Le Notizie In Primo Piano

27.07.21 / AMBIENTE
A Parma il riconoscimento “Spighe Verdi”

È stato conferito oggi da Foundation of Enviromental Education, al Comune di Parma, il prestigioso riconoscimento nazionale “Spighe Verdi”.

>> Leggi tutto
22.07.21 / CULTURA
Malika Ayane al Parco della Musica

Inizia Parma Estate al Parco della Musica: il 27 luglio Malika Ayane, i Talenti dell’Innovatorio di Musica e tanti altri ospiti per il primo appuntamento.

>> Leggi tutto
27.07.21 / CULTURA
Opera: il palcoscenico della società

A Palazzo del Governatore, dal 18 settembre 2021 al 13 gennaio 2022, la mostra dedicata al mondo dell'opera, nell'ambito di Parma 2020+21.

>> Leggi tutto
>> Leggi tutte le Notizie

Entra in Comune

Guida alla tassa dei rifiuti del Comune di Parma

Le riduzioni della tassa per l’anno 2020.

Guida alla tassa dei rifiuti del Comune di Parma

Le riduzioni della tassa per l’anno 2020

La TARI (tassa rifiuti) – tributo che è una componente dell'imposta unica comunale (IUC) insieme con l'imposta municipale propria (IMU) e il tributo per i servizi indivisibili (TASI), istituita dalla legge di stabilità per l’anno 2014 (art. 1, co. 639 e ss., Legge 27 dicembre 2013, n. 147) - sostituisce, a decorrere dal 1 gennaio 2014, i preesistenti tributi dovuti al Comune da cittadini, enti ed aziende quale pagamento corrispettivo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, noti con l'acronimo di TARSU, e successivamente di TIA e di TARES.

NATURA DELLA TARI

La tassa rifiuti solidi rappresenta il corrispettivo che il Comune richiede a fronte del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sul proprio territorio.

Soggetto passivo del tributo è il possessore ovvero il detentore dell’immobile suscettibile di produrre rifiuti urbani.

La base su cui calcolare la TARI è la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti.

I PRESUPPOSTI DELLA TARI - Legge 147/2013

Comma 641 Il presupposto della TARI e' il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

Comma 642 La TARI e' dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

RIDUZIONI

Comma 658 Nella modulazione della tariffa sono assicurate riduzioni per la raccolta differenziata riferibile alle utenze domestiche.

Comma 659 Il comune, con regolamento di cui all'articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, può prevedere riduzioni tariffarie ed esenzioni nel caso di:

a) abitazioni con unico occupante;

b) abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo;

c) locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente;

d) abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero;

e) fabbricati rurali ad uso abitativo;

e-bis) attività di prevenzione nella produzione di rifiuti, commisurando le riduzioni tariffarie alla quantità di rifiuti non prodotti.

Comma 660 Il comune può deliberare, con regolamento di cui all'articolo 52 del citato decreto legislativo n. 446 del 1997, ulteriori riduzioni ed esenzioni rispetto a quelle previste dalle lettere da a) a e) del comma 659.

La relativa copertura può essere disposta attraverso apposite autorizzazioni di spesa e deve essere assicurata attraverso il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del comune.

REGOLAMENTO DEL COMUNE DI PARMA

Il Regolamento per l’applicazione della Tassa Rifiuti (TARI) del Comune di Parma è stato approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.73/2014 del 23 settembre 2014 e successivamente modificato ed integrato, con deliberazioni consiliari n.48 del 22/7/2015, n.31 del 28/03/2017, n.11 del 26/3/2018 ed infine n. 20 del 25/3/2019.

Il Titolo IV “RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI”, dall’articolo 17 al 22, prevede diverse riduzioni della tariffa sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche.

Inoltre, per l’anno 2020, il Comune di Parma ha approvato delle riduzioni tariffarie per le utenze non domestiche, la cui attività è stata sospesa a seguito dei vari decreti governativi relativi alle misure urgenti per far fronte all’emergenza sanitaria da pandemia COVID-19, provvedendo a dare la necessaria copertura economica con proprie risorse economiche.

RIDUZIONI TARI UTENZE NON DOMESTICHE PER L’ANNO 2020 SOSPESE PER EMERGENZA COVID-19

ALTRE RIDUZIONI DELLA TASSA TARI – TITOLO IV DEL REGOLAMENTO COMUNALE

Numero Unico 0521 40521
Scopri i canali tematici
del Comune di Parma
Paes >> PAES_PORTALE2014