Salta al contenuto

L'autenticazione di firma consiste nell'attestazione da parte del funzionario incaricato dal Sindaco che la firma è stata apposta in sua presenza dall'interessato.

L'Ufficiale di Anagrafe, salvo casi speciali previsti dalla normativa, è competente ad autenticare unicamente sottoscrizioni contenute in istanze o in dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà. Il testo del documento non può quindi contenere dichiarazioni aventi valore negoziale (es. manifestazioni di intenti, accettazioni di volontà, rinunce, contratti, scritture private ecc. ) né concretizzare una delega o procura.

Gli atti o documenti sui quali si chiede l'autenticazione (comprese le pensioni estere) devono essere in lingua italiana. Se sono redatti lingua straniera deve contenere anche il testo in italiano.

Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e le istanze da produrre a pubbliche amministrazioni e a gestori di pubblici servizi non prevedono l'autenticazione della sottoscrizione.

A chi si rivolge

Cittadini maggiorenni che devono autenticare una firma

Cosa serve

Documento di identità

Costi e vincoli

Costi

Marca da bollo da Euro 16,00 tranne i casi di esenzione previsti dalla legge

Tempi e scadenze

Rilascio immediato

Casi particolari

  • cittadini minorenni: la firma deve essere apposta da chi esercita la potestà o dal tutore
  • cittadini interdetti:  la firma deve essere apposta dal tutore
  • cittadini che non sanno o non possono firmare:  il pubblico ufficiale ne dà atto previo accertamento dell’identità del dichiarante

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?