Salta al contenuto

Ripristino cognome attribuito alla nascita

L’art. 98 del D.P.R. 396/2000 permette all’Ufficiale di Stato Civile di correggere errori materiali redatti su atti o annotazioni di Stato Civile

Le circolari n. 397/2008 e n. 4/2010 del Ministero dell'Interno permettono ai cittadini nati all'estero con doppia cittadinanza, italiana e straniera, di richiedere il ripristino del cognome attribuito alla nascita direttamente al comune di trascrizione dell'atto stesso.

Le disposizioni  riguardano esclusivamente i soggetti, nati all’estero, in possesso dalla nascita della doppia cittadinanza ( paese straniero di nascita e italiana) o a cui è stata riconosciuta la cittadinanza per discendenza ai quali l’ufficiale dello stato civile, al momento della trascrizione dell’atto di nascita, abbia corretto il cognome per uniformarlo alle regole vigenti in Italia.

L'ufficio annota la variazione del cognome e procede alle variazioni anagrafiche. 

A chi si rivolge

Cittadini italiani con doppia cittadinanza

Cosa serve

Documento di identità

Costi e vincoli

Costi

Nessun costo

Modulistica

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

04-04-2022 11:04

Questa pagina ti è stata utile?