NOTIZIE / 22.01.16 / AMBIENTE

Monitoraggio delle microdiscariche abusive

Continua l'azione di controllo, verifica e pulizia delle microdiscariche abusive da parte del Comune e di Iren per scoraggiare coloro che deturpano l'ambiente con l'abbandono indiscriminato dei rifiuti.

Folli-cs-Pulizia-discariche

Tra le misure adottate anche quella di prevedere la videosorveglianza di alcune zone ed il posizionamento di una nuova segnaletica verticale in cui vengono indicati chiaramente i rischi che corrono coloro che violano il regolamento dei rifiuti di Atersir che prevede, in questo caso, sanzioni che vanno da 25 a 500 euro.

Ne hanno parlato, nel corso di una conferenza stampa, l'assessore all'ambiente Gabriele Folli ed i tecnici di Iren Ambiente Claudio Civa e Nicolò Capra. 

“Nel corso del 2015 – ha spiegato l'assessore Folli – sono stati effettuati 4 mila controlli complessivi da parte degli agenti della polizia municipale, dei vigili ambientali e degli ispettori Iren, con circa il 13 % di sanzioni elevate.

Per quanto riguarda la microdiscariche, situate al di fuori dell'anello delle tangenziali, continua l'attività di monitoraggio e di controllo portata avanti in collaborazione con Iren”. Fra le misure volte a scoraggiare l'abbandono dei rifiuti, l'assessore ha fatto riferimento all'utilizzo di telecamere mobili che verranno collocate, al di fuori del centro città, per scoraggiare gli abbandoni. Proseguirà, inoltre, l'attività di formazione e sensibilizzazione dei cittadini. E sono in corso di posizionamento nuovi cartelli “Io mi rifiuto”, 

“Iren, in forza dell'accordo raggiunto con il Comune, - ha spiegato Claudio Civa di Iren Ambiente – si è impegnata a potare avanti un'azione di monitoraggio e pulizia delle microdiscariche in modo puntuale e costante. Sono state recuperate 192 tonnellate di rifiuti nel 2015 e sono state elevate 15 sanzioni”. 

Nicolò Capra ha ricordato che proseguono, oltre ai controlli sulle microdiscariche abusive, anche quelli relativi al corretto conferimento dei rifiuti in ambito urbano che riprenderanno dalla prossima settimana interessando, a rotazione, i vari quartieri della città con particola riguardo a conferimento di plastica e barattolame e residuo. 

Ecco gli interventi di pulizia e monitoraggio quindicinali che hanno interessato le seguente aree: strada Argini ex bretella tangenziale, strada del Traglione area cippo Tommy, strada Nuova Naviglio, strada Principale dei Beneceto, via Barabacini di fronte al Centro di Raccolta, via Toscana fronte Centro di Raccolta, largo Simonini fronte Centro di Raccolta, strada del Lazzaretto, via Liani, via Boraschi, via Vannutelli, via Tartaglia, strada Farnese Vigheffio, via Mercatore e via Bonomi fronte Centro di Raccolta. 

La quantità di rifiuti rimossi e smaltiti da aree comunali, tra novembre e dicembre 2015, è stata significativa: imballaggi pericolosi 120 Kg, olio minerale 1.000 chili, Raee - Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche - 1.139 chilogrammi; inerti 110.520 chili; amianto 6.750 chili; ingombranti 72.720 chili; per un totale di 192.249 chili, pari a circa 1 kg di rifiuti ad abitante.

In percentuale, gli inerti rappresentano il 57 %, il 38 % gli ingombranti, il 3 % l'amianto, mentre oscillano intorno all'1 % gli altri.

L'attività di controllo prevede la presenza di ispettori ambientali Iren che hanno eseguito circa 60 controlli nelle aree oggetto di monitoraggio e pulizia, elevando 15 sanzioni suddivise come segue: 1 in via Barbacini, 2 in strada Argini, 3 in strada Beneceto, 1 in strada Nuova Naviglio, 2 in via Boraschi, 2 in via Keplero, 1 in via Vannutelli, 2 in via Bonomi ed 1 via via Liani. Per un totale di 15 sanzioni.

Lo scorso luglio il Comune (settore Ambiente) ed Iren hanno formalizzato una procedura per il monitoraggio e la pulizia delle cosiddette “micro-discariche”. La procedura ha visto, nella prima fase, la redazione di un elenco di tutte le microdiscariche presenti sul territorio comunale.

Inoltre sono state fatte le verifiche catastali per la verifica della proprietà e, pertanto, della competenza. Il Comune, tramite Iren, infatti, interviene solo sulle aree pubbliche mentre attiva, tramite apposito ufficio, la procedura nei confronti del privato. La seconda fase, quella del monitoraggio e pulizia, ha previsto il monitoraggio periodico delle microdiscariche censite, con eventuale pulizia ogni 15 giorni.

 I Cartelli “IO MI RIFIUTO”: è previsto il posizionamento di complessivi 20 cartelli. 10 sono già stati regolarmente posizionati (in quanto sono stati utilizzati dei pali esistenti). I restanti 10 verranno posizionati a breve. I cartelli già posati si trovano in viale Mentana; strada San Nicolò, via Liguria, borgo Tanzi, piazzale Inzani/Borgo Fiore, via Lanfranco, via Provesi, borgo Palmia, via Racagni, via Rasori.

I Cartelli da posizionare saranno collocati in vicolo Vescovado, brgo Bernabei, borgo Cocconi, borgo del Navigli, borgo delle Colonne, borgo Lalatta, borgo Montassù, borgo San Domenico, piazzale Barezzi e via Corso Corsi.

 

Telecamera mobile e relativo cartello 

L’Amministrazione ha acquistato e di recente posizionato anche una telecamera mobile, attualmente collocata in strada Argini. La telecamera verrà spostata con frequenza bisettimanale in altri punti della città. Il piano dei posizionamenti è, ovviamente, definito dall’ufficio Ambiente in funzione delle segnalazioni e delle zone notoriamente conosciute come più problematiche. 

Controlli settimanali sui rifiuti 

Riprenderanno, con la prossima settimana, i controlli in materia di raccolta differenziata dei rifiuti attuati dagli ispettori ambientali di Iren e dal corpo di polizia municipale contro gli abbandoni e per correggere i comportamenti sbagliati in tema di conferimento dei rifiuti. Da settembre a dicembre 2015, settimana dopo settimana, sono stati fatti numerosi controlli in tutti i quartieri della città, dando la precedenza alle vie/strade più problematiche.

Il programma riprenderà la prossima settimana, dal quartiere Lubiana e interesserà, progressivamente, tutta la città.

Partecipano | Folli Gabriele

Per poter commentare devi essere residente nel Comune di Parma e registrato sul portale!
Effettua il Login oppure Registrati

ordina per

|
Si segnala il sistematico e ricorrente abbandono di numerosi sacchi di rifiuti nell'alveo del canale di via Valera, nel tratto fra gli incroci con str.Ferrarini Gedeone e via Pini. La situazione si presenta intollerabile non solo per ovvie ragioni di inciviltà e quant'altro, ma principalmente per il rischio di intasamento della griglia a valle, che in caso di flussi d'acqua abbondanti provocherebbe, come già più volte accaduto, la tracimazione e l'allagamento dell'intero quartiere Ferrarini-Mordacci.

A nome e per conto degli abitanti della zona.
Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014