Salta al contenuto

Installazione di cartelli, insegne di esercizio ed altri mezzi pubblicitari, a carattere permanente

Sono considerati permanenti, o fissi, gli impianti costituiti da manufatti mono o bifacciali saldamente ancorati a terra

Argomenti
SUAPE

Per l'installazione di qualsiasi mezzo pubblicitario (insegne, preinsegne, sorgenti luminose, cartelli, impianti pubblicitari, ecc.) a carattere permanente, posizionato in luogo pubblico o privato e visibile dagli spazi pubblici è necessaria una preventiva autorizzazione dell'Ente proprietario della strada. Anche la voltura, il rinnovo o la modifica del messaggio pubblicitario sono soggetti al rilascio di apposito atto autorizzatorio da parte del Comune.

I cartelli, le insegne d'esercizio e gli altri mezzi pubblicitari devono avere sagoma regolare e la loro collocazione deve rispettare i criteri di un corretto ed equilibrato inserimento, sia ambientale che architettonico. Devono inoltre essere rispettate le dimensioni massime previste dalla normativa vigente in materia.

Relativamente al Centro Storico nei negozi:
- le insegne possono essere illuminate solo indirettamente tramite faretti;
- le insegne a bandiera sono consentite solo per gli esercizi di pubblico interesse (farmacie e tabaccherie), secondo tipologia RUE, disciplina particolareggiata Centro Storico;
- le targhe devono essere realizzate in materiale ligneo, lapideo, vetroso e metallico con eventuale utilizzo di plexigas come supporto a lettere metalliche ( se inferiore a 1.000 cmq sono esenti da richiesta).

Accedere al servizio

Come si fa

L'ISTANZA deve essere presentata esclusivamente utilizzando la piattaforma regionale disponibile sul portale Accesso Unitario, tramite il link sotto indicato.

Cosa si ottiene

L'autorizzazione all'installazione.

Canale digitale

Cosa serve

L'istanza deve essere corredata dalla seguente documentazione:

  • le generalità, la residenza o domicilio legale e il codice fiscale o partita IVA del richiedente l'indirizzo esatto del luogo ove si intende installare l'impianto;
  • la descrizione dell'impianto, corredata della necessaria documentazione tecnica con indicazione dei materiali utilizzati e dal disegno illustrativo;
  • la planimetria in scala adeguata, in duplice copia, con riportata la posizione esatta di cui si richiede l'autorizzazione alla installazione, con simboli e legenda idonei a identificare la tipologia e un numero distintivo degli impianti richiesti;
  • deve essere contenuta l’indicazione delle distanze rispetto a riferimenti fissi (intersezioni, segnaletica) e ad altri impianti;
  • rappresentazione grafica che illustri l'esatto punto di collocazione dell'impianto nell'ambiente circostante;
  • bozzetto del messaggio pubblicitario da esporre.
    Se la domanda riguarda cartelli o altri mezzi pubblicitari a messaggio variabile, devono essere allegati i bozzetti di tutti i messaggi previsti;
  • autodichiarazione che il manufatto è stato calcolato e realizzato e sarà posto in opera tenendo conto della natura del terreno e della spinta del vento, in modo da garantire stabilità.
    Inoltre che il manufatto è realizzato con materiale non deteriorabile e resistente agli agenti atmosferici;
  • il nulla osta dell’ente proprietario della strada, se diverso dal Comune, oppure autodichiarazione sulla titolarità del terreno sottoscritta dal proprietario se la collocazione avviene su suolo privato;
  • il nulla osta della Soprintendenza ai Beni Architettonici della Regione Emilia Romagna se richiesto;
  • la dichiarazione di conoscere le norme regolamentari e sottostare a tutte le condizioni contenute nell'autorizzazione.

Costi e vincoli

Costi

L'ISTANZA deve essere corredata dell'attestazione di versamento dei

Diritti di Segreteria come da Piano Tariffario consultabile al seguente link: https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/diritti-commercio.aspx

Per il pagamento dei diritti di segreteria collegarsi al sito https://pagopa.comune.parma.it e generare l’avviso di pagamento PagoPA corrispondente alla pratica da presentare o pagare direttamente online.

Assolvimento dell'imposta di bollo.

Tempi e scadenze

L'autorizzazione è rilasciata dal Comune all'interessato, o a persona da esso delegata, entro 60 giorni dalla data di presentazione della relativa domanda, fatti salvi eventuali provvedimenti di interruzione/sospensione dei termini procedimentali.

L'autorizzazione ha di norma validità triennale ed è soggetta al pagamento del Canone Unico Patrimoniale (C.U.P.)

Contenuti correlati

SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

26-03-2022 08:03

Questa pagina ti è stata utile?