Salta al contenuto

Ai sensi della normativa vigente d.lgs 152/2006 e successive modifiche e integrazioni, delibera di Giunta Regionale 1053/2003, tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati. L'autorizzazione è rilasciata al titolare dell'attività da cui origina lo scarico. Il Comune di Parma è competente per il rilascio delle seguenti autorizzazioni allo scarico:

  • acque reflue domestiche provenienti da insediamenti produttivi che recapitano in pubblica fognatura; 
  • acque reflue industriali che recapitano in pubblica fognatura;
  • acque reflue domestiche che recapitano in acque superficiali.

Il rilascio dell'autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali che recapitano in acque superificiali spetta alla Provincia di Parma. Le acque reflue domestiche derivanti da attività quali il cucinare, il lavare nonchè l'eseguire attività del tempo libero o modesti lavori che recapitano in pubblica fognatura non sono soggette al rilascio dell'autorizzazione allo scarico e sono sempre ammesse. La domanda di autorizzazione allo scarico per un nuovo insediamento va presentata contestualmete alla presentazione della pratica edilizia; le domande di rinnovo delle autorizzazioni allo scarico di insediamenti di tipo industriali devono essere presentate almeno un anno prima della scadenza dell'autorizzazione in vigore. In caso di variazione della natura degli scarichi deve essere presentata una nuova domanda di autorizzaione allo scarico antecedente all'attivazione di tali nuovi scarichi. 

Accedere al servizio

Come si fa

L'ISTANZA o la COMUNICAZIONE devono essere presentate esclusivamente utilizzando la piattaforma regionale disponibile sul portale Accesso Unitario, tramite il link sotto indicato.

Cosa si ottiene

L'atto autorizzatorio.

Canale digitale

Cosa serve

Al fine del corretto rilascio dell'autorizzazione allo scarico è necessario essere a conoscenza delle seguenti informazioni:
- Titolare dello scarico, ovvero colui che è responsabile dello stesso (abitante dell'immobile, titolare e/o legale rappresentante della ditta);
- Ubicazione dello scarico (deve essere ben chiaro da dove originano le acque reflue e dove recapitano);
- Tipologia dello scarico in termini quali/quantitativi (il titolare deve dichiarare, ai fini della classificazione dello scarico, cosa recapita e quanto recapita nello scarico.

Costi e vincoli

Costi

L'ISTANZA deve essere corredata dell'attestazione di versamento dei

Diritti di Segreteria come da Piano Tariffario consultabile al seguente link: https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/diritti-commercio.aspx

Per il pagamento dei diritti di segreteria collegarsi al sito https://pagopa.comune.parma.it e generare l’avviso di pagamento PagoPA corrispondente alla pratica da presentare o pagare direttamente online.

Assolvimento dell'imposta di bollo.

La COMUNICAZIONE è GRATUITA.

Vincoli

Lo scarico di acque reflue deve essere autorizzato, salvo le acque reflue domestiche (quelle che originano dal metabolismo umano e da attività domestiche) recapitanti in pubblica fognatura che sono sempre ammesse nel rispetto della normativa vigente.

Tempi e scadenze

L'autorizzazione allo scarico ha validità pari a 4 anni ed almeno un anno prima della scadenza deve essere richiesto il rinnovo.

Contenuti correlati

Ambiente e Sostenibilità
Informazioni e aggiornamenti su aria, acqua, verde pubblico e privato, inquinamento, sostenibilità.
SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?