Salta al contenuto

Apostille

L’apostille attesta la veridicità della firma e della qualifica legale del pubblico ufficiale straniero e l’autenticità del sigillo o timbro apposti sull’atto

La legalizzazione di atti e documenti rilasciati da autorità straniere è sostituita dall'Apostille nei Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell' Aja del 5 ottobre 1961 concernente l'abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri,

Chi proviene da un Paese che ha aderito a questa Convenzione deve chiedere l'apposizione dell'Apostille presso la competente autorità straniera. Non deve dunque recarsi presso l'Ambasciata o Consolato Italiano. 

Se il paese stranuiero ha sottoscritto un accordo di esenzione dalla legalizzazione, non è prevista l'apposizione dell'Apostille.

E' possibile consultare in allegato la tabella riassuntiva dei paesi che richiedono la legalizzazione, l'Apostille o che sono esenti da qualsiasi legalizzazione.

A chi si rivolge

Cittadini che devono far valere in Italia presso la Pubblica amministrazione documenti in lingua straniera.

Cosa serve

Atto straniero

Allegati

Contenuti correlati

Informastranieri
Servizio del Distretto di Parma per l’informazione e la consulenza sulle opportunità di inserimento e integrazione per stranieri, Enti e Associazioni che incontrano il fenomeno migratorio.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

22-04-2022 12:04

Questa pagina ti è stata utile?