Salta al contenuto

Sono alberghi le strutture ricettive a gestione unitaria, aperte al pubblico che, ubicate in uno o più stabili o parti di stabili, forniscono alloggio, servizi accessori ed eventualmente ristorazione, in camere, suite o unità abitative fornite di servizio autonomo di cucina, destinate alla ricettività. La capacità ricettiva negli alberghi può riguardare le unità abitative in misura non superiore al 40% del totale.
Sono residenze turistico-alberghiere (RTA) e possono utilizzare la specificazione “residence” le strutture ricettive che forniscono alloggio, servizi accessori ed eventualmente ristorazione, in unità abitative costituite da uno o più locali, fornite di servizio autonomo di cucina, camere o suite. La capacità ricettiva nelle residenze turistico-alberghiere può riguardare camere o suite (alloggi senza uso cucina) in misura non superiore al 40% del totale.
Il numero minimo di alloggi per entrambe le tipologie è di 7 unità.
Le strutture ricettive alberghiere/R.T.A. possono disporre di ristorante, bar ed altri servizi accessori, possono essere costituite da più immobili (dipendenze) ubicati nelle immediate vicinanze della casa madre  (struttura principale) o da più strutture nello stesso immobile purchè facciano riferimento per i servizi generali e per il servizio di ricevimento alla sede principale.
Le dipendenze non possono essere ubicate a una distanza di norma non superiore ai 100 m dalla casa madre e sono composte da almeno 4 alloggi.
Le strutture ricettive alberghiere/R.T.A.  possono assumere le seguenti specificazioni aggiuntive:
• "motel" : sono strutture  particolarmente attrezzate per l'alloggiamento e l'assistenza delle autovetture o delle imbarcazioni; qualunque sia il numero di stelle assegnato, assicurano uno standard minimo di servizi di autorimessa nonché servizi di primo intervento, di assistenza meccanica, rifornimento di carburante, ristorante o tavola calda e fredda, bar;
• "meublé" o "garni": forniscono il solo servizio di alloggio e normalmente di prima colazione, senza servizio di ristorazione interna;
• "centro benessere": sono dotate di impianti e attrezzature per fornire servizi specializzati per il relax ed il benessere psicofisico;
• "beauty farm": forniscono servizi specializzati finalizzati a cicli di trattamenti dietetici ed estetici;
• "villaggio-albergo": sono strutture caratterizzate dalla centralizzazione dei servizi in funzione di più stabili facenti parte di uno stesso complesso ed inseriti in area attrezzata per il soggiorno e lo svago della clientela;
• "centri congressi": sono dotate di strutture, attrezzature e servizi specializzati per l'organizzazione di manifestazioni congressuali e convegni;
• “residenza d’epoca”: le strutture ubicate in immobili assoggettati ai vincoli previsti dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n.42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, che siano ammobiliate prevalentemente con arredi d’epoca, possono assumere tale specificazione aggiuntiva.
Le strutture ricettive alberghiere sono classificate sulla base dei requisiti posseduti e dei servizi forniti come indicati dalla Regione.
Per le dipendenze, la classificazione non può essere superiore a quella della casa madre (struttura principale), né inferiore alla stessa di oltre un livello, fermo restando che il “superior” non è considerato un livello di classifica aggiuntivo, ma uno sdoppiamento del medesimo livello.
Le caratteristiche, i requisiti minimi e le modalità di esercizio che devono possedere le strutture ricettive, i criteri per poter utilizzare le specificazioni aggiuntive, la loro definizione e gli standard, ivi compresi requisiti tecnici, parametri, superfici e cubature, capacità ricettiva sono specificati nei relativi atti regionali.
L’esercizio dell’attività ricettiva alberghiera è subordinato all’iscrizione da parte del titolare o del gestore al Registro delle Imprese, al possesso da parte degli stessi soggetti dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di pubblica sicurezza e alla non sussistenza di cause di divieto, di decadenza o di sospensione, oltre che alla stipula, da parte del titolare o gestore, di un’assicurazione per rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti e al suo periodico rinnovo.
Con determinazione dirigenziale n. 14994 del 14 novembre 2007 la Regione Emilia Romagna ha approvato i marchi identificativi delle strutture ricettive alberghiere, nonché i marchi relativi alle specificazione tipologiche aggiuntive, stabilendo che i singoli marchi approvati sono associati alle specifiche definizioni di strutture ricettive alberghiere di cui alla LR 16/2004 e s.m.i. e Delibera di Giunta Regionale n. 916/2007 e s.m.i..

Accedere al servizio

Come si fa

La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)/COMUNICAZIONE, deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al link sottostante.

Canale digitale

Cosa serve

Per effettuare una nuova apertura è necessario presentare una SCIA al Comune di riferimento.

In caso di subingresso, variazione della ragione sociale o cessazione definitiva dell'attività occorre presentare una COMUNICAZIONE.

Costi e vincoli

Costi

Esclusivamente per la SCIA:
Diritti di Segreteria come da Piano Tariffario consultabile al seguente: https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/diritti-commercio.aspx

Per il pagamento dei diritti di segreteria collegarsi al sito https://pagopa.comune.parma.it e generare l’avviso di pagamento PagoPA corrispondente alla pratica da presentare o pagare direttamente online.

La COMUNICAZIONE è gratuita.

Vincoli

L’esercizio dell’attività ricettiva alberghiera è subordinato all’iscrizione da parte del titolare o del gestore al Registro delle Imprese, al possesso da parte degli stessi soggetti dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di pubblica sicurezza e alla non sussistenza di cause di divieto, di decadenza o di sospensione, oltre che alla stipula, da parte del titolare o gestore, di un’assicurazione per rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti e al suo periodico rinnovo.

Contenuti correlati

Attività Economiche
Informazioni su commercio in sede fissa e su aree pubbliche, artigianato, pubblici esercizi, attività ricettive ed attività soggette ad autorizzazione di polizia amministrativa, manifestazioni temporanee e spettacoli viaggianti.
SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.
Turismo
Iniziative di promozione territoriale, degli eventi culturali, delle risorse ambientali, gastronomiche, economiche e storiche della città.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?