Salta al contenuto

Cambio di residenza o indirizzo

L'iscrizione anagrafica riguarda i cittadini che, già residenti in un Comune italiano o all'estero, o irreperibili, effettuano un’iscrizione anagrafica nel Comune di Parma.

Cos'è la residenza (art. 43 codice civile)

La residenza è il luogo in cui una persona ha dimora abituale, cioè il luogo in cui il soggetto vive abitualmente e in cui ha l'indirizzo della sua abitazione principale. E’ obbligatorio per legge registrarla presso l’anagrafe e si può ottenere un certificato di residenza. 

Cosa è il domicilio  (art. 43 codice civile)

Il domicilio è costituito dal luogo in cui una persona stabilisce la sede principale dei propri affari e interessi. Può non coincidere con la residenza. Ad es. un cittadino può avere la residenza in un altro Comune, ma essere domiciliato a Parma per motivi di studio o di lavoro. La scelta del domicilio non segue nessuna formalità e non richiede alcuna registrazione presso l’ufficio anagrafe.  Pertanto non esiste un certificato di domicilio.

Cos’è la residenza temporanea (art. 32 DPR 223/1989)

L'iscrizione nello schedario della popolazione temporanea può essere richiesta da persone residenti in altro comune italiano che abbiano il proprio domicilio presso il Comune di Parma ad un indirizzo da non meno di quattro mesi, ma non siano nella condizione di prendere la residenza o non abbiano ancora trasferito la propria dimora abituale.L'iscrizione allo schedario della popolazione temporanea non consente il rilascio di apposita certificazione, ma solamente di una comunicazione che comprova l'avvenuta iscrizione.L'iscrizione è valida per un anno, trascorso il quale l’ufficio anagrafe provvede alla cancellazione dallo schedario della popolazione temporanea.

LOTTA ALL'OCCUPAZIONE ABUSIVA DI IMMOBILI 

Il D.L. 28.03.2014, n. 47 "Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l'EXPO 2015", entrato in vigore il 29.03.2014, all'art. 5 prevede: " Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".

Ne consegue che chiunque occupi abusivamente un immobile  non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi. Pertanto, senza un titolo abitativo legittimo, la residenza non può essere concessa.

In allegato alla dichiarazione anagrafica il richiedente dovrà pertanto dichiarare il titolo in base al quale occupa l’alloggio:

  • titolare di contratto di locazione e titolo registrato presso l’Agenzia delle Entrate 
  • titolare di occupazione dell'alloggio non registrato presso l’Agenzia delle Entrate : il richiedente dovrà presentare  la fotocopia del titolo di occupazione (a titolo esemplificativo: contratto di locazione non registrato, comodato d’uso non registrato ecc..) o in alternativa una dichiarazione sottoscritta dal proprietario dell’immobile.
  • titolare di occupazione registrato in caso non sia intestato al richiedente e in caso ospitalita’ gratuita : deve essere allegato il modulo di assenso e documento di riconoscimento sottoscritto da chi occupa gia’ l’immobile o dal proprietario dell’immobile indicando obbligatoriamente anche i dati del proprietario dell’immobile.

L’ufficio anagrafe informa per iscritto i proprietari di ogni cambio di residenza presso alloggi di loro proprietà in modo da segnalare eventuali richiedenti non in possesso del titolo per occupare l’alloggio

A chi si rivolge

Tutti i cittadini che devono richiedere:

  • la residenza da un altro Comune italiano a Parma
  • un cambio di indirizzo all'interno del Comune di Parma
  • la residenza a Parma con provenienza dall'estero 

Accedere al servizio

Come si fa

PROCEDURA PER CITTADINI ITALIANI E STRANIERI GIA' RESIDENTI IN ITALIA :

le richieste di cambio di residenza da altro Comune e di cambio di indirizzo all’interno del Comune di Parma possono essere inoltrate esclusivamente attraverso il servizio on line

Le richieste di cambio di residenza da altro Comune e di cambio di indirizzo all’interno del Comune di Parma possono essere inoltrate esclusivamente attraverso il servizio on line con credenziali SPID, CIE o CNS

PROCEDURA PER CITTADINI STRANIERI CHE RICHIEDONO LA RESIDENZA PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA :

E' possibile :

  • delegare una persona munita di SPID, CIE o CNS per presentare la richiesta attraverso il servizio on line.
  • fissare un appuntamento allo sportello del DUC telefonando al numero 052140521 o scrivendo all’indirizzo email anagrafe@comune.parma.it  specificando nell’oggetto “iscrizione dall’estero”
Procedure collegate all'esito
Canale digitale
Autenticazione

E' necessario essere in possesso di credenziali SPID, CIE o CNS

Cosa serve

REQUISITI PER CITTADINI ITALIANI E STRANIERI GIA’ RESIDENTI IN ITALIA 

CAMBIO DI RESIDENZA DA UN ALTRO COMUNE ITALIANO O UN CAMBIO DI INDIRIZZO ALL’INTERNO DEL COMUNE DI PARMA :

  • dati anagrafici dichiarante
  • indirizzo dove il dichiarante intende trasferire la residenza
  • qualora si trasferiscano altri familiari oppure nell’abiitazione siano presenti altri residenti deve essere compilato il relativo campo e deve essere indicato il rapporto che sussiste
  • titolo occupazione immobile
  • firma del dichiarante e dei componenti maggiorenni della famiglia
  • documento di riconoscimento dei soggetti maggiorenni

REQUISITI PER CITTADINI STRANIERI CHE CHIEDONO LA RESIDENZA A PARMA PER LA PRIMA VOLTA 

CONSULTARE L'ALLEGATO " REQUISITI CITTADINI PROVENIENTI DALL'ESTERO "

Tempi e scadenze

La legge prevede per tutti l’obbligo di registrare la residenza tramite una apposita dichiarazione presso l'ufficio anagrafe del comune in cui si stabilisce la dimora.

La dichiarazione deve essere presentata entro 20 giorni dall'avvenuto trasferimento dal cittadino maggiorenne che può richiederla anche per la propria famiglia

L’ufficio anagrafe provvede alla variazione di residenza entro i due giorni lavorativi successivi alla presentazione della richiesta. Gli effetti giuridici decorreranno dalla data della dichiarazione; da tale momento sarà possibile rilasciare certificati di residenza o altri certificati relativi a dati documentabili sino a quel momento.

L’ufficio anagrafe verifica, entro 45 giorni dalla data di presentazione della richiesta, i requisiti richiesti.

In breve :

  • 20 giorni dalla data del trasferimento : termine di avvio del procedimento
  • 2 giorni lavorativi dalla ricezione della pratica on line, della mail  PEC contenente la dichiarazione o dalla ricezione della raccomandata (fa fede il timbro del protocollo del comune) per la registrazione : termine di conclusione del procedimento:
  • 45 giorni :  termine per gli accertamenti finalizzati alla conferma o all’annullamento della registrazione

Allegati

Modulistica

Ulteriori informazioni

STATI DI FAMIGLIA SEPARATI

In una stessa abitazione le persone che vi abitano possono avere stati di famiglia separati esclusivamente nel caso in cui tra di loro non sussistano legami di parentela fino al 6° grado (sia diretto, collaterale che affine), adozione, tutela o da vincoli affettivi (art.4 d.P.R. n.223/1989).

Se il richiedente chiede la residenza presso un alloggio in cui vivano una persona o una famiglia a cui lo lega rapporti matrimoniali, di parentela, affinità o vincoli affetivi, sarà costituita una sola famiglia anagrafica.

 Le badanti, o tutti coloro che siano legati da un rapporto di lavoro con la persona residente nell'abitazione (domestici, autisti, giardinieri), possono richiedere stati di famiglia separati nei confronti dei loro assistiti.

AGGIORNAMENTO CARTA CIRCOLAZIONE

( art. 49, comma 5-ter, lett. h), della L. 11 settembre 2020, n. 120 di conversione del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 )

Il  Decreto Semplificazioni del settembre 2020 ha abolito il tagliando adesivo con l’indicazione della nuova residenza che il cittadino aveva l’obbligo di applicare sulla carta di circolazione, oggi denominata Documento Unico. L'Ufficio Anagrafe provvede a comunicare la variazione dei dati all'Archivio Nazionale Veicoli (ANV), ma non rilascia all'interessato nessuna attestazione da conservare.

Accedendo al Portale dell’Automobilista  alla sezione “ cittadino “ è possibile scaricare l’attestazione contenente i dati di residenza, così come registrati nell’ANV, da esibire in caso di necessità.

L'interessato può chiedere notizie sull'aggiornamento della patente di guida o della carta di circolazione anche telefonando al numero verde 800-232323.

Ultimo aggiornamento

18-03-2022 11:03

Questa pagina ti è stata utile?