Salta al contenuto

Appartamenti ammobiliati per uso turistico

Strutture ricettive

I proprietari che danno in locazione a turisti case e appartamenti per vacanze, in numero non superiore a 3, nel corso di una o più stagioni turistiche, con contratti aventi validità non superiore a 6 mesi consecutivi, senza la fornitura di servizi aggiuntivi e sempre che l'attività non sia organizzata in forma di impresa, devono darne COMUNICAZIONE al Comune, nel cui territorio sono ubicate le case o gli appartamenti.
Si considera in ogni caso gestione in forma imprenditoriale quella effettuata da chi concede direttamente in locazione ai turisti, per periodi fino a sei mesi, quattro o più case o appartamenti per vacanze anche in stabili  diversi posti nello stesso comune o in comuni diversi.
E' possibile classificare gli alloggi, su base volontaria. In tal caso sono applicabili i parametri previsti per le "case e appartamenti vacanze" ed è possibile l'esposizione della medesima targa di classificazione, prevista per tali tipologie ricettive, sulla base delle indicazioni stabilite dalla Regione Emilia Romagna. 
Nelle case e appartamenti ammobiliati ad uso turistico devono essere assicurate le condizioni di cui alla delibera di Giunta Regionale Emilia Romagna n. 2186/05 ed è esclusa da parte del locatore la fornitura di servizi complementari o aggiuntivi, diversi da quelli minimi in essa indicati, nonchè la pubblicità dell'attività.
Non è considerata pubblicità la normale attività informativa, anche tramite siti internet privati, purchè non inseriti in circuiti di prenotazione e commercializzazione con caratteristiche che travalichino una semplice informazione, indicazione di visibilità o delle coordinate quali indirizzo, telefono, e-mail. Sussiste l'obbligo di comunicare le presenze alla locale autorità di Pubblica Sicurezza entro 24 ore, ai sensi dell'art. 109 de TULPS (Testo Unico di Pubblica Sicurezza) e di conservare la scheda di registrazione o una sua copia.
Inoltre, per le locazioni superiori al mese, deve essere data comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza entro 48 ore dalla consegna dell'immobile. Tale comunicazione dovrà essere effettuata in via telematica all'Agenzia delle Entrate.

Accedere al servizio

Come si fa

La COMUNICAZIONE deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al link sottostante.

Canale digitale

Cosa serve

Il periodo della messa in locazione non può decorrere da una data antecedente a quella della presentazione della Comunicazione dell'inizio della locazione al Comune di riferimento.
Qualora la Comunicazione non venga rinnovata per l'anno successivo, si considera efficace l'ultima comunicazione presentata, con tutti gli elementi in essa indicati.
Nella Comunicazione devono essere indicati l'ubicazione degli appartamenti, la capacità ricettiva, il periodo della messa in locazione e l'eventuale classificazione volontaria. In tal caso deve essere compilato anche il relativo Modulo di Dichiarazione per appartamento.
In caso di intermediazione di un'agenzia immobiliare è necessario presentare la relativa SCIA.

Costi e vincoli

Costi

La COMUNICAZIONE è gratuita.

Tempi e scadenze

La COMUNICAZIONE è immediatamente efficace.

Contenuti correlati

Attività Economiche
Informazioni su commercio in sede fissa e su aree pubbliche, artigianato, pubblici esercizi, attività ricettive ed attività soggette ad autorizzazione di polizia amministrativa, manifestazioni temporanee e spettacoli viaggianti.
SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.
Turismo
Iniziative di promozione territoriale, degli eventi culturali, delle risorse ambientali, gastronomiche, economiche e storiche della città.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21-04-2022 12:04

Questa pagina ti è stata utile?