Salta al contenuto

Attività di somministrazione alimenti e bevande in area TUTELATA (Pubblici Esercizi)

Si intende per “somministrazione di alimenti e bevande” la vendita per il consumo sul posto, in tutti i casi in cui gli acquirenti consumano i prodotti in locali o superfici aperte al pubblico, attrezzati a tal fine e con la presenza del servizio assistito di somministrazione. Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sono costituiti da un’unica tipologia, così definita: esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione. Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande hanno facoltà di vendere per asporto i prodotti oggetto della loro attività.
S’intende per “superficie di somministrazione”, l’area attrezzata per essere utilizzata per la somministrazione, compresa quella adiacente o pertinente al locale abilitato alla somministrazione, ottenuta in concessione (se pubblica) o a disposizione dell’operatore (se privata). La superficie di somministrazione non ricomprende tutti i locali annessi al pubblico esercizio ed aventi finalità diversa dalla somministrazione, i quali rilevano esclusivamente ai fini della superficie complessiva dell’esercizio medesimo.
La programmazione comunale, ferma restando l'esigenza di garantire sia l'interesse della collettività alla fruizione di un servizio adeguato sia quello dell'imprenditore al libero esercizio dell'attività, in conformità ai principi dettati dalle Direttive Regionali e dalla normativa nazionale e comunitaria in materia di liberalizzazione delle attività economiche, è improntata alla finalità di salvaguardare e riqualificare le aree di pregio artistico, storico, architettonico, archeologico ed ambientale.
Per tali finalità, sono assoggettate a tutela le zone all'interno dell'area storico monumentale centrale, come individuata nell'allegato C della Deliberazione di Consiglio Comunale n. 1 del 20/01/2015.

Accedere al servizio

Come si fa

L'ISTANZA o la COMUNICAZIONE devono essere presentate esclusivamente utilizzando la piattaforma regionale disponibile sul portale Accesso Unitario, tramite il link sotto indicato.

Canale digitale

Cosa serve

Per la Nuova apertura, il trasferimento di sede, l'ampliamento della superficie di somministrazione o la modifica dei criteri qualitativi è necessario presentare al Comune di riferimento un'ISTANZA UNICA con NOTIFICA SANITARIA. Per effettuare il subingresso, la modifica della ragione sociale, la variazione del preposto, la riduzione della superficie di somministrazione, la sospensione temporanea dell'attività entro l'anno, la reintestazione o la cessazione definitiva occorre presentare una COMUNICAZIONE UNICA con NOTIFICA SANITARIA.


Costi e vincoli

Costi

Esclusivamente per l'ISTANZA:
Diritti di Segreteria come da Piano Tariffario consultabile al seguente link: https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/diritti-commercio.aspx

Per il pagamento dei diritti di segreteria collegarsi al sito https://pagopa.comune.parma.it e generare l’avviso di pagamento PagoPA corrispondente alla pratica da presentare o pagare direttamente online. Assolvimento dell'imposta di bollo.

La COMUNICAZIONE è gratuita.

Vincoli

L'apertura di nuovo esercizio di somministrazione di alimenti e bevande in zona soggetta a tutela è assoggettata ai Criteri di programmazione esplicitati nell'allegato B) del Regolamento per l'esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande approvato con Deliberazione di C.C. n. 1 del 20/01/2015 e, pertanto, al rilascio di autorizzazione amministrativa da parte del Comune di Parma.
Resta salvo il disposto di cui all'art. 6 del precitato Regolamento: inibizione all'apertura di pubblico esercizio nell'ambito della zonizzazione di cui all'art. 7, comma 2 bis, del vigente "Regolamento per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani", approvato con Deliberazione di C.C. n. 37 del 27/05/2014 e s.m.i..

Tempi e scadenze

L'ISTANZA di autorizzazione, fatte salve eventuali sospensioni/interruzioni ai sensi di Legge, si intende accolta attraverso l'emissione di un provvedimento espresso ovvero qualora non vengano comunicati i motivi ostativi, entro 30 giorni dalla presentazione dell'istanza medesima, a seguito della formazione del silenzio-assenso.

La COMUNICAZIONE è immediatamente efficiace.

Contenuti correlati

Attività Economiche
Informazioni su commercio in sede fissa e su aree pubbliche, artigianato, pubblici esercizi, attività ricettive ed attività soggette ad autorizzazione di polizia amministrativa, manifestazioni temporanee e spettacoli viaggianti.
SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.
Cultura Enogastronomica
Parma City of Gastronomy raccoglie le eccellenze della città e del territorio circostante e garantisce autenticità e unicità alla vostra esperienza a Parma.
Turismo
Iniziative di promozione territoriale, degli eventi culturali, delle risorse ambientali, gastronomiche, economiche e storiche della città.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

19-03-2022 11:03

Questa pagina ti è stata utile?