Salta al contenuto

Censimento coperture in amianto con droni

Censite 34.570 coperture di cui 2.434 con amianto. Ottimo riscontro per Parma nel rapporto quantità di amianto per abitante. Sotto la media nazionale.

Data:

19-04-2022

censimento amianto

Sono state censite complessivamente 34.570 coperture e, su 2.434 di queste, è stata rilevata la presenza di materiali che presumibilmente contengono amianto. In totale sono quindi stati rilevati 1.102.362 metri quadrati di coperture da monitorare e bonificare, per un quantitativo totale stimato di circa 16.535 tonnellate di materiale da smaltire. Il dato medio per abitante sui comuni che hanno effettuato questo censimento è di circa 15 metri quadrati ad abitante, pertanto Parma con suoi 5,51 metri quadrati per abitante presenta un ottimo dato, a conferma dell’attenzione dei cittadini verso questa tematica ma anche dell’attività svolta dall’Amministrazione in questi anni, con numerosi interventi di bonifica sugli edifici pubblici e con la gestione delle situazioni riscontrate su quelli privati.

“L’ambiente si misura. Credo fermamente in questo principio, punto di partenza di ogni decisione, che ci ha guidato anche in questo importante progetto – ha dichiarato l’Assessora Tiziana Benassi -. Grazie a tecnologie all’avanguardia - i droni - abbiamo realizzato una mappatura capillare delle coperture in amianto sugli edifici sul territorio comunale. Un censimento puntuale degli edifici pubblici e privati ove è stata rinvenuta la presenza di amianto e il relativo stato di conservazione. Dati che confluiranno nel piano per la definizione e gestione delle priorità di intervento. Il tutto di concerto anche con Iren, con la quale abbiamo all’attivo una convenzione per la rimozione gratuita delle piccole quantità di amianto”

Romeo Broglia, Chief Operating Officer di AeroDron, ha ricordato come l’utilizzo di una tecnologia innovativa come quella dei droni abbia permesso di individuare un totale di 2434 coperture con un’ulteriore mappatura che ha permesso di verificarne lo stato di conservazione in prossimità di luoghi sensibili come scuole, piazze e strutture sanitarie. “Si tratta di uno strumento straordinariamente efficace – ha concluso – per dare avvio alla rimozione dell’amianto stesso”.


Leggi il comunicato integrale

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

19-04-2022 14:04

Questa pagina ti è stata utile?