Salta al contenuto

Firmata una convenzione triennale tra Assessorato Pari Opportunità del Comune di Parma e Casa delle Donne

Renderà operative iniziative e servizi in co-progettazione

Data:

21-04-2022

Tra Comune di Parma e Casa delle Donne è stata siglata un'alleanza duratura, una convenzione triennale che legherà, in un percorso di co- progettazione, l'Assessorato alle Pari Opportunità alla Casa delle Donne 

Realizzare insieme progetti ed attività di carattere sociale e culturale finalizzati a dare rilevanza e visibilità alle donne è l'obiettivo di una  Convenzione che è stata firmata da Simona Colombo, Dirigente del Settore Cittadinanza Attiva e Pari Opportunità e da Elisabetta Salvini, Presidente della Casa delle Donne di Parma APS. Presente l’Assessora alle Pari Opportunità Nicoletta Paci che ha fortemente voluto la convenzione che determinerà le politiche e i progetti sulle Pari Opportunità per i prossimi tre anni.

"Già dal suo affacciarsi in città la Casa delle Donne ha avuto accanto il Comune di Parma" sottolinea Nicoletta Paci "è naturale e opportuno che le Amministrazioni Locali si avvalgano si realtà inserite, germogliate dai contesti territoriali e spinte dall'energia di persone appassionate. I temi del mondo delle donne sono tanti. I problemi e i diritti che ancora latitano pure. Insieme Settori del Comune e Associazioni sono in grado di arrivare in maniera capillare ed efficace ai bisogni e ai fermenti che le donne della città manifesteranno. Questa convenzione che oggi viene firmata è uno strumento per farlo"

La Convenzione renderà operativi progetti che prevedono la realizzazione di:

- un luogo di ascolto e accoglienza, orientamento, informazione e accompagnamento per le donne in relazione a diverse tematiche quali la violenza di genere, le discriminazioni legate al genere e alla nazionalità, casa, lavoro, salute cultura, tempo libero, famiglia, fragilità ed emergenza sociale;

- iniziative di divulgazione e sensibilizzazione sul tema della parità di genere, rivolte alla cittadinanza e alle scuole;

- eventi, incontri, attività artistiche sulle tematiche del contrasto alla violenza di genere.

Il percorso di co-progettazione prevede riunioni periodiche di confronto e monitoraggio, supportato dalla Convenzione che avrà durata dalla data di stipula fino al 31 dicembre 2024 e che prevede, a titolo di rimborso spese annuale, € 10.000,00 per il 2022, 2023 e 2024, volti a coprire i costi sostenuti per lo svolgimento delle attività realizzate.

"La Casa delle Donne rappresenta un percorso nuovo, ma che viene anche da lontano, iniziato dalle donne che ci hanno precedute e che prima di noi hanno saputo aprire gli usci delle loro case, trasformandole da spazi di cura e accudimento a luoghi di lotta e di nuova consapevolezza, da camere intime e private a luoghi dove il loro agire ha assunto una connotazione pubblica e politica. Anche a Parma, già 35 anni fa, alcune donne avevano provato ad immaginare la città come un luogo in cui i tempi, i saperi e le competenze delle donne potessero essere liberati per generare una diversa e più elevata qualità della vita. E noi vorremmo ripartire anche da lì. Da un passato che ci appartiene e che rivendichiamo e che è la base per il nostro progetto politico. Questa convenzione ci dà un supporto importante e un riconoscimento che ancor più fa della Casa delle Donne un luogo pubblico, aperto e di servizio" ha commentato Elisabetta Salvini.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21-04-2022 16:04

Questa pagina ti è stata utile?