Salta al contenuto

Il titolare di un Permesso di costruire, di una SCIA o di una CILA può presentare richiesta di rimborso qualora:

  • abbia provveduto al versamento di somme non dovute, anche a seguito di archiviazione, rigetto o annullamento della pratica edilizia, a titolo di contributo di costruzione (oneri di urbanizzazione, costo di costruzione, contributo di disinquinamento e sistemazione D+S, contributo straordinario), di monetizzazione dotazioni territoriali o di sanzione per CILA,
  • abbia versato somme eccedenti rispetto a quanto effettivamente determinato per la tipologia di intervento previsto nel titolo edilizio.

Il diritto al rimborso si prescrive decorsi 10 anni dalla data di archiviazione, rigetto o annullamento del titolo edilizio.

In caso di rimborso relativo a somme versate in eccedenza il termine di prescrizione decorre dalla data del versamento.

Accedere al servizio

Come si fa

La richiesta e le eventuali integrazioni successive devono essere presentate tramite servizio online dalla piattaforma digitale dedicata

Canale digitale

Cosa serve

Documentazione comprovante l’avvenuto versamento delle somme da rimborsare

Autorizzazione all'accredito della somma da restituire al soggetto legittimato [ in caso, ad esempio, di più cointestatari o di avvenuta compravendita dell'immobile e voltura del titolo edilizio ]

Modulistica

Contenuti correlati

SUAPE
Domande, dichiarazioni, segnalazioni e comunicazioni concernenti l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.
Urbanistica, Edilizia e Lavori Pubblici
Informazioni e documenti sulle attività di edilizia privata, produttiva e pubblica. In questa sezione è possibile accedere ai materiali resi disponibili dalla pianificazione territoriale.

Ultimo aggiornamento

21-09-2022 13:09

Questa pagina ti è stata utile?