1.2.5 <CodiceCommessaConvenzione>: il numero della determina di impegno (E’ importante utilizzare il seguente formato DD-ANNO-NUMERO)
     
  • il codice numerico del centro di responsabilità 2.1.5 <DatiRicezione> <IdDocumento>: il codice numerico del centro di responsabilità (E’ il codice dei centri di responsabilità utilizzati dal sistema gestionale di contabilità/PEG)
     
  • il numero dell'impegno 2.2.1.15 <RiferimentoAmministrazione>: il numero dell'impegno (E’ importante utilizzare il seguente formato Anno Numero Impegno con il seguente formato: 20150001622 00_ 20150001623 00, in caso di più impegni separare i codici con l'underscore _ )
     
  • il CIG 2.1.2  <DatiOrdineAcquisto> 2.1.2.7   <CodiceCIG>: il codice CIG della fornitura

 

I codici 1.1.4, 1.4.1.3.1 ecc... si riferiscono alla legenda dei campi presenti nella struttura del fomato XML della fattura elettronica, così come descritte nelle regole tecniche emanate dall'AGID.

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014