06/10/2021

F.A.Q. - Frequently Asked Questions

Qui troverai le domande più frequenti riguardo al Servizio Civile Universale

CARATTERISTICHE SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE
Come posso venire a conoscenza dei progetti di Servizio Civile Universale e scegliere quello più adatto a me?

Puoi contattare direttamente l’Ente o consultarne il sito: il Comune di Parma pubblicherà su questo sito internet, oltre all’elenco dei progetti di propria competenza, anche una scheda sintetica per ciascun progetto che riporta le informazioni essenziali per orientarti alla scelta.

Quali sono i benefici riservati agli operatori volontari del Servizio Civile Universale?
  • La legge prevede che ai giovani che hanno svolto attività di Servizio Civile Universale possano essere riconosciuti crediti formativi da spendere nel corso degli studi e nel campo della formazione professionale. Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha promosso presso Università ed Enti accreditati la stipula di apposite convenzioni.
  • Il periodo di Servizio Civile prestato è valutato nei pubblici concorsi con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso gli Enti Pubblici.
  • Ferme restando le riserve di posti previste dalla normativa vigente, ai fini della compilazione delle graduatorie di merito dei concorsi pubblici relativi all'accesso nelle carriere iniziali, le pubbliche amministrazioni possono prevedere nei relativi bandi, oltre i titoli di preferenza indicati all'articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, anche lo svolgimento del servizio civile universale completato senza demerito.
  • L'attestato di fine servizio, rilasciato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale è utile per l’inserimento nel mondo del lavoro.
  • I periodi di Servizio Civile Universale che verranno prestati dai volontari avviati in servizio a decorrere dal 1° gennaio 2009 sono riscattabili, in tutto o in parte, su domanda del volontario e su contribuzione individuale, da versare in un'unica soluzione o in 120 rate mensili senza l'applicazione degli interessi di rateizzazione. (Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185, art. 4 comma 2 - Gazzetta Ufficiale n. 280 del 29 novembre 2008, Suppl. Ord. 263)
Il Servizio Civile Universale è un lavoro?

NO, non è un lavoro. E' un anno dedicato al servizio della comunità e contestualmente alla formazione personale e alla crescita individuale. E' anche un'opportunità per avvicinarsi al mondo del lavoro.

Il Servizio Civile Universale è compatibile con altra attività?

Sì, se le altre attività sono compatibili con il corretto espletamento del Servizio civile.

Ai sensi dell'art.16 comma 5 del decreto legislativo n. 40 gli operatori volontari sono tenuti a realizzare le attività previste da progetto e non possono svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo SE incompatibile con il corretto espletamento del servizio civile universale.

DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Chi può presentare domanda di partecipazione al Servizio Civile Universale?
  • possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti: 
  • cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
Chi non può presentare la domanda?

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale o universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del progetto rapporti di lavoro/di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando; in tali fattispecie sono ricompresi anche gli stage retribuiti.
Come posso presentare la domanda per il Servizio Civile Universale?

Puoi presentare domanda di partecipazione esclusivamente online attraverso la piattaforma DOL (Domanda On Line).

Puoi accedere alla piattaforma DOL direttamente da https://domandaonline.serviziocivile.it o attraverso i siti istituzionali del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, tra cui www.scelgoilserviziocivile.gov.it dedicato specificatamente al bando selezione volontari. Il link è disponibile anche sui siti delle Regioni e delle Province Autonome e su quelli degli enti di servizio civile che hanno progetti nel bando di riferimento.

Come accedo a DOL?

Se sei un cittadino italiano residente in Italia o all’estero puoi accedere alla piattaforma DOL esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Se non sei cittadino italiano dovrai richiedere al Dipartimento le credenziali per accedere alla piattaforma DOL, seguendo la procedura di registrazione illustrata nel manuale DOL.

Cosa mi occorre per ottenere le credenziali SPID?

Ottenere le credenziali SPID è facilissimo, ti basterà disporre di:

  • un indirizzo e-mail
  • il numero di telefono del cellulare
  • un documento di identità valido
  • la tua tessera sanitaria con il codice fiscale
ORARI, INTERRUZIONI, TRATTAMENTO ECONOMICO
Qual è l'orario di servizio?

I progetti prevedono un orario di servizio medio pari a 25 ore settimanali con un monte ore annuo di 1145.

Quale trattamento economico spetta agli operatori volontari?

Ai volontari spetta un compenso di € 444,30 netti mensili.

Quali sono i permessi ordinari concessi all'operatore volontario?

L’operatore volontario, durante il periodo di servizio, usufruisce di 20 giorni di permessi ordinari retribuiti.

Il permesso consente all’operatore volontario di assentarsi dal servizio per esigenze personali; esso si conteggia in giornate e non è frazionabile in permessi orari.

Non è stabilito un periodo minimo di servizio per poter fruire di permessi, né un numero di giorni di permesso utilizzabili al mese.

Eventuali giorni di permesso non usufruiti non possono essere remunerati.

Cosa succede in caso di interruzione del Servizio?

L'interruzione ricorre nel caso in cui il volontario prende servizio e successivamente interrompe il rapporto di collaborazione al progetto o con un atto scritto (lettera di dimissioni) o senza alcuna comunicazione.

In tal caso il volontario non ha diritto a ripresentare domanda di partecipazione in occasione di successivi bandi di servizio civile. 

L'interruzione ricorre, altresì, per malattia superiore ai 30 giorni, non dovuta a causa di servizio, o superi il numero massimo di giorni di permesso. In tal caso il volontario che non abbia portato a compimento il 6° mese di servizio, conserva il diritto a presentare domanda in occasione di successivi bandi di servizio civile.

Qual è la sede di servizio?

La sede di servizio è quella scelta dal volontario all’atto della presentazione della domanda, ed è indicata nel contratto sottoscritto nel momento della presa in servizio.

E' possibile usufruire di permessi straordinari?

Sì, sono, previsti permessi straordinari, da considerare come giorni di servizio prestato e quindi retribuiti, che non vanno decurtati dai giorni di permesso spettanti nell’arco dei mesi di servizio.

In particolare è riconosciuto all’operatore volontario:

  • 1 giorno per la donazione di sangue, con una frequenza non inferiore a tre mesi per i ragazzi e a sei mesi per le ragazze;
  • un numero di giorni pari a quelli indicati dalla struttura sanitaria in caso di donazione di midollo o organi;
  • 1 giorno nell’ipotesi di convocazione a comparire innanzi all’autorità giudiziaria;
  • un massimo di 3 giorni per ogni evento luttuoso relativo alla morte del coniuge e/o parenti entro il secondo grado e di affini entro il primo grado;
  • fino a 3 giorni al mese, ai sensi dell’articolo 33, comma 6, della legge 104/92, in caso sia portatore di handicap;
  • un numero di giorni della durata dello svolgimento delle operazioni di emergenza di protezione civile e/o delle attività addestrative e formative per i volontari di protezione civile appartenenti al volontariato organizzato di protezione civile di cui al Capo V - sezione II - del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 “Codice della protezione civile”, e comunque fino ad un massimo di 30 giorni anche non continuativi;
  • 20 giorni in caso di richiami in servizio del personale volontario dei vigili del fuoco;
  • un numero di giorni corrispondenti alla durata del corso addestramento per vigili del fuoco volontari;
  • 1 giorno per ogni esame universitario sostenuto previa presentazione di documentazione rilasciata dall’Istituto universitario attestante l’effettivo espletamento della prova
  • un numero di giorni corrispondenti alla durata dello svolgimento delle operazioni elettorali in caso di nomina a Presidente di seggio, segretario, scrutatore o rappresentante di lista;

un numero di giorni per esercitare il diritto di voto pari a:

  • 1 giorno nel caso in cui il luogo di residenza disti da 50 a 500 Km dalla sede di svolgimento del servizio civile;
  • 2 giorni nel caso in cui il luogo di residenza disti oltre 500 Km dalla sede di svolgimento del servizio;
  • 2 giorni nel caso in cui sia impegnato nello svolgimento di progetti in Europa;
  • 3 giorni nel caso in cui sia impegnato nello svolgimento di progetti in paesi extraeuropei.
TRATTAMENTO GIURIDICO
Come deve comportarsi l'operatore volontario in caso di infortunio?

Il volontario, in caso infortunio, deve informare tempestivamente la sede dell’ente di assegnazione, facendo pervenire la relativa certificazione rilasciata da struttura del servizio sanitario nazionale.

Il volontario invia al Dipartimento la denuncia di sinistro in modalità online, per il tramite di una piattaforma informatica fruibile lato Front End (Web) e raggiungile al seguente indirizzo web: https://scuassicurazione.serviziocivile.it e/o attraverso smartphone, anche con App fruibile sugli store Android e IOS digitando “SCU Assicurazione” e deve essere trasmessa entro trenta giorni dal verificarsi dell’infortunio, e comunque non oltre il quindicesimo giorno dal momento in cui ne abbia la possibilità.Per quanto concerne le modalità di denuncia del sinistro e gli adempimenti correlati, l’operatore volontario si attiene a quanto indicato nel contratto di assicurazione, consultabile sul sito istituzionale del Dipartimento.

Quanti sono i giorni di malattia retribuita?
  • I giorni di malattia che verranno retribuiti sono 15.
  • La malattia andrà comunicata subito alla OLP e i giorni si conteggiano senza soluzione di continuità.
  • Si potrà usufruire di uleriori 15 giorni di malattia ma il compenso verrà decurtato.
  • Superati i 30 giorni si sarà esclusi dal servizio.
Quali sono le disposizioni e tutele in caso di maternità?
  • E' necessario presentare il certificato con la data presunta del parto.
  • Divieto a prestare servizio per 5 mesi, di norma i due precedenti e i tre mesi seguenti al parto.
  • Ci si può astenere da mese precedente la data presunata del parto e nei 4 mesi successivi.
  • Si può richiedere la maternità anticipata in condizioni di lavoro o ambientali pregiudizievoli.
  • Durante il primo anno di vita del bambino sono previsti periodi di riposo giornaliero.

 

FORMAZIONE
Quanto dura la formazione specifica?

Le ore di formazione specifica non devono essere inferiori a 50.

Quante ore dura la formazione generale di Servizio Civile?

Le ore di formazione generale di Servizio Civile Universale non devono essere inferiori a 30.

In cosa consiste la formazione degli operatori volontari del Servizio Civile?

I giovani che scelgono di partecipare alla realizzazione di progetti di Servizio civile hanno diritto ad avere una formazione generale ed una specifica.

La formazione generale è indirizzata alla conoscenza dei principi che sono alla base del servizio civile. La formazione specifica è inerente alla peculiarità del progetto.

Le metodologie di realizzazione della formazione sono contenute nel progetto approvato dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale o dalla Regione/Provincia Autonoma.

La durata complessiva della formazione generale e specifica non può essere inferiore a 80 ore.