Salta al contenuto

Adozione di un animale d'affezione del Polo Integrato

L'adozione è una prassi finalizzata a garantire ad un animale d’affezione  abbandonato ed ospitato presso il Polo integrato degli animali d’affezione (via Melvin Jones 19/a) il diritto a vivere presso un nucleo famigliare.

L’adozione definitiva di un animale avviene di norma dopo un periodo di confronto e verifica ad opera del personale di servizio del Polo, al fine di consentire valutazioni obiettive sul presunto futuro proprietario e per garantire all’animale un’adozione mirata e definitiva.

L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di effettuare controlli per valutare il benessere degli animali adottati, anche mediante l’ausilio di personale volontario accreditato, dotato di cartellino di riconoscimento.

Gli accertatori compilano una scheda dettagliata contenente parametri e valutazioni obiettive che descrivano le condizioni di custodia dell’animale. Qualora l’adozione non dovesse risultare idonea, il Comune di Parma si riserva la facoltà di emettere un provvedimento di revoca dell’adozione medesima. Il Comune di Parma si riserva altresì la facoltà di perseguire civilmente e penalmente secondo la normativa vigente ogni comportamento riconducibile a casi di maltrattamento.

Cosa serve

Modulo scaricato dalla sezione documenti debitamente compilato unitamente a:

  • Copia fotostatica del documento di identità da presentare qualora la firma dell'intestatario non venga apposta alla presenza dell'incaricato del servizio front office o la pratica venga inviata tramite posta.
  • Copia permesso di soggiorno da presentare se il cittadino è extracomunitario.

Costi e vincoli

Vincoli

Nel caso l’adottante risieda in altro Comune, è tenuto ad iscrivere il cane ove ha la residenza entro 30 giorni dalla data di adozione definitiva e ad inviare copia dell’avvenuta iscrizione all’Anagrafe degli animali domestici del Comune di Parma

Tempi e scadenze

Gli uffici procedono all’effettuazione di controlli di tipo socio-anagrafico nei confronti dell’interessato, al fine di verificare la presenza di eventuali precedenti di abbandoni, rinunce di proprietà o provvedimenti restrittivi. Entro 15 giorni dalla presentazione della domanda comunicano all’interessato gli esiti di tali controlli, secondo le modalità indicate nel modulo di prenotazione.

Se l’esito dei controlli è negativo, gli uffici comunicano l’impossibilità a procedere con l’adozione definitiva.

Il cittadino (maggiorenne) che si reca presso il Polo, previo appuntamento, negli orari di apertura al pubblico e manifesta la propria intenzione di adottare un animale ospitato dal Polo, dovrà compilare un modulo conoscitivo e sostenere un colloquio conoscitivo e valutativo, al fine di incrociare al meglio le caratteristiche dell’animale con le aspettative dell’adottante. Sarà cura del Gestore far pervenire copia dell’apposito modulo conoscitivo all’Ufficio comunale presso il Polo entro il primo giorno lavorativo utile.

Durante il colloquio:

  • l’adottante viene informato sulle necessità gestionali generali degli animali;
  • si registra l’interessamento e vengono raccolte informazioni in merito al nucleo familiare ed all’ambiente nel quale l’animale dovrà essere inserito, tramite compilazione di apposito modulo conoscitivo
  • se un adottante manifesta interesse per cani con IDA (Indice di Adottabilità) 3,2 o 1 viene chiesto al Medico Veterinario del Polo se sussistano specifiche peculiarità delle quali necessiti informare direttamente l’adottante;
  • può essere richiesta e predisposta una visita pre-affido al domicilio al fine di agevolare l’inserimento del cane in famiglia e valutare l’ ambiente;
  • nel caso in cui l’adottante di cani possieda altri co-specifici, può essere richiesta e concordata una prova conoscitiva tra i soggetti in questione, quale parte integrante al nulla osta all’adozione.
  • La prova può essere effettuata nell’area dedicata del Polo, previa presentazione al Medico Veterinario del libretto sanitario in regola dell’animale di proprietà, oppure a casa dell’adottante o in un luogo neutro. Tale fase prevede di norma almeno 2 (due) incontri successivi con l’animale, anche se il numero di incontri richiesti dal Responsabile delle adozioni del Gestore e/o dal Medico Veterinario di struttura prima del nulla osta può variare molto in base a specifiche esigenze richiesta dal caso.

Una volta vagliate tutte le ipotesi ed eseguiti i vari controlli sopra citati, l’animale, dopo il consenso del Responsabile dell’assistenza sanitaria del Polo, viene dato in adozione.


Ogni caso positivamente valutato sfocia nella compilazione e nella firma della richiesta di prenotazione per l’adozione (Allegato 10). Tale documento, con validità massima di 15 giorni dalla compilazione, deve essere tempestivamente consegnato all’ Ufficio Comunale presso il Polo, per i controlli dei dati e dell’iter procedurale, che lo sottopone all’esame del Responsabile dell’assistenza sanitaria al fine di concedere il nulla osta. Alla richiesta va allegato il questionario conoscitivo.

In attesa degli accertamenti amministrativi effettuati dall’Ufficio Comunale presso il Polo, le procedure di adozione prevedono:


Nel giorno stabilito per la conclusione delle procedure di adozione, il Medico Veterinario procede ad un ultimo colloquio in cui vengono illustrati lo stato sanitario dell’animale e le responsabilità assunte dall’adottante (ad es. prima visita medica esterna di controllo, terapie in atto, prescrizioni vincolanti l’adozione, ecc.) .

Sui temi del colloquio sanitario si producono quindi un libretto sanitario ed eventuali allegati (ad es. valutazioni comportamentali e percorsi riabilitativi, prescrizioni, esiti di pregressi esami di laboratorio) in doppia copia, una delle quali viene consegnata all’adottante.

Inoltre, se si ritiene necessario seguire direttamente il corretto inserimento dell’animale nel nuovo nucleo famigliare o sociale, il Responsabile delle adozioni del Gestore concorda con l’adottante un incontro post-affido, nei primi 30 giorni dall’adozione, per verificare il buon esito della procedura. Nei casi in cui, al termine di questo periodo, dovessero sussistere perplessità in ordine alla gestione dell’animale adottato, il Polo si riserva di fornire per iscritto indicazioni ritenute fondamentali per il mantenimento e miglioramento sia del benessere dell’animale che della sicurezza pubblica. La controfirma di tale documento vale quale assunzione di responsabilità da parte dell’adottante di quanto indicato (ad es. percorsi riabilitativi, esigenza di box esterno).

Nel caso la situazione lo richieda, per accertate problematiche riguardanti il benessere dell’animale, entro 30 giorni dall’adozione, può essere concordata una rinuncia di proprietà consensuale senza oneri per l’adottante.

Per il Gattile le medesime procedure sono alleggerite nel rigore, non potendo simulare una situazione di attenzione al comportamento e al rapporto uomo-animale-società simile a quanto fatto per i cani. Le tempistiche sono più brevi e le attenzioni sanitario-gestionali che si chiede di garantire a priori dall’adottante più puntuali ed onerose (ad es. sterilizzazione, vaccinazioni particolari, test sierologici, stili di vita domestici obbligati, se del caso).

Terminato l’iter di adozione dell’animale, al proprietario viene garantito accompagnamento post-adozione per i primi tre mesi , previo appuntamento.

Modulistica

Contenuti correlati

Animali Domestici
Animali d'affezione, adozioni, anagrafe, colonie feline, canile e gattile, aree cani, benessere animale e tanti consigli utili.

Ulteriori informazioni

INFORMAZIONI UTILI SULLA STERILIZZAZIONE
Le femmine adulte ospiti del Polo integrato degli animali d’affezione rientrano in un protocollo di sterilizzazione, stipulato da Comune di Parma, Università degli Studi di Parma e Azienda USL, al fine di contenere il randagismo urbano.

Ai sensi della normativa vigente ogni femmina adulta viene data in adozione definitiva solo previa sterilizzazione.

Qualora l’iter previsto per l’adozione definitiva si concludesse prima dell’avvenuto intervento di sterilizzazione, il nuovo proprietario può comunque portare a casa l’animale, ma si impegnerà a concordare con il Responsabile Sanitario una data per effettuare l’intervento stesso.

Se l’adozione definitiva riguarda una femmina cucciola il costo dell’intervento stesso è a carico del proprietario.

Ultimo aggiornamento

29-04-2022 08:04

Questa pagina ti è stata utile?