Salta al contenuto

Farmacie

Nuova apertura a seguito dell'assegnazione delle sedi farmaceutiche disponibili ai sensi del concorso straordinario della Regione Emilia Romagna

La farmacia è definita come struttura sanitaria integrata nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale, ha la funzione di erogare medicinali ed ogni altra prestazione connessa con la salute e il benessere del cittadino, per la quale risulta autorizzata.

La Regione Emilia Romagna, attraverso la Legge Regionale 3 marzo 2016, n. 2, ha attuato le previsioni contenute all'articolo 64 della L.R. 13/2015, ponendo nuove regole in materia di organizzazione degli esercizi farmaceutici e di prenotazioni specialistiche ambulatoriali, valorizzando il Servizio Farmaceutico come presidio sanitario sul territorio, in coerenza con la riforma del sistema di governo regionale e locale e le disposizioni su Città metropolitane, Province, Comuni e loro Unioni, riordinando così le disposizioni regionali in materia di organizzazione del servizio farmaceutico. 

Accedere al servizio

Come si fa

L'ISTANZA deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario accedendo al sito di cui al link sottostante.

Cosa si ottiene

L'AUTORIZZAZIONE all'esercizio della farmacia.

Canale digitale

Cosa serve

Il procedimento è concorsuale, su base regionale.

Difatti, è la Regione che predispone il Bando di concorso, una volta che i singoli Comuni hanno portato a termine il procedimento biennale di revisione delle piante organiche delle sedi farmaceutiche sul territorio comunale. A seguito di assegnazione di una sede farmaceutica è necessario presentare ISTANZA al Comune di riferimento.

Costi e vincoli

Costi

L'ISTANZA deve essere corredata dell'attestazione di versamento dei

Diritti di segreteria come da Piano Tariffario consultabile al seguente link: https://www.servizi.comune.parma.it/it-IT/diritti-commercio.aspx

Per il pagamento dei diritti di segreteria collegarsi al sito https://pagopa.comune.parma.it e generare l’avviso di pagamento PagoPA corrispondente alla pratica da presentare o pagare direttamente online.

Assolvimento imposta di bollo

Vincoli

Il responsabile della struttura deve essere in possesso del diploma di laurea in farmacia o in chimica e tecnologie farmaceutiche; non avere riportato condanne penali per truffa o commercio di medicinali irregolari; essere iscritto all'albo dei farmacisti; deve svolgere attività lavorativa di tipo esclusivo (è infatti incompatibile con qualsiasi lavoro dipendente di tipo pubblico o privato) come anche la posizione di titolare o gestore provvisorio di altra farmacia, anche se stagionale, di informatore scientifico dell'industria farmaceutica, di direttore di officina di produzione di medicinali, cosmetici o presidi.   I locali devono avere i requisiti previsti dal Regolamento comunale edilizio e dal Regolamento comunale d’Igiene, Sanità Pubblica e Veterinaria, dal Regolamento CE n. 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari e il Regolamento CE n. 853/2004 sull’igiene dei prodotti di origine animale nel caso di vendita di prodotti del settore alimentare. E0 necessario aver dato preventiva comunicazione dell'inizio della vendita di medicinali al Ministero della Salute, alla Regione in cui la parafarmacia ha sede e all'Agenzia Italiana del farmaco (AIFA).

In attuazione del principio della libertà di iniziativa economica e nel rispetto della tutela del diritto alla salute, il titolare di un esercizio farmaceutico può svolgere, nei locali della farmacia, le attività commerciali ed erogare i servizi, anche di carattere sanitario, che non interferiscono con l'attività principale di dispensazione di farmaci. Tutte le attività devono comunque svolgersi nel rispetto della normativa di settore vigente, compresi i regolamenti locali. E' sempre vietato, all'interno della farmacia, l'esercizio di professioni sanitarie che abilitano alla prescrizione di medicinali. Inoltre, il titolare dell'esercizio farmaceutico ha il dovere di fornire tutte le informazioni necessarie al fine di rendere facilmente distinguibili, da parte dell'utente, i prodotti sanitari da quelli prettamente commerciali.

Tempi e scadenze

Il Comune provvede alla verifica della veridicità delle dichiarazioni ed al conseguente rilascio dell’autorizzazione in un termine di 60 gg. dalla presentazione dell'istanza, fatti salvi gli eventuali rpovvedimenti di interruzione/sospensioni dei termini procedimentali.

Contenuti correlati

Attività Economiche
Informazioni su commercio in sede fissa e su aree pubbliche, artigianato, pubblici esercizi, attività ricettive ed attività soggette ad autorizzazione di polizia amministrativa, manifestazioni temporanee e spettacoli viaggianti.
SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.
Salute
Valorizzazione delle tematiche relative alla sanità e alla promozione della salute e del benessere delle cittadine e dei cittadini.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

23-03-2022 09:03

Questa pagina ti è stata utile?